6 modi per estendere la rete WiFi

Come correre ai ripari quando il segnale WiFi del tuo modem è troppo debole per soddisfare le tue esigenze: tutti i metodi per ampliare una rete WiFi e sfruttare una copertura maggiore e più potente.

Ampliare la rete WiFi

“Strano, stavo messaggiando con Vincenzo ma non mi risponde più da molto tempo, eppure mi aveva scritto che aveva qualcosa di importante da dirmi…”
(30 minuti dopo)
**22 messaggi ricevuti**
“Ah beh, in effetti si era staccato il WiFi e non avevo attivato la connessione dati. Ovvio, in terrazzo la rete WiFi non arriva manco a convincerla con un lingotto d’oro. Se è per questo nemmeno in camera, né in salone, e nello studio spesso sono costretta a fare salti mortali per ricevere bene il segnale WiFi con il tablet…!”

Quante volte ti è capitato?
Bisogna ammetterlo, ormai fare a meno della connessione a internet è fuori discussione, non riusciamo a stare disconnessi in casa: vuoi cercare una nuova poltrona su eBay, controllare la posta elettronica, guardare un film in streaming, oppure tempestare di messaggini molesti la tua migliore amica su Telegram?
Ti serve internet.

Ma non sempre ciò è possibile: partendo dal presupposto che in genere in casa esiste un solo modem che funge da porta verso il fantastico universo della rete internet – e che in effetti difficilmente andremmo in giro per casa con uno “smartphone” collegato via cavo –, non ci resta che affidarci alla rete WiFi.
Se anche quest’ultima presenta problemi, instabilità e debolezze nel segnale, l’esaurimento nervoso da avvelenamento tecnologico è dietro l’angolo.

I problemi della rete WiFi

Problemi WiFi

Non sempre, infatti, gli utenti che hanno un modem WiFi in casa risultano soddisfatti dell’efficacia della rete WiFi per svariati motivi, tra cui:

  • Antenne del modem poco potenti
  • Mura che dividono il modem dal device che deve connettersi troppo spesse
  • Area da coprire troppo ampia
  • Segnale WiFi disturbato da altri apparecchi elettronici, oppure da altre reti WiFi

In questo caso è necessario intervenire per potenziare ed estendere la tua rete WiFi, per beneficiare  di una connessione senza fili che non ti faccia rimpiangere troppo quella via cavo.
Prima di cominciare, però, una considerazione è d’obbligo: hai già controllato che il modem si trovi in una posizione centrale in casa?
Sembra banale, eppure laddove possibile è sempre consigliabile posizionare il modem in modo tale da fargli avere la stessa distanza da tutte le postazioni di casa dalle quali potresti connetterti in wireless.
Questo pur sempre tenendo conto dell’efficacia della rete WiFi: se nonostante la posizione favorevole hai grossi problemi di connessione da quasi tutte le aree di casa, è tempo di prendere provvedimenti.

Come potenziare il segnale wifi del router: 6 consigli

Prima di valutare se è il caso di ritirarsi a vita su un eremo sperduto in Tibet, lontano da tecnologia poco funzionante e tutto lo stress da esso derivante, dovresti cominciare a valutare alcuni accorgimenti da applicare per migliorare la qualità della rete WiFi domestica.

In questo articolo ho raccolto 6 consigli per aiutarti nell’impresa: alcuni non richiederanno particolari spese né competenze informatiche, ma se vuoi fare le cose sul serio potrebbe essere necessario fare dei piccoli investimenti per migliorare la connessione wireless.

#1 Potenziare le antenne del modem

Primo tentativo che vale la pena di fare: se il tuo modem possiede antenne esterne (quindi visibili) puoi provare a deviare le onde emesse dalle stesse con l’aiuto di… fogli d’alluminio. Se non hai mai sentito parlare di questo metodo mi rendo conto possa sembrare un tentativo bizzarro e di difficile efficacia, ma se il problema relativo alla rete WiFi in casa è dovuto ad un cattivo – ma necessario – posizionamento del modem, le onde dello stesso potrebbero disperdersi laddove non ce ne sia bisogno.
Con lattine d’alluminio tagliate ad hoc, oppure con parabole di cartone rivestite d’alluminio in perfetto stile “attacco d’arte“, potresti risolvere parte dei tuoi problemi: pare che questo intervento rudimentale riesca a recuperare ben il 30% del nostro prezioso segnale WiFi.

E se non è servito a niente, prova a sostituire le antenne con alcune più potenti, ma attenzione a manomissioni che potrebbero invalidare la garanzia del modem! 😉

#2 Cambiare frequenze della tua rete WiFi

Hai mai pensato che la tua rete WiFi possa essere disturbata dalla presenza di altre reti WiFi dei vicini? Se hai problemi di instabilità del segnale WiFi, prova a scaricare sul tuo computer dotato di scheda wireless un software come inSSIDer in grado di analizzare le frequenze WiFi.
Una volta avviato, basterà lanciarlo per avere sulla schermata un risultato immediato delle frequenze occupate dalle varie reti WiFi: se i canali occupati dalla tua rete sono piuttosto affollati, forse è il caso di spostarsi verso sponde più solitarie.

Per fare ciò ti basterà collegarti all’ip del tuo modem (ad esempio 192.168.1.1, in genere si trova scritto sotto al modem stesso, oppure puoi reperirlo con una ricerca su Google di marca e modello specifico), recarti nella sezione che riguarda la connessione wireless e cambiare i canali della stessa.

#3 Usare un computer portatile come hotspot

Questa devi proprio saperla: sai che quel vecchio computer portatile potrebbe essere una mano santa quando hai problemi con la rete WiFi?
Esistono alcuni programmi – come MyPublicWiFi, oppure nel caso di sistemi operativi come Windows 10 basta settare le giuste impostazioni – il cui uso permette a un pc di diventare un hotspot WiFi.
Basterà posizionare il computer il questione a metà strada tra il modem e il device che non riesce a prendere il segnale WiFi, e il gioco è fatto!

Questa soluzione, però, potrebbe essere l’ideale quando ad esempio hai necessità di collegarti a internet da un punto della casa insolito e in via del tutto occasionale: dover accendere tutti i giorni un pc al solo scopo di sfruttarlo come hotspot non è proprio il massimo della comodità!

#4 Posizionare WiFi extender

Se la situazione richiede un serio intervento, allora è proprio il caso di iniziare a spendere qualcosina: prova ad acquistare dei repeater WiFi e ad installarli in punti strategici della casa.
I WiFi extender sono dei piccoli dispositivi che, quando configurati come si deve, sono in grado di replicare la rete WiFi sorgente dalla quale ricevono il segnale: è come avere un ripetitore in casa che riesce ad aumentare la potenza del segnale WiFi!

#5 Comprare un router più potente

Infine, potresti valutare l’acquisto di un nuovo modem (o router) WiFi: spesso quelli forniti dal provider di appartenenza sono per un utilizzo basilare, ma per coprire una vasta area in termini di WiFi potrebbe essere necessario investire una certa somma per avere in casa un device in grado di soddisfare tutte le necessità.

Tra le marche più gettonate ritroviamo i dispositivi di TP-Link, D-Link o Netgear, e se non vuoi più avere problemi di banda punta a un modello dual band: ciò vuol dire che funzionerà su due tipi di frequenze, a 2.4 Ghz e 5 Ghz, dove la prima riesce a coprire una zona più estesa e a superare più facilmente ostacoli o mura spesse, mentre la seconda in genere è meno affollata e più stabile e potente poiché non tutti i dispositivi attuali sono predisposti per navigare in 5 Ghz.

#6 Installare adattatori Powerline WiFi

Se proprio non ti senti soddisfatto del risultato, perché non provare degli adattatori Powerline?
Due dispositivi che vanno collegati uno al modem e l’altro al device che vuoi collgare via Ethernet: funzionano sfruttando la capacità di propagazione della rete elettrica portando il segnale internet dal modem all’altro adattatore Powerline.
Esistono anche modelli di Powerline che possono trasformare il segnale ricevuto via rete elettrica in rete WiFi, così da risolvere tutti i tuoi problemi con la connessione senza fili.

Sei riuscito a realizzare finalmente i tuoi sogni di avere una rete WiFi che funzioni a dovere?
Scrivimi nei commenti quale tra questi rimedi hai adottato per il tuo problema 😉

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*