Galaxy S6: il nuovo Samsung vicino al lancio

Samsung Galaxy 6
Siamo a febbraio, e i fan della nota azienda coreana sono in fermento per il consueto appuntamento annuale, che la compagnia promuove puntualmente per presentare la sua novità più importante: sto naturalmente parlando dell’importantissimo evento che vedrà protagonista il nuovo smartphone Samsung Galaxy S6.

Anche quest’anno, la Samsung ha deciso di alzare il sipario sul suo flagship a ridosso del Mobile World Congress, una fiera dell’elettronica di consumo dove tutti i principali nomi del settore mettono in bella mostra i nuovi prodotti in quel di Barcellona.

Ebbene, il mese prossimo scopriremo finalmente tutte le caratteristiche del nuovo top di gamma di Samsung, sperando con ilGalaxy 6 in una vera e propria rivoluzione nella galassia coreana.

 

Galaxy S6 è Project Zero

La decennale esperienza di Samsung ha permesso all’azienda di cogliere realmente il disappunto di migliaia di utenti che, unito alle nuove esigenze del mercato (che richiedono sempre più fortemente prodotti di alta qualità, in grado non solo soddisfare concretamente il bisogno dei consumatori ma anche di stupirli in modo avanguardista), hanno spinto il colosso coreano a dare definitivamente una svolta nei suoi prodotti top di gamma.

È per questo motivo che il Galaxy S6 è stato concepito come vero e proprio spartiacque rispetto al passato: dopo la delusione derivante dalle vendite di Galaxy S5, sembra sia giunto il momento di fare sul serio, proponendo al mercato un dispositivo che sia davvero nuovo e all’altezza delle aspettative. Insomma, meglio tardi che mai!

Emblema di questa nuova politica dovrebbe essere già il nome in codice di questo device all’interno dei laboratori Samsung: Project Zero, segno che i Coreani vogliono davvero proporre un dispositivo che sia degno delle glorie del passato e che non abbia proprio nulla da invidiare ai principali competitor.

 

I cambiamenti estetici in Galaxy S6

La prima vera novità che potrebbe balzare all’occhio, se tutti i rumor a riguardo fossero davvero confermati, sarebbe quella relativa le fattezze estetiche del Samsung Galaxy S6, che questa volta potrebbe finalmente contare su uno chassis in alluminio, abbandonando definitivamente i materiali plasticosi dei suoi precedessori.

Samsung Galaxy S6 telaio metallo

Come lo vedreste voi un top di gamma Samsung in metallo e con retro in vetro? La parte in alluminio conferirebbe maggiore solidità allo smartphone, oltre che un’eleganza estetica di altro livello rispetto al policarbonato, e il retro in vetro che rimanda all’idea del classico Xperia di Sony farebbe venire l’acquolina in bocca a chiunque.

Si potrebbe ben sperare in questi cambiamenti stavolta, dopo che il Galaxy Alpha ha fatto da apripista in tal senso e dopo i recenti Galaxy A3, A4 e A5 con telaio in metallo!

 

Probabile scheda tecnica del Galaxy S6

Ma come lo vorreste voi uno smartphone di fascia alta Samsung? Sicuramente potente, veloce e reattivo, e le caratteristiche tecniche che iniziano a girare in Rete sembrano accontentare le fantasie più perverse, riportando:

  • Display da 5 pollici con risoluzione QuadHD da 2560 x 1440 pixel
  • Processore octa core a 64 bit con frequenza da 2.2 Ghz
  • Memoria RAM da 3 GB
  • Memoria interna nei tagli da 32, 64 e 128 GB espandibili via microSD
  • Fotocamera posteriore da 16 o addirittura 20 megapixel
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Sistema operativo Android Lollipop 5.0

A completare il quadro, vi sarebbe il tradizionale tasto fisico “Home”, che celerebbe il lettore di impronte digitali, nonché il processore prodotto all’interno di Samsung stessa, l’Exynos per tutti, a discapito del caro vecchio Qualcomm.

C’è chi azzarda un’ipotesi di 4 GB di RAM e chi invece sostiene che da fonti vicine all’azienda giri voce di una TouchWiz completamente ripensata per il Samsung Galaxy S6.

In tal senso, si avrebbe una versione di Android il più vicina possibile a quella pura, con un forte alleggerimento dell’interfaccia e di tutti i servizi aggiuntivi di Samsung, che appesantiscono notoriamente i suoi device rendendoli particolarmente lenti dopo qualche tempo di utilizzo.
Via il superfluo, Samsung vuole avvicinarsi il più possibile all’esperienza unica di Nexus 6!

 

Samsung Galaxy S6 sarà Edge?

Molto accreditata anche l’ipotesi di vedere la nuova punta di diamante in versione Edge però, un po’ com’è successo per il Galaxy Note 4, si tratterebbe di una variante del Galaxy S6 e non la sua unica e definitiva forma.

Addirittura il Galaxy S6 Edge potrebbe essere un dual edge, vale a dire che presenterebbe entrambi i lati smussati e funzionali per leggere le notifiche o avere un’espansione del display comoda nella visualizzazione dei contenuti.

 

Galaxy S6, la data e il prezzo

Invito presentazione Galaxy S6

Appuntamento da non perdere per la presentazione ufficiale del Galaxy S6 è al 1 marzo durante il famoso Unpacked Event che Samsung trasmetterà in streaming sul proprio canale Youtube a partire dalle ore 18:30.

Durante il Mobile World Congress, dunque, si potrà ammirare il gioiellino made in Samsung per vederlo poi arrivare, come al solito, nel mese di aprile sugli scaffali dei nostri negozi. Oppure prima, chissà, pare che Samsung si stia attrezzando per anticipare il lancio del Galaxy S6 e sfruttare l’onda dell’entusiasmo immediatamente successiva alla presentazione.

I prezzi sono ancora assolutamente ipotetici, ma stando alle caratteristiche la versione con 32 GB di memoria del Galaxy S6 potrebbe aggirarsi intorno ai 749 euro, mentre il Galaxy S6 Edge potrebbe costare sugli 849 euro.

Se dovessero essere confermate tutte queste ipotesi, vi piacerebbero le nuove scelte di Samsung in merito? Il Galaxy S6 potrebbe finalmente cancellare le ombre del passato con i (quasi) due flop Galaxy S4 e Galaxy S5, riportando in alto l’indice di qualità del suo prodotto di punta?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*