Come funziona Spotify: tutta la musica in streaming

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn7Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Il noto servizio di riproduzione musicale è uno dei più amati dagli appassionati di tecnologia: scopri come funziona Spotify e quali sono tutte le sue caratteristiche principali.

Spotify

Ma dove vai se Spotify non ce l’hai?
Ok, è noto sin dall’alba dei tempi che nella mia vita la musica ricopre un ruolo di fondamentale importanza: non posso fare a meno di colonne sonore quando sono allegra, o di deprimenti melodie che esprimano lo stato malinconico-invernale, o ancora di musica fortemente ritmata quando ho bisogno della giusta carica per lavorare!

Ma dove la trovo tutta questa musica, nei suoi diversi generi e artisti?
Su Spotify, ovviamente, un servizio per ascoltare tutta la musica in streaming che non potrai più abbandonare una volta provato.
Spotify di qua, Spotify di là: ma cos’è in realtà e come funziona Spotify?

Se non l’hai mai usato, ti spiego io tutto nel dettaglio 😉

Spotify: la musica in streaming sponsorizzata

Ascoltare musica in streaming

Procediamo con ordine: cos’è Spotify?
È un servizio che ti permette di ascoltare la musica in streaming, vale a dire con l’ausilio di una connessione internet direttamente dal tuo pc, tablet o smartphone.
Puoi accedere all’offerta di Spotify in tre modi:

  1. Attraverso il software da scaricare e installare sul tuo pc
  2. Grazie all’applicazione per dispositivi mobili
  3. Via browser con web player, semplicemente collegandoti all’indirizzo play.spotify.com

A questo punto ti sarà richiesto di effettuare l’accesso, prima di essere catapultato nel mondo delle infinite canzoni di Spotify (si stima una cifra intorno ai 15 milioni di brani).

Cosa serve per usare Spotify

Quali sono i requisiti per usare Spotify?
Devi avere 3 cose:

  1. Una connessione a internet
  2. Accesso a Spotify da una delle tre modalità sopraelencate
  3. Un account per accedere al servizio

In particolare, puoi iscriverti a Spotify utilizzando il tuo indirizzo e-mail e seguendo la classica procedura di registrazione con tanto di conferma per la tua richiesta, oppure accedendo dal tuo account di Facebook.

Il costo di Spotify

So già che stai pensando: ma quanto costa questo Spotify?
In un mondo dove nulla è dato per nulla, puoi stare tranquillo e goderti l’ascolto di tutta la musica che vuoi, poiché Spotify è un servizio gratuito e perfettamente legale.
A che condizione?
Nulla di straordinario, Spotify ti propinerà periodicamente qualche pubblicità in cambio dell’ascolto gratuito dei brani musicali.

In realtà, per capire al meglio come funziona Spotify bisogna tener presente che esistono due diversi tipi di profili: uno di base free, e l’altro premium.
Il primo offre l’ascolto di musica in cambio di qualche spot (ecco perché si chiama Spotify!), invece, pagando un abbonamento mensile di soli 9.99€, è possibile dire addio alla pubblicità ed ascoltare i brani anche offline – senza quindi necessità di avere una connessione attiva.

Per quanto riguarda l’abbonamento premium, Spotify offre la possibilità di provare l’upgrade a questo tipo di profilo per tre mesi a soli 0.99€, per poi passare automaticamente al costo standard di 9.99€ mensili.
Esistono anche dei pacchetti, di 14.99€ al mese per tutta la famiglia fino a 5 membri, oppure un abbonamento annuale di 119.88€

Come funziona Spotify sul pc

Come funziona Spotify da pc

Veniamo al sodo e cerchiamo di prendere confidenza con questo servizio, provando a capire al meglio come funziona Spotify.
Prima di tutto, è necessario scaricare e installare il programma relativo direttamente dalla pagina dedicata di Spotify, e subito dopo è necessario fare l’accesso con le credenziali dell’indirizzo e-mail e password, oppure con l’account di Facebook.
Subito dopo, ecco ad accoglierci la famosa e intuitiva schermata di Spotify, distinta in aree ben precise e comode da usare.

In alto ritroviamo i classici pulsanti del menu File, Modifica, Visualizza, Riproduzione e Aiuto, che ci aiuteranno in svariate operazioni, ma è la colonna di sinistra il vero punto di riferimento per navigare in Spotify.
Qui infatti possiamo ritrovare alcune importanti categorie come:

  • Principale, che ti permette di navigare tra le proposte più attuali o consultare le tue attività recenti, o ancora ascoltare le cosiddette Radio
  • La tua musica, distinta in brani, album, artisti, stazioni e file locali (cioè i file musicali già presenti nel tuo computer)
  • Playlist, dove troverai tutte le raccolte di brani musicali che ti sono piaciute nel tempo, e che hai deciso di salvare per riascoltarle in futuro
  • Nuova Playlist, comodo pulsante che ti permette di creare una nuova e personale raccolta di brani musicali di Spotify, da condividere con tanti altri appassionati di musica come te.

Nella parte centrale della schermata, poi, altre categorie come Panoramica, Classifiche, Generi e Mood, Nuove uscite, Scopri, Concerti, ti permetteranno di trovare tanta buona musica in base ai tuoi gusti e al genere preferito.

Più in basso, ecco le anteprime in riquadri di alcune delle raccolte più gettonate, per farti iniziare subito ad ascoltare la musica che più ti piace; infine nella colonna destra potrai scoprire cosa ascoltano o cosa piace ai tuoi amici in fatto di musica (se hai collegato l’account Spotify a quello di Facebook).

Infine, nella cornice inferiore della schermata un player semplice ed essenziale ti permetterà di spaziare tra le canzoni proposte, mettere in pausa o riproduzione, ma anche mettere in coda, in riproduzione casuale o in ripetizione il flusso musicale riprodotto.

Applicazione su smartphone

Spotify Android

Se ti stai chiedendo come funziona Spotify su smartphone, non puoi fare a meno di provarlo: dovrai scaricare e installare l’applicazione dedicata per iniziare ad ascoltare tutta la musica che vuoi.
Su smartphone, però, se hai un account free dovrai sottostare ad alcune limitazioni del servizio, come ad esempio la riproduzione casuale delle canzoni di una playlist senza possibilità di selezionare un brano in particolare da ascoltare.

Anche da smartphone, però, puoi aggiungere i tuoi brani preferiti a una playlist, oppure condividere ciò che stai ascoltando con i tuoi amici di Facebook o Twitter, o ancora cercare un brano in particolare, oppure ascoltare una delle radio in base al tuo genere musicale.

Una gran chicca è data dalla capacità di Spotify mobile di farti continuare l’ascolto da dove l’avevi interrotto: se al pc stavi ascoltando You give love a bad name ed eri fermo al minuto 1:18, dallo smartphone la riproduzione riprenderà esattamente da quel punto.

Google Play Storeitunes

Microsoft Store

Il web player sempre con te

Spotify web player

Infine, con Spotify potrai ascoltare tutta la tua buona musica anche se non sei collegato a internet dal tuo pc: è sufficiente un browser e il collegamento all’indirizzo play.spotify.com, per effettuare l’accesso al servizio e ritrovare tutte le tue playlist preferite.

Una via di mezzo tra l’offerta da pc e quella da applicazione mobile per smartphone, con tutte le sezioni Panoramica, Classifiche, Generi e mood, Nuove uscite e Scopri, ma anche i comodi comandi laterali Cerca, Naviga, Radio, La tua musica e Segui, senza le limitazioni della versione mobile.

Ora che hai capito come funziona Spotify non puoi che iniziare a provarlo: buon ascolto!

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn7Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*