Come installare Ubuntu ed entrare nel fantastico mondo di Linux

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook7Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn2Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

In questo articolo una guida pratica all’installazione passo passo della famosa distribuzione Linux: ecco come installare Ubuntu.

Come installare Ubuntu

Sei stanco del solito, pesante, vecchio amico Windows?
Hai bisogno di un sistema operativo diverso, stabile, fluido e dal design accattivante?
Cerchi un sistema e relativi software efficienti ma completamente gratuiti?
Ubuntu potrebbe essere la soluzione che fa per te: scopriamo insieme la caratteristica distro basata su Debian.

Cos’è Ubuntu?

Partiamo dagli inizi: Ubuntu è un sistema operativo, ovvero un insieme di applicazioni lato software che ci permettono di utilizzare un computer sotto ogni punto di vista.
Lo scopo è lo stesso del ben più noto e diffuso Windows, ma le differenze sono di certo notevoli: la prima e più importante è che, a differenza del sistema operativo di casa Microsoft, Ubuntu non necessita di alcuna licenza d’uso, in quanto rilasciato liberamente.

Questo vuol dire che è possibile entrare in possesso di Ubuntu, installarlo e utilizzarlo gratuitamente, dal momento che il progetto è open source.
Se in questo momento stai pensando che la stessa cosa si può fare anche per Windows, scaricando l’immagine del sistema operativo e installandolo a dovere, sappi che queste stesse operazioni per Ubuntu sono completamente legali – recepito il messaggio, no?

Nonostante il leader incontrastato del settore, il cosiddetto WinZoz, Ubuntu sta prendendo sempre più piede tra gli utenti perché è un sistema operativo stabile e completo, equipaggiato di suite per la produttività, applicazioni per la multimedialità, il fotoritocco, un browser, un client e-mail e tanto altro sin dalla prima installazione: tutto completamente gratuito e legale. Legale!

Vantaggi della distro Linux

Ricapitoliamo i punti forti della scelta di un sistema operativo come Ubuntu:

  1. È gratis, quindi vengono abbattuti i costi dell’acquisto di licenza d’uso del sistema operativo
  2. È open source, ovvero liberamente modificabile secondo le proprie esigenze
  3. È completo, dotato da subito di tutti gli strumenti basilari di cui puoi aver bisogno durante l’ordinario utilizzo del pc
  4. È facile, anche se a primo impatto ti sembrerà un universo completamente diverso da usare rispetto a Windows – ma presto ci farai l’abitudine e non vorrai più tornare indietro!
  5. Può girare anche su computer che hanno già qualche annetto, anche se i requisiti minimi richiesti per far funzionare Ubuntu variano da derivazione a derivazione.

In particolare, ogni versione Ubuntu ha dei requisiti minimi da rispettare, ma Canonical, la società che supporta lo sviluppo di Ubuntu, raccomanda di avere almeno:

  • Un processore con frequenza da 1 Ghz (per computer con architettura x86)
  • Memoria Ram da 1 GB
  • 6.6 GB di memoria libera sul disco
  • Una scheda video con accelerazione 3D, risoluzione video da 1024 x 768 pixel e 128 MB di memoria

Se il tuo computer non dispone di questo equipaggiamento, magari perché molto vecchio, puoi comunque optare per una derivazione di Ubuntu più leggera, come le famose Lubuntu, Xubuntu o Kubuntu.

Operazioni preliminari

Una volta conosciuto meglio Ubuntu, è il momento di darsi da fare: prima di installare il nuovo sistema operativo sul tuo pc è necessario seguire alcune fasi, che possiamo riassumere in:

  • Controllo della dotazione hardware del pc
  • Backup dati
  • Download Ubuntu
  • Settaggio BIOS

Controllo della dotazione hardware del pc

Hai controllato se il tuo pc rispetta i requisiti minimi poco sopra elencati?
Ogni versione di Ubuntu presenta diversi requisiti minimi, fai un giro sul sito di Ubuntu per scoprire quelli della versione che hai scelto, e assicurati che il tuo computer sia all’altezza dei requisiti indicati; in caso contrario potresti notare instabilità o particolare lentezza nell’uso del pc.

Se vuoi installare Ubuntu ma attualmente hai Windows sul tuo pc, anche il mitico e poliedrico CCleaner può fare al caso tuo: nella parte superiore della schermata del programma potrai conoscere l’architettura dell’attuale sistema operativo, la potenza del processore, la quantità della Ram installata e il modello della scheda video.

Schermata CCleaner

Se vuoi essere molto preciso, allora installa Everest Ultimate e sfrutta la prova gratuita per conoscere alla perfezione le caratteristiche del tuo pc!

Backup dati

Il passo successivo è ricordarti di salvare tutto quanto hai sul tuo pc: documenti, musica, video, immagini, ma anche le password del browser o i segnalibri, non vorrai perdere tutto con l’imminente formattazione, vero?
Per essere davvero sicuro di non aver dimenticato nulla, segui la mia guida al backup completo, ti sarà molto utile 😉

Download Ubuntu

A questo punto non ci resta altro da fare che scaricare la versione di Ubuntu che si desidera installare sul proprio pc direttamente dal sito ufficiale: hai già scelto quale?
Al momento della stesura di questo post, la più recente è la 15.10, ma puoi scegliere una delle ultime tre release disponibili direttamente dalla pagina dedicata al download Ubuntu.

Settaggio BIOS

Successivamente, come per ogni formattazione che si rispetti, dovrai impostare il BIOS in modo tale che faccia partire per prima cosa la periferica su cui hai a disposizione il sistema operativo.
A tal proposito, hai scelto di masterizzare l’immagine ISO di Ubuntu su un DVD o hai preferito creare una pendrive avviabile?

A seconda dei casi, dovrai impostare come prima periferica all’avvio il lettore DVD oppure la porta USB dove terrai inserita la chiavetta.
Per fare ciò dovrai entrare nel BIOS del sistema, al quale potrai accedere cliccando un tasto specifico – che cambia in base al modello di scheda madre  e alla marca – all’avvio del pc.
Ad esempio Canc o F2, ma per esserne sicuro leggi attentamente la prima schermata che si visualizza appena accendi il pc, e prendi nota del tasto da premere per entrare nel BIOS.

Una volta fatto ciò, dovrai spostarti all’interno del bios nella sezione relativa al “boot priority“, e impostare al primo posto il lettore DVD, se hai Ubuntu su un DVD, oppure la porta USB abilitata se l’hai caricato su una penna.
Salva il tutto e riavvia secondo le istruzioni che potrai vedere nella schermata del BIOS e procediamo nell’installazione di Ubuntu!

Come Installare Ubuntu

Eccoci arrivati alla parte più interessante dell’intera procedura: stai finalmente per formattare il pc e installare la famosa distribuzione Linux!
A questo punto ti si presenterà dinanzi la schermata di avvio di Ubuntu, che ti chiederà di selezionare la lingua per guidarti al meglio nell’installazione e impostare la tua lingua nel sistema operativo.

Il passo successivo è quello che ti permetterà di scegliere se installare Ubuntu oppure provarlo soltanto: seleziona pure il pulsante Installa Ubuntu per installarlo definitivamente nel tuo pc.

Installa Ubuntu
Ubuntu ora farà un controllo rapido per verificare che tutto sia predisposto per l’installazione, ovvero una connessione a internet, lo spazio necessario disponibile sul disco, e ti chiederà se preferisci installare gli aggiornamenti disponibili subito oppure se lo farai alla fine dell’installazione.
Se hai un po’ di tempo a disposizione, ti consiglio di selezionare questa casella relativa agli aggiornamenti, così a fine installazione avrai a tua disposizione un sistema operativo completo e pronto all’uso.
L’installazione di software di terze parti non è necessaria, puoi anche non selezionarla e proseguire cliccando il tasto Avanti.

Nella prossima schermata, Ubuntu controllerà se e quale sistema operativo è già installato sul pc, selezionando Cancella disco e installa Ubuntu formatterai il pc e farai un’installazione pulita di Ubuntu, continua cliccando il pulsante Installa.

Subito dopo sarà la volta dell’impostazione del fuso orario, se sei in Italia scegli quello di Roma e procedi su Avanti, infine seleziona la giusta disposizione della tastiera, potendo sfruttare il comando Rileva disposizione tastiera oppure provare i tasti della stessa per non sbagliare.
Per la normale tastiera italiana ti basterà selezionare Italiana – italiana.

Configurazione Ubuntu

Per configurare Ubuntu ti sarà chiesto l’inserimento del tuo nome, del nome che vorrai dare al pc per individuarlo facilmente, il nome utente e la password che ti servirà per accedere e per installare nuovi programmi.
Qui dovrai anche indicare se preferisci accedere automaticamente all’avvio del pc, oppure se vuoi che venga richiesta la password ogni volta, selezionando l’una o l’altra opzione disponibile.

Configurazione Ubuntu

Da questo momento in poi non dovrai più preoccuparti di come installare Ubuntu, l’installazione proseguirà da sola e potrai leggere alcune chicche su Ubuntu nel frattempo.
Quando l’installazione sarà completata il computer si riavvierà: il desktop di Ubuntu ti darà finalmente il benvenuto e il tuo pc sarà pronto all’uso!

Hai imparato i segreti per sapere come installare Ubuntu, da ora in poi potrai tuffarti in un mondo nuovo e meraviglioso per il tuo computer, completo e gratuito!

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook7Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn2Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*