LG G Watch: caratteristiche dello smartwatch

LG G Watch smartwatch

È ufficiale, ormai siamo nell’era degli smartwatch, e sebbene ci si aspettasse che i primi dispositivi di questo stampo fossero marchiati Apple, come al solito la concorrenza in collaborazione con Big G spiazza tutti in contropiede.

Diversi sono i tipi di smartwatch presentati fino ad oggi, ma il modello di cui ti parlerò di seguito è il nuovo LG G Watch della famosa azienda coreana, neo arrivato nei Play Store e negozi fisici di tutto il mondo con a bordo il nuovo sistema operativo Android Wear.

Ma prima di tutto voglio parlarti del concetto di smartwatch in generale: perché mai dovresti comprarne uno?

Sebbene per molti si tratti soltanto di un inutile spreco di soldi, lo smartwatch va considerato come un’estensione del proprio smartphone, cioè un dispositivo che ne amplia le funzionalità a favore di un’interazione più pratica ma che non può – e non deve – in alcun caso sostituirlo.

Ricordiamoci che, quando ci riferiamo a uno smartwatch, stiamo parlando di un orologio intelligente, mentre quello che solitamente teniamo nella tasca dei pantaloni è un telefono. Per quanto i due tipi di device abbiano punti in comune piuttosto rilevanti e in alcuni casi ruoli e funzionalità si fondano, non sono la stessa cosa.

Con questa premessa, sarà più chiaro il perché di uno smartwatch al polso.

 

Come si presenta LG G Watch

smartwatch LG G WatchLG G Watch è uno smartwatch costituito da una resistente cassa in acciaio che fa da cornice a un quadrante di forma rettangolare, perché, nonostante il display quadrato, il lato superiore e quello inferiore sono leggermente più spessi di quelli laterali, di colore nero, lucido ed elegante.

L’LG G Watch è poi aggrappato a un cinturino di gomma siliconata, che di certo non può essere premiato per comodità o ricercatezza dei tessuti, poiché un cinturino di questo tipo tenderà facilmente ad attaccarsi al polso soprattutto durante le calde giornate estive. Per contro, il cinturino dell’LG G Watch può essere facilmente sostituito con un tradizionale cinturino da 22 millimetri.

Lo smartwatch pecca un po’ nel design. Di certo, si tratta pur sempre di un orologio, ma l’aspetto minimal poteva essere reso ancora più gradevole alla vista, conferendo al dispositivo un tocco di eleganza in più che lo avrebbe contraddistinto dalla concorrenza.

 

LG G Watch, la scheda tecnica

Questo smartwatch ha tra le caratteristiche tecniche fondamentali:

  • Display da 1.65 pollici IPS con risoluzione da 280 x 280
  • Processore Qualcomm Snapdragon 400 con frequenza da 1.2 Ghz
  • Memoria RAM da 512 MB
  • Memoria interna da 4 GB
  • Connessione Bluetooth 4.0 compatibile con Android Jelly Bean 4.3 e superiori
  • Giroscopio, bussola, accelerometro e microfono per comandi vocali
  • Batteria da 400 mAh
  • Sistema Operativo Android Wear

Con un peso di soli 63 grammi e dimensioni da 37.9 x 46.5 x 9.95 millimetri, l’LG G Watch è stato pensato per aderire perfettamente al tuo polso e diventare un vero e proprio compagno di vita di tutti i giorni. E con la certificazione IP67, che garantisce la resistenza ad acqua fino a un metro di profondità per 30 minuti e la resistenza alle infiltrazioni di polvere, praticamente non vorrai più toglierlo dal braccio.

 

Che cosa si può fare con l’LG G Watch

Ed eccoci al sodo della questione: ma a che cosa mi servirà mai uno smartwatch di LG? Entriamo quindi nel vivo nel device snocciolando le funzioni più caratteristiche del dispositivo.

Partiamo innanzitutto dal fatto che l’LG G Watch, con a bordo Google Now, è in grado di eseguire i nostri ordini con il solo ausilio della voce. Questo si traduce inevitabilmente in una comodità e praticità d’utilizzo dello stesso (e dello smartphone) probabilmente mai provate prima, e che risultano utili soprattutto in situazioni in cui lo smarphone è difficilmente utilizzabile o rintracciabile nelle tasche o borse che siano.

Grazie alla connessione Bluetooth, che crea un ponte tra lo smartwatch e lo smartphone, potrai leggere sul display dell’LG G Watch le notifiche che ti sono appena arrivate sul cellulare, dai messaggi alle e-mail alle chiamate perse. Potrai inoltre rispondere ai messaggi dettando direttamente a voce la risposta e inviandola automaticamente. Ma non è finita qui: riuscirai a usare l’orologio tecnologico come telecomando per mandare avanti o indietro la playlist in riproduzione sullo smartphone oppure adoperarlo come controllo remoto della fotocamera per fare scatti a distanza, ma solo ai tuoi comandi.

Ma la comodità dell’LG G Watch si riscontra soprattutto alla guida, in quanto lo smartwatch si trasformerà in un piccolo assistente di navigazione complementare allo smartphone, che permetterà una più facile interazione con l’applicazione del navigatore o una rapida occhiata al percorso che stiamo per intraprendere.

Da non sottovalutare l’uso in bici, quando lo smartphone è rinchiuso al sicuro, lontano da urti indesiderati.

Autonomia di LG G Watch

Lo sappiamo tutti: il punto debole di Android è sicuramente l’autonomia della batteria, e per quanto questo smartwatch dalle dimensioni ridotte (rispetto a uno smartphone) possa beneficiare tranquillamente di una batteria di soli 400 mAh, è altrettanto vero che dobbiamo abituarci all’idea di mettere l’LG G Watch sotto carica ogni sera insieme al fidato smartphone.

E il motivo di ciò è che l’autonomia si attesta facilmente intorno al giorno e mezzo di resistenza, con un uso medio e non troppe notifiche da gestire dallo smartwatch. Ma è bene evitare un eventuale spegnimento da batteria KO ricaricando preventivamente.

Del resto, se imposteremo l’LG G Watch per tenere lo schermo sempre acceso in modo da consentirci di visualizzare l’orario e le notifiche in qualsiasi momento senza attendere l’accensione del display, dovremo pur accontentarci di un’autonomia più ridotta.

 

LG G Watch e il suo punto debole

Dopo aver valutato i diversi aspetti di questo dispositivo, i vari pro e contro, giungiamo al vero punto debole dello smartwatch: il prezzo

Come il compagno di avventura Samsung Gear Live, l’LG G Watch è stato lanciato sul mercato al costo di 199 euro. Ora, per quanto in giro ci siano diverse offerte piuttosto vantaggiose per un dispositivo lanciato da poco sul mercato, per essere uno smartwatch pioniere potrebbe sembrare al grande pubblico una spesa un po’ troppo impegnativa.

 

E tu, che cosa ne pensi dell’orologio tecnologico di LG? Pensi di comprarlo? Più in generale, quali sono secondo te i pregi e i difetti dello smartwatch LG G Watch?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*