Galaxy Note 7: un S7 Edge con scansione dell’iride

Prende forma reale il nuovo phablet di Samsung dedicato alla scrittura su display da pennino: in questo articolo tutte le novità e le caratteristiche del nuovo Samsung Galaxy Note 7.

Galaxy Note 7

Per chi ancora non lo sapesse, Martedì 2 Agosto è stato presentato in veste ufficiale il nuovo dispositivo della tanto acclamata linea Note dell’azienda sudocoreana, che anche se di “nuovo” sembra avere – almeno per adesso – davvero poco, non è passato inosservato nonostante in molti si aspettavano di più.

Prima di tutto, perché Samsung Galaxy Note 7?

C’è qualcosa che non ti convince, dopo il Galaxy Note 5 ti aspettavi un Galaxy Note 6, e invece i coreani hanno ben pensato di cambiare il nome del prossimo best seller dell’azienda, saltando la naturale numerazione che ha sempre rispettato, non è così?

A differenza di quanto accaduto con Microsoft e il salto volontario di “Windows 9” presentando Windows 10 subito dopo Windows 8, qui si celano ragioni di marketing: sembra infatti che i vertici di casa Samsung abbiano deciso di creare un allineamento tra la numerazione del top di gamma in versione smartphone e del Note corrispondente lanciato nello stesso anno.

È ormai tradizione consolidata che nei primi mesi dell’anno, e in genere nelle vicinanze del Mobile World Congress, Samsung presenti il flagship della linea smartphone, che quest’anno è il Galaxy S7, mentre per la fine dell’anno si prepara a lanciare sul mercato il suo Note, ovvero l’altro dispositivo di fascia alta che rappresenta il device migliore della galassia.
Per non confodere i consumatori, e per far sì che il Galaxy Note sia l’ultimo tassello mancante della linea presentata quest’anno, ecco spuntare all’orizzonte un nuovo dispositivo battezzato col nome di Samsung Galaxy Note 7.

Samsung Galaxy Note 7: bello ma… già visto

Galaxy Note 5

Galaxy Note 7 riprende il design del suo predecessore

Proprio come ci si aspettava dalle numerose fotografie trapelate in rete del Galaxy Note 7, il design resta ampiamente fedele a quello del Galaxy Note 5.

Compaiono per la prima volta i bordi edge in versione definitiva e senza alternativa a un modello flat, ancora una volta con un animo funzionale ma allo stesso tempo capaci di regalare un’estetica morbida ed elegante con piacevoli arrotondamenti laterali.
Questa volta, però, il display curvo del Note di Samsung si presenta meno accentuato rispetto agli altri modelli con la stessa caratteristica, ottenendo un aspetto più armonioso dell’intero dispositivo e una presa presumibilmente più salda.
Il risultato è un Note che sembra essere senza cornici laterali, dal momento che al posto di queste ci si trova di fronte all’ormai famoso dual edge.

A pensarci bene, guardando Samsung Galaxy Note 7 sembra trovarsi di fronte alla fusione di un Galaxy Note 5 e di un Galaxy S7 Edge: stessa linea estetica distintiva degli ultimi device di Samsung, impreziosita dal caratteristico bordo ricurvo, con tasto centrale che nasconde un lettore per le impronte digitali, e nella parte posteriore una back cover che conserva il posizionamento centrale della fotocamera e al suo lato il doppio flash LED per scattare anche in notturna.

Samsung si mantiene fedele all’alto profilo della costruzione fisica, impiegando ancora una volta i tanto amati metallo e vetro per la creazione del suo Note 7: what else?

Cosa offre il nuovo Note di Samsung

Passiamo subito a dare una rapida occhiata alle caratteristiche tecniche del Galaxy Note 7, scoprendo:

  • Display dual edge da 5.7 pollici SuperAMOLED con risoluzione Quad HD (2560 x 1440) e densità 518 ppi
  • Processore octa core Exynos 8890 con frequenza da 2.3 Ghz
  • Memoria Ram da 4 GB
  • Memoria interna da 64 GB espandibile con microSD fino a 256 GB
  • Fotocamera posteriore con sensore da 12 megapixel e tecnologia Dual Pixel, diaframma F/1.7 con dual flash LED, Auto focus, Touch focus, HDR, Panorama, Motion foto
  • Fotocamera frontale da 5 megapixel con Auto HDR e apertura F/1.7
  • Connettività Wi-Fi, Bluetooth, GPS, NFC
  • Supporto reti LTE
  • Batteria da 3500 mAh
  • Lettore di impronte digitali
  • Scansione dell’iride
  • Sistema Operativo Android Marshmallow 6.0.1 con TouchWiz ancora rinnovata e più reattiva

Anche questa volta Samsung presenta un dispositivo impermeabile con certificazione IP68, per la prima volta nella storia di un modello Note, che vede resistente ad acqua e polvere con la stessa certificazione anche la correlata S-Pen: anche sotto la pioggia potrai prendere tranquillamente appunti sul tuo Galaxy Note 7.

Notevoli feature a bordo di Galaxy Note 7

Bisogna dire che per quanto il Galaxy Note 7 sia un dispositivo eccellente sotto ogni punto di vista (per il momento almeno su carta), non è che Samsung abbia presentato proprio una grande rivoluzione su questo modello: più che altro possiamo affermare che si tratta del perfezionamento del suo Galaxy S7 Edge in salsa Note.
Ma alcune chicche i coreani hanno voluto comunque regalarle per tenere buoni i consumatori, ed ecco quali sono le più interessanti che ti faranno sognare il nuovo Note come prossimo dispositivo personale.

La futuristica scansione dell’iride

Scansione iride

A parlarne così sembra che il nuovo Note sia uscito da un film di 007 o da una Mission Impossible, eppure Samsung ha deciso che i suoi clienti meritano un livello di protezione più alto per i propri dati conservati su uno dei suoi dispositivi. Non più soltanto il lettore di impronte per il riconoscimento di chi sta usando lo smartphone, quindi, ma un nuovo sistema capace di analizzare gli occhi di sta usando il phablet e di comparare i dati biometrici di chi si trova di fronte al terminale con quello della persona che ha effettuato la configurazione iniziale.

Note, note ovunque…

Memo Galaxy Note 7

Sì, lo sappiamo, il Galaxy Note è un terminale propriamente concepito per permettere all’utente di scriverci – letteralmente – sopra, attraverso questo speciale pennino in dotazione che consente di scrivere a mano libera in modo diretto sul display del device.
Ma unendo questa caratteristica essenziale del Note con il fighissimo display always-on, il risultato è strabiliante: in qualsiasi momento potrai scrivere con la penna appunti di qualsivoglia natura sul display del Galaxy Note 7, e ritrovarteli poi sempre lì, pronti ad aspettarti.
Una telefonata da ricordare, la lista della spesa, la targa dell’auto del collega che continua a fregarti il posto auto, per tutto basta un semplice click per sfilare S-Pen dal suo alloggio e potrai scarabocchiare allegramente lo schermo del Galaxy Note.

Le chicche della nuova S-Pen

S-Pen

La nuova S-Pen impermeabile di Samsung

Quando Samsung ha pensato alla serie Note sapeva bene che portarsi a zonzo un pennino ballonzolante appeso al device, o peggio ancora separato totalmente da esso con il rischio di perderlo in ogni dove, non poteva essere cosa molto comoda.
Dunque la S-Pen avrebbe dovuto trovare posto dentro il Galaxy Note per portarla comodamente con sé e sfruttarla all’occorrenza.
La tradizione è rimasta fino a questa sesta edizione di phablet, ma anche stavolta dei piccoli ritocchi sono serviti per migliorarne l’esperienza.
E quindi, abbiamo detto che la S-Pen è impermeabile come Galaxy Note 7, che si può usare anche per scrivere con lo schermo bagnato… cosa manca?
Un paio di chicche della penna come la possibilità di creare vere e proprie GIF semplicemente selezionando una porzione di video durante la sua riproduzione, oppure la capacità di mescolare le varie tinte di colori dall’apposita app, proprio come faresti con un acquerello.

Galaxy Note 7 vs Galaxy S7 Edge: il confrontone

Ammettilo, non vedevi l’ora di arrivare a questo paragrafo: i confronti piacciono proprio a tutti, non possiamo farne a meno per valutare al meglio un prodotto e decidere se fa per le proprie esigenze. Ma ora bando alle ciance, ecco a confronto le due carte d’identità di Galaxy Note 7 e di Galaxy S7 Edge: le due punte di diamante di casa Samsung 2016.

Confronto Galaxy Note 7 e Galaxy S7 edge

  SAMSUNG GALAXY NOTE 7 SAMSUNG GALAXY S7 EDGE
Display 5.7 pollici dual edge 2560 x 1440 5.5 pollici dual edge 2560 x 1440
Processore Exynos 8890 octa core 2.3 Ghz Exynos 8890 octa core 2 Ghz
Memoria Ram 4 GB 4 GB
Memoria Interna 64 GB espandibile 32 o 64 GB espandibile
Fotocamera Posteriore 12 megapixel 12 megapixel
Fotocamera Anteriore 5 megapixel 5 megapixel
Connettività WiFi, Bluetooth, NFC, GPS WiFi, Bluetooth, NFC, GPS
Batteria 3500 mAh 3600 mAh
Lettore Impronte Digitali Presente Presente
Scansione dell’iride Presente Non Presente
Sistema Operativo Android 6.0.1 nativo Android 6.0 nativo

 

Noti niente di strano?
Non ti stai sbagliando, le schede tecniche di questi due dispositivi di Samsung sono pressocché identiche, e differiscono soltanto per un centinaio di milliamperora in più nella batteria del Galaxy S7 Edge, e per la scansione dell’iride in Galaxy Note 7.

Insomma, c’è un motivo se hanno voluto chiamarlo Galaxy Note 7 dopo il Galaxy S7 presentato a inizio anno, no? 😉

Galaxy Note 7: ma ne vale la pena sì o no?

Perché dovresti comprare un Galaxy Note 7?
Se ti piacciono i dispositivi Note, e se per lavoro o passione potrebbe risultarti molto comodo sfruttare la superficie del display per scrivere, oltre a tutte le molteplici funzioni del magico pennino di Samsung, allora Galaxy Note 7 è il tuo prossimo phablet.
In caso contrario, se ciò che cerchi è uno smartphone che sappia fare il suo dovere, supportandoti tanto nel lavoro quanto nel divertimento, allora la tua scelta dovrà orientarsi su un Galaxy S7 (Edge o meno).

Costo e commercializzazione

A differenza dello scorso anno, questa volta Samsung prevede di lanciare anche sul mercato europeo (e italiano) il suo Galaxy Note 7, verso la metà del mese di Settembre a un costo di certo importante di circa 879 euro.

Sei già in trepida attesa del via al preordine di Galaxy Note 7, oppure non te ne può fregar di meno? 🙂

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*