Con smart lock Android sa se hai lo smartphone in mano o sul tavolo

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

smart lock androidGli smartphone e i tablet Android sono i dispositivi che si guadagnano la fetta più grande del mercato per i device elettronici largamente diffusi al giorno d’oggi, con la conquista dell’81.5% contro il 14.8% di Apple.

Il motivo di tanto successo è da ritrovarsi innanzitutto nella possibilità di avere un dispositivo tecnologico (di diverso livello di qualità) a prezzi accessibili ai più, e questo punto di forza – che di certo non possiamo riscontrare nelle produzioni ad alto profilo di Cupertino – garantisce a (quasi) tutti l’accesso al moderno mondo digitale.

Il tutto senza necessariamente spendere un capitale, con i vantaggi di cui tutti noi oggi ci avvaliamo: fruizione di informazioni sempre più semplice e immediata, continuo contatto con amici e parenti lontani, accesso a contenuti di diverso tipo e così via…

Ma oggi come oggi l’innovazione corre sempre più veloce, in un continuo susseguirsi di tecnologie che cercano di rispondere alle nuove necessità degli utenti, e utenti stessi che cercano di adattarsi al passo delle novità in modo sempre più sorpreso ma esigente.

Succede quindi che, se stiamo utilizzando lo smartphone ma ci distraiamo un attimo dal display – sia per parlare con qualcuno che ci è accanto che per osservare una volta tanto il mondo che ci circonda –, ritrovarlo poi ogni volta bloccato e dover reinserire Pin, password o quant’altro è sempre più scomodo e irritante.

Ma abbiamo detto di avere uno smartphone, no? E dunque da telefono intelligente dovrebbe bypassare questo problema!

 

La novità nello smart lock Android

Ecco quindi la novità di Android: una feature che si avvale dell’accelerometro e che è in grado di stabilire se stiamo effettivamente utilizzando il cellulare oppure se lo abbiamo lasciato incustodito sulla scrivania dell’ufficio.

Si tratta di una caratteristica che va ad aggiungersi a quelle di Smart Lock di Android, che abbiamo imparato ad apprezzare nel tempo e di cui probabilmente ora non riusciremo più a fare a meno: si tratta di quella specifica funzione per sbloccare lo smartphone o il tablet in modo intelligente, dopo aver correttamente impostato il blocco schermo, e che ci permette di accedere alle informazioni e ai dati del device in modo sempre più sicuro e comodo.

Quante volte vi è infatti capitato di lasciare un attimo lo smartphone sul tavolo e di avere amici o colleghi ficcanaso che si fiondavano per sbirciare tra le vostre cose personali?

Impostando lo smart lock potete impedir loro di accedere a dati privati, ma sempre mantenendo un certo livello di comodità quando invece siete voi a prendere lo smartphone: ecco quindi che il terminale resta sbloccato quando è connesso a un dispositivo Bluetooth riconosciuto oppure quando si trova in un luogo noto, o ancora tramite il riconoscimento del volto.

E se a tutto questo aggiungessimo la capacità dello smartphone di sapere quando lo stiamo tenendo tra le mani e quando invece è stato lasciato sul tavolo?

 

Come funziona on-body detection di Android

Questa è la nuova feature di Android: è possibile tenere lo smartphone sbloccato per tutto il tempo che sarà a contatto con il nostro corpo.

Nuovi sensori di calore? No, semplice accelerometro, che permetterà al sistema di capire se l’utente lo tiene tra le mani, in tasca o in borsa, e lo tiene sbloccato per permetterci un facile accesso a tutto. Quando, invece, il device verrà riposto su una superficie ripiana come quella della scrivania, l’on-body detection si disattiva e lo smartphone si bloccherà automaticamente.

Il problema che ci si sta ponendo al momento è che, se il proprietario dello smartphone tiene effettivamente il device tra le mani e lo passa a un’altra persona, questo resta sbloccato permettendo all’altro di accedere a tutti i dati.

Attualmente, sappiamo che questa nuova caratteristica di Android è in corso di rilascio sui dispositivi Nexus, ma molto probabilmente non sarà disponibile per i terminali con Android più vecchio di Lollipop 5.0.

Che cosa ne pensate di questa novità sullo smart lock? Un ulteriore centro da parte del team di Android o una feature di cui si poteva tranquillamente fare a meno? Vi aspetto nei commenti qui sotto!

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*