Google Maps: comandi vocali per una guida più sicura

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn5Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Nuovo atteso update per l’applicazione di Big G che è in grado di portarti ovunque tu desideri: in arrivo i comandi vocali per interagire con il navigatore Google Maps senza dover staccare le mani dal volante.

Comandi vocali Google Maps

Sfido chiunque abbia uno smartphone a non aver mai provato il grande Google Maps, uno dei navigatori più amati di sempre insieme allo storico TomTom, che ha fatto nella guida con navigatore satellitare un’esperienza unica, completa e arricchita di dettagli e informazioni che la rendono davvero irrinunciabile.

Hai uno smartphone Android?
Di certo Google Maps sarà già integrato nell’ecosistema delle applicazioni native, dal momento che viene considerato come un vero e proprio must-have per gli utenti del robottino verde, e rappresenta uno dei cavalli di battaglia più amati di sempre prodotti dall’azienda di Mountain View.

Sei stato invitato a una festa, devi andare a trovare un amico che si è appena trasferito, oppure hai deciso di provare quel locale nuovo che hanno appena aperto, ma non sai come arrivarci?
Una delle prime cose che fai è di certo aprire Google Maps per dare un’occhiata al percorso necessario per arrivarci, magari prima collegandoti via browser da pc per comprendere la zona, e poi trasferendo il percorso appena ricavato al tuo smartphone che ti farà da fido navigatore accompagnandoti fino alla meta.
Non è forse così?

Ebbene, Google conosce molto bene le abitudini dei suoi utenti, e dal momento che sa quanto potrebbe risultare comodo poter interagire con il suo Google Maps senza dover toccare fisicamente lo smartphone, ha deciso che è giunto il momento di far fare un salto di qualità ai comandi vocali per il suo navigatore.

E sulla scia di quanto abbiamo da poco riscontrato con il suo Google Assistant, l’assistente virtuale intorno al quale ruotano i suoi due nuovi Pixel, Big G dimostra ancora una volta di voler essere sempre all’erta (oltre che all’ascolto) dei suoi utenti, pronto per esaudire ogni richiesta.

“Ok Google” e Google Maps scatta sull’attenti

microfono-google

Con l’ultimo aggiornamento della cara applicazione Google Maps per smartphone, Google offre di default la possibilità di comandare vocalmente la navigazione con il suo gioiellino, senza neppure dover sfiorare la famosa icona del microfono dell’onnipresente Google Now.
Con questo importante aggiornamento sarà possibile richiamare ai tuoi ordini il servizievole Google pronunciando il comando “Ok Google”, e subito dopo fornendo la richiesta necessaria a soddisfare le tue esigenze.

Dopo l’update in questione, l’icona del microfono dei comandi vocali diventerà bianca, e da quel momento sarà possibile sfruttare questa comodità sia in modalità di navigazione che in quella di guida, solo pronunciando la parolina magica Ok Google.

Fino a prima di questa svolta era necessario staccare lo sguardo dalla strada e volgere l’attenzione al display dello smartphone, procedendo poi a toccare il display alla ricerca dell’informazione desiderata: Google tiene molto ai suoi utenti, e con questo aggiornamento migliora la sicurezza in auto eliminando questo tipo di distrazione causata dal navigatore satellitare.

Cosa serve per i comandi vocali di Google Maps

Per usare quest’incredibile feature aggiuntiva, hai bisogno di:

  1. Uno smartphone Android o iOS
  2. L’applicazione di Google Maps aggiornata all’ultima versione
  3. Una connessione internet attiva
  4. Il GPS attivo

Tutto qua, non dovrai fare altro che mettere in funzione Google Maps per usare i suoi nuovi comandi vocali, potendo beneficiare della sincronizzazione del navigatore con il calendario di Google e con Gmail: ogni luogo dei tuoi appuntamenti potrà ora essere facilmente raggiunto grazie alla sincronizzazione dei diversi servizi.

Cosa puoi chiedere a Google Maps dopo l’aggiornamento?

Dal blog di mamma Google ci danno alcune chicche su quali saranno le richieste che potrai rivolgere a Google Maps attraverso i comandi vocali, e quindi tra non molto potresti ritrovarti a chiedere al tuo smartphone:

  • Quale sarà la prossima svolta?
  • Qual è l’orario stimato di arrivo?
  • Mostra/Nascondi informazioni sul traffico
  • Disattiva/Attiva la voce guida
  • Evita pedaggi/autostrade
  • Mostra percorsi alternativi
  • Riproduci un po’ di musica jazz
  • Invia un messaggio
  • Chiama mamma

Come puoi notare, con i nuovi comadi di Google Maps non solo potrai gestire la navigazione “senza mani”, ma potrai anche chiedere allo smartphone di inviare un messaggio, farti ascoltare un po’ di buona musica oppure effettuare una chiamata.
Insomma, più che di nuovi comandi vocali in Google Maps, possiamo dire che Google sta cercando in tutti i modi di infiltrare il suo Google Assistant nelle nostre vite, insinuandolo nelle nostre abitudini a partire da un’applicazione diffusa e utilizzata come il suo navigatore satellitare.

La buona notizia è che potrai conoscere in anteprima tutte le informazioni che il nuovo Google Maps sa darti come posizione delle stazioni di servizio, locali, bar, ristoranti, e situazione del traffico in tempo reale, senza dover staccare gli occhi dalla strada.

E così Google continua a viziarci proponendo un’altra delle sue chicche: basterà a convincerci che non sta provando ad entrare ancora di più nelle nostre vite restando sempre in ascolto?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi

Latest posts by Maria Grazia (see all)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn5Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*