Quello che Facebook sa di te (ed è peggio di quel che pensi)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook47Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn35Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Al giorno d’oggi siamo quasi tutti vittime del fascino del social network per eccellenza, ma hai mai pensato alle informazioni che riguardano la tua persona e che sono in possesso del colosso di Menlo Park? Ecco un elenco di cose che Facebook sa sul tuo conto.

Informazioni Facebook

Ormai non ha più bisogno di presentazioni il grande social network blu di Mark Zuckerberg, e se ad oggi conta più di 1790 milioni di utenti attivi al mese, un motivo dovrà pur esserci.
Se sei un utente iscritto a Facebook, sai anche tu che è davvero difficile restarne alla larga: dev’esserci qualcosa di interessante in questo social network, se in media ogni utente iscritto trascorre almeno 20 minuti al giorno navigando tra la timeline, i profili degli amici, o le fan page.

Creato come una sorta di annuario interattivo per tenere in contatto i componenti dello stesso college, Facebook ha ben presto mostrato tutte le sue potenzialità al mondo intero, divenendo la mastodontica realtà digitale che noi tutti oggi conosciamo.
Si tratta di un fenomeno così grande, vasto, vario e complesso che ormai è diventato impossibile ignorarlo, ed è proprio questa sua caratteristica ciclopica a mettere in allarme i più attenti alla propria privacy.

Facebook vuole conoscerti

Facebook Zio Sam

I meccanismi che stanno dietro al social network blu si spingono sempre più in profondità per arrivare conoscere noi utenti sempre meglio, cercando di capire i nostri gusti, gli interessi, ma anche le esigenze, gli orientamenti e pure lo stato sociale.
Tutto per un fine più alto e pragmatico del semplice stare in contatto “social”: parliamo del grande e onnipotente marketing.

Ti sei mai chiesto perché Facebook ha tanta smania di conoscerci così a fondo?
Niente tesi complottistiche, si tratta di pura profilazione: più Facebook riesce a conoscere i nostri gusti, più riesce a proporci inserzioni pubblicitarie che possono interessarci.

Ad esempio, se Facebook sa che sei alla ricerca di una nuova lavatrice – e lo sa, fidati che lo sa –, mentre stai scorrendo nella home del social network ti ritroverai magicamente degli annunci di prodotti di varie marche e tipologie, che reindirizzano a siti che vendono in quella specifica categoria.
Ora che ci stai facendo caso ti è già capitato, non è così?

“Beh, se Facebook vuole propormi solo pubblicità che posso trovare interessante che male c’è?”

Nessuno, il problema è che la maggior parte delle persone non sa che Facebook possiede tantissime informazioni sui suoi utenti, e quindi troppo spesso prende a cuor leggero il tipo di contenuto da postare sul social network.
E ti assicuro che non valgono i vari:

  • “Ma dai, sto attento, non può succedere proprio nulla”
  • “Capirai, io pubblico soltanto per i miei amici”
  • “E che sarà mai!”

Innanzitutto, i tuoi amici su Facebook sono realmente tali o si tratta soltanto di contatti che hai aggiunto perché ti dispiaceva rifiutare una richiesta d’amicizia (e poi tanto si sa che più amici hai su Facebook e più sei figo)?
Insomma: puoi dire di conoscerli davvero?

Facebook e privacy sono due concetti che cozzano tra loro, lo sa anche il neoiscritto che anche se si impostata la privacy dei post circoscritta ai soli amici e si pubblica una foto su Facebook, esistono mille modi per girare la stessa foto a terzi, dal Copia indirizzo immagine al più semplice screenshot.

La prudenza non è mai troppa

Oggi gli utenti sono più informati rispetto al passato sulle dinamiche di Facebook, ma c’è ancora chi si ostina a sfidare la sorte pubblicando informazioni private sul social, come il numero preciso di giorni in cui si è via di casa, oppure tutti gli spostamenti quotidiani, gli orari di lavoro, o ancora le foto dei propri bambini.

Premettendo che ognuno è libero di postare ciò che vuole sul proprio account di Facebook, la cosa più importante resta sapere a cosa si va incontro quando si pubblica un nuovo post.

Le 98 cose che Facebook sa di te

Però, dal momento che non ho mai approfondito l’argomento su Tecnologia 360, vorrei farti dare un’occhiata alle (almeno) 98 cose che Facebook sa di te, scovate niente meno che dal Washington Post la scorsa estate, e riprese poi dalla maggior parte delle testate e siti web.
Scommetti che resterai almeno un po’ stupito dalle informazioni che si possono ricavare in modo facile dal tuo account di Facebook?

L’elenco sembra lungo, ma ti assicuro che più scendi nella lettura e più sarai incuriosito dai dettagli che Facebook sa di te.
Facebook di te conosce:

  1. La posizione
  2. L’età
  3. La generazione
  4. Il sesso
  5. Che lingua parli
  6. La formazione scolastica
  7. Il settore di studi
  8. Quali scuole hai frequentato
  9. Le affinità etniche
  10. Il tuo reddito e il patrimonio netto
  11. Se possiedi casa e di che tipo è
  12. Il valore della casa
  13. La superficie della casa
  14. La metratura della casa
  15. In che anno è stata costruita
  16. La composizione del nucleo familiare
  17. Se hai un anniversario nei prossimi 30 giorni
  18. Se vivi lontano dalla tua famiglia o dalla città natale
  19. Se hai amici che stanno per festeggiare un anniversario, si sono sposati recentemente o hanno iniziato una relazione, si sono trasferiti oppure stanno per compiere gli anni
  20. Se hai una relazione a distanza
  21. Se hai una nuova relazione
  22. Se hai avuto un nuovo lavoro
  23. Se ti sei impegnato recentemente
  24. Se ti sei sposato recentemente
  25. Se hai traslocato di recente
  26. Se stai per compiere gli anni
  27. Chi sono i tuoi genitori
  28. Se stai per avere un figlio
  29. Chi è tua madre e quali sono i suoi gusti
  30. Se sei politicamente attivo
  31. Il tuo orientamento politico
  32. La situazione sentimentale
  33. Chi è il tuo datore di lavoro
  34. Il tuo settore professionale
  35. La tua qualifica
  36. Il tipo di ufficio
  37. I tuoi interessi
  38. Se possiedi una moto
  39. Se hai intenzione di comprare una macchina (la marca, la tipologia e tra quanto tempo)
  40. Se hai acquistato di recente ricambi per l’auto o accessori
  41. Se potresti aver bisogno di ricambi o accessori per l’auto
  42. Il modello e la marca della tua auto attuale
  43. In che anno hai acquistato l’automobile
  44. Quanti anni ha l’auto
  45. Quanto sei disposto a spendere per la prossima autovettura
  46. Dove vorresti acquistare la prossima auto
  47. Quanti dipendenti ha la tua azienda
  48. Se possiedi una piccola impresa
  49. Se lavori come dirigente o amminitratore
  50. Se hai donato somme di denaro in beneficenza
  51. Il sistema operativo del computer
  52. Se sei pratico di giochi Canvas
  53. Se hai una console di gioco
  54. Se hai creato un evento su Facebook
  55. Se usi Facebook Payments
  56. Se spendi più della media in Facebook Payments
  57. Se amministri una pagina di Facebook
  58. Se hai caricato di recente foto su Facebook
  59. Qual è il tuo browser internet
  60. Che servizio e-mail usi
  61. Se adotti subito una nuova tecnologia o aspetti
  62. Se sei espatriato
  63. Se appartieni a una cooperativa di credito, una banca nazionale o regionale
  64. Se sei un investitore
  65. Quante linee di credito hai
  66. Se hai carte di credito attive
  67. Il tipo di carta di credito
  68. Se hai una carta di debito
  69. Se hai sospesi sulla carta di debito
  70. Se ascolti la radio
  71. Quali show televisivi preferisci
  72. Se usi spesso un dispositivo mobile (e di che marca è)
  73. Il tipo di connessione a internet sfruttata
  74. Se di recente hai comprato uno smartphone o un tablet
  75. Se navighi su Facebook da smartphone o tablet
  76. Se usi buoni sconto
  77. L’abbigliamento acquistato dai membri della tua famiglia
  78. Il momento dell’anno in cui la tua famiglia spende di più
  79. Se consumi spesso birra, vino o liquori
  80. Se acquisti generi alimentare (e quali)
  81. Se acquisti prodotti di bellezza
  82. Se compri medicinali in farmacia per allergia, tosse, analgesici o farmaci da banco
  83. Se acquisti prodotti per la casa
  84. Se compri prodotti per bambini o animali domestici (e il tipo di animali domestici che hai in casa)
  85. Se la tua famiglia acquista più della media
  86. Se tendi a fare acquisti online oppure no
  87. I tuoi ristoranti preferiti
  88. I tipi di negozi che frequenti
  89. Se ti interessano offerte su internet per assicurazioni auto, corsi d’istruzione, mutui, carte di debito, prepagate o per la TV satellitare
  90. Quanto tempo hai vissuto in una casa
  91. Se stai per traslocare a breve
  92. Se ti interessano le Olimpiadi, il calcio, il cricket o se osservi il Ramadan (accostamento inadeguato, ma tant’è)
  93. Se viaggi di frequente per lavoro o per svago
  94. Se sei un pendolare
  95. Il tipo di vacanza che ti piace
  96. Se sei tornato da poco da un viaggio
  97. Se hai usato di recente un’applicazione per viaggi
  98. Se sei socio di una multiproprietà

E questa è solo una parte delle informazioni che Facebook sa di te e dei tuoi amici, e anche se in questo momento sei un po’ scettico a tal riguardo, posso assicurarti che anche se alcune di queste informazioni che riguardano la tua persona possono sfuggire al controllo di Facebook, la maggior parte di quelle elencate le conosce anche su di te.

Come fa Facebook a sapere tutto ciò?

Mi piace e Condividi

Se sei un utente di Facebook, sei praticamente tracciato per ogni tuo spostamento online: ogni sito che visiti in cui compare un tasto “Mi Piace” oppure “Condividi” che rimanda su Facebook e ti permette di interagire dal tuo profilo, Facebook lo sa.
Senza dimenticare che altri servizi di grande uso sono già di proprietà della Facebook Inc., come Instagram e WhatsApp – inizi a farti un’idea?
Il social network di Mr. Zuckerberg è noto come uno dei più grandi raccoglitori di dati del nostro tempo, potendo agire sia in modo direttp (con informazioni che l’utente inserisce in prima persona), sia tramite terze parti: dall’incrocio di tutte le varie tracce che lasci navigando online, esce fuori un identikit spaventosamente fedele alla realtà.

“Non sono onesti”

Se ti stai chiedendo il perché di questo post su Tecnologia 360 sappi che di recente Jeffrey Chester, direttore esecutivo del Center for Digital Democracy, ha rilasciato affermazioni sul comportamento scorretto della società, dichiarando che “Non sono onesti” poiché non trasparenti sulle modalità di acquisizione dei diversi dati degli utenti.
Sembra infatti che molte informazioni di tipo finanziario vengano acquistate da Facebook da società terze che collezionano le nostre tendenze e le nostre abitudini, senza però rendere chiaro nello specifico il tipo di dati registrati su di noi (non solo online ma anche offline) ed eventuali modi per evitare tutto ciò.

Chiudo Facebook ed espatrio?

Ho scritto questo post non con l’intento di spaventarti o allontanarti dal tuo social network preferito, ma per informarti sui reali meccanismi di Facebook e permetterti di condividere le tue informazioni in modo più consapevole e – se possibile – prudente.

Eri già a conoscenza delle informazioni che Facebook sa di te oppure è la prima volta che ti imbatti nella lista (non completa) pubblicata dal Washington Post?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook47Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn35Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*