Bici elettrica e pure smart: la proposta di Xiaomi

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook5Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Bella, scattante, pieghevole e facilmente trasportabile: ecco com’è fatta e cosa è in grado di fare la tecnologica bici elettrica di Xiaomi.

Bici elettrica Xiaomi

Estate: caldo, sole, traffico congestionato, finestrini sigillati e aria condizionata a palla, che fa pure male.
Non vorrai di certo continuare a farti del male così, vero?
E se è già da un po’ che inizia a frullarti per la testa l’acquisto di una nuova bicicletta, non puoi che valutare una bici elettrica, alla moda e più moderna che mai.
Grazie a questo tipo di mezzo di trasporto, infatti, puoi coniugare l’effetto benefico di una passeggiata in bicicletta, con l’ausilio di uno speciale motore elettrico che ti sorregge nei momenti di maggiore affaticamento.

Ma quando a ridisegnare il concetto di bici elettrica arriva un’azienda che sta letteralmente spopolando nel settore della tecnologia, il risultato è a dir poco entusiasmante: ecco la bici elettrica smart di Xiaomi per combattere l’annosa questione del traffico intenso nelle grandi città, in modo pratico ed economico.

L’insaziabile Xiaomi

Hai presente quell’azienda dal nome strano, orientaleggiante, che ultimamente sta facendo strage di cuori in ogni campo tecnologico?
Sto parlando di Xiaomi, la società cinese che è salita alla ribalta grazie alla produzione di smartphone performanti a costi competitivi rispetto ai competitor, come l’acclamato Xiaomi Redmi Note 3, o forse sei affezionato a questo nome perché possessore della simpatica ed economica smartband MiBand?
O ancora, è possibile che tu abbia sentito parlare di Xiaomi negli ultimi tempi anche per quanto riguarda il settore dronistico, dal momento che poche settimane fa il brand ha lanciato ufficialmente il suo drone con videocamera a 4K e un costo intorno ai 400 euro.

Se ancora non conosci le prodezze di questa compagnia continua pure a leggere, nelle prossime righe ti parlerò della fantastica proposta della sua nuova bici elettrica… smart!

Design QiCycle

Prima di ogni cosa: l’aspetto di quest’adorabile bici 2.0!
Ha la tipica aria della bicicletta pieghevole, e infatti conserva questa caratteristica in quanto pensata per essere trasportata in giro per la città, quando non è lei a scorazzare te per le strade.
Le ruote sono piccole così come vogliono i parametri di questa categoria, e grazie a quello che sembra un facile meccanismo non dovrebbe essere molto difficile richiuderla per riporla nel bagagliaio dell’auto, o meglio ancora per portarla con sé in treno.

Linee dritte e nessun arrotondamento, la bici elettrica di Xiaomi ha un’estetica pulita e funzionale, con la parte superiore del telaio leggermente più rigonfia rispetto alle altre più esili, a causa delle batterie che alimentano il motore elettrico posizionato nella ruota anteriore della bici, e assiste la pedalata.

Caratteristiche della bici elettrica smart

Passiamo subito alla parte più interessante dell’articolo: qual è la dotazione di Xiaomi Mi QiCycle?
Questa piccola grande bici elettrica possiede uno speciale motore in grado di assistere la pedalata e far raggiungere al velocipede una velocità massima di 20 chilometri orari.
Ciò che muove il tutto sono le batterie Panasonic che consentono di spostarsi coprendo una distanza di 45 chilometri con una sola carica, ma usandola come “normale” bicicletta, è possibile usufruire delle regolazioni del cambio Shimano a tre rapporti.

Bici elettrica pieghevole Xiaomi

Ma questa Xiaomi non è una vera bici smart se non possiede caratteristiche tecnologiche all’avanguardia, e quindi ecco che a bordo della bici elettrica cinese troviamo:

  • Display da 1.8 pollici per il minicomputer di bordo
  • Navigatore GPS integrato
  • Connettività Bluetooth 4.0 Low Energy
  • Compatibilità con applicazione nativa da installare sullo smartphone
  • Quattro modalità per la pedalata assistita tra Power Saving, Fitness, Balanced ed Extra Power

Computer di bordo

Il piccolo computer di bordo è posizionato accanto alla manopola sinistra del manubrio, per essere facilmente consultato e gestito anche durante l’utilizzo della bici elettrica, e offre la possibilità di tenere sotto controllo:

  • Autonomia residua della batteria
  • Velocità di percorrenza
  • Distanza percorsa
  • Calorie bruciate

Ok: la voglio!

Ma quanto bisogna sborsare per portarsi a casa questa perla di tecnologia?

Il prezzo ufficiale è di 2999 Yuan, dal momento che è stata studiata per venire incontro alle necessità dei cittadini cinesi che ogni giorno sono alle prese con i problemi di viabilità a causa del gran traffico generato nei grossi centri urbani.
Chissà se Xiaomi abbia intenzione di rivolgere il mercato della sua bici elettrica anche in Europa: a quel punto speriamo bastino i poco più di 400 euro per la sua Mi QiCycle, ma è abbastanza difficile che al cambio la cifra per aggiudicarsi questa bici tecnologica resti la stessa.

Cosa ne pensi dell’ultima novità prodotta da Xiaomi?
Ti piacerebbe andare in giro per la città con la sua bici elettrica?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook5Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*