Nimbus 195: il drone FPV indistruttibile e velocissimo

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Tante proposte affollano il panorama dronistico attuale, ma una in particolare lanciata in una campagna di crowfunding lascia esterrefatti: si chiama Nimbus 195 ed è un drone FPV piccolo e resistente.

Nimbus 195 Drone FPV

A tutti noi è capitato almeno una volta nella vita di imbatterci in un drone, sia alzando il naso al cielo e scoprendo un curioso elicottero ronzare sulle nostre teste, oppure durante un matrimonio per delle spettacolari riprese video dall’alto.
Magari ti è capitato che un amico appassionato abbia deciso di mostrarti i prodigi della sua arte, o più semplicemente ne hai letto in giro su internet: insomma, in un modo o nell’altro tutti sappiamo cos’è un drone!

Per chi, invece, ancora non lo sapesse, un drone – o in gergo tecnico un aeromobile a pilotaggio remoto – è un dispositivo con quattro rotori che riescono a fargli spiccare il volo e a librarsi nell’aria per compiere spericolate acrobazie e riprese video mozzafiato.

Cos’è un drone FPV?

La particolarità di questo tipo di dispositivo è che si può pilotare in remoto – con un telecomando che riesce a gestirlo a distanza –, ma con la possibilità di vivere il volo in prima persona.
Si chiama First Person View, ed è una tecnologia che consente al pilota del drone FPV di vivere il volo come se fosse realmente presente sul velivolo stesso.

Grazie a degli occhialini, infatti, la persona che manovra il drone avrà accesso alla visuale della videocamera integrata sul quadricottero, potendo beneficiare della vista aerea della zona sorvolata proprio come se vi fosse a bordo.

Vi è una vasta scelta nello sconfinato mondo dei droni disponibili sul mercato, ma uno ha colpito la mia attenzione negli ultimi giorni grazie alle sue notevoli caratteristiche:

  • è resistente ai crash contro i muri
  • può essere investito dall’auto senza riportare danni
  • resiste agli schianti se perde quota durante il volo
  • si rialza da cadute in acqua o fango come se niente fosse

Se tutto questo ti ha incuriosito almeno un po’, continua a leggere per saperne di più su questo prodigioso drone!

Nimbus 195: il drone FPV che stavi cercando

Uno dei tanti inconvenienti per chi si cimenta per la prima volta nel pilotaggio di un drone è di certo quello di dover fare i conti con la poca stabilità del volo, dovuta all’inesperienza nelle manovre del quadricottero che finirà con lo schiantarsi contro un albero, l’asfalto, un uccello in volo (ma speriamo di no!), e così via…

Inutile negarlo, finché non avrai preso abbastanza dimestichezza con la cloche del tuo drone, non ci sarà verso di evitare cadute su cadute. Chiunque abbia provato a pilotare almeno una volta un drone – ma anche soltanto un elicottero radiocomandato – sa quanto sia difficile prendere confidenza con le diverse manopole che gestiscono il volo. Lo schianto è sempre dietro l’angolo, e per quanto tenere il velivolo in aria è sempre più avvincente man mano che aumentano i secondi di stabilità, almeno nei primi periodi di prova bisogna mettere in conto svariate cadute del dispositivo.

Finché si tratta di un gingillo non troppo costoso, appartenente alle fasce più basse del mercato, allora cadute o scontri di sorta non ti faranno penare troppo. Se, invece, sei deciso a voler provare qualcosa di più resistente, professionale e performante, il costo lieviterà, e in proporzione anche il dispiacere per ogni caduta.

E se ti dicessi che esiste un modello di drone che non riuscirai a rompere nemmeno lasciando i comandi durante il volo?

Dalle menti di due ragazzi russi, Alexey Orlov e Oleg Odinokikh (dai, leggili ad alta voce), nasce un nuovo progetto che sta spopolando tra gli amanti del settore: è il Nimbus 195, un formato piuttosto curioso ma efficace, dotato di un corpo monoscocca che lo protegge da ogni avversione.

Caratteristiche tecniche del Nimbus

Il Nimbus 195 è piccolo e leggero, costruito in un corpo solido senza saldature, all’interno del quale vengono custodite le parti vitali più delicate dell’intero dispositivo, come ad esempio la batteria, le componenti elettroniche, e i collegamenti alla fotocamera.
Per quanto riguarda quest’ultima, il drone FPV della Aerodyne RC monta un sensore CCD Sony Super HAD II, con lenti da 2.5 millimetri, capace di ruotare di 30°, 45° o 55°.
Eliche flessibili e soli 340 grammi di peso per il Nimbus 195, che ha ottenuto la certificazione IP54: ciò significa che è resistente alla polvere e agli spruzzi d’acqua, quindi non devi temere infiltrazioni pericolose all’interno del dispositivo.

La scocca del drone è costituita da fibra di carbonio, leggera e resistente, e grazie alla sua particolare aerodinamica – non lo diresti perché ha le sembianze di una palla con le eliche, lo so – riesce a raggiungere i 160 chilometri orari.
Infine, l’autonomia di volo va dai 3 ai 10 minuti, grazie all’alimentazione della batteria da 1550 mAh.

Un telecomando pronto all’uso

Telecomando Nimbus 195

TBS Tango, il radiocomando per Nimbus 195

Abbiamo visto le caratteristiche del drone, ma non ti ho ancora detto che è compatibile con qualsiasi telecomando radio: se però non hai voglia di impazzire con i mille pulsanti e levette di un sofisticato telecomando, sappi che quei furboni degli autori hanno pensato anche a te.
Nimbus 2000 195 può essere acquistato anche nel pacchetto che comprende un telecomando semplice ma completo, con un display ampio e luminoso che ti ricorderà le fattezze di un joypad.
Il TBS Tango ha una batteria da 6000 mAh e puoi ricaricarlo tramite la presa USB, mentre per quanto riguarda le frequenze ti basta sapere che funziona su 10 canali.

Perché sì e perché no

Non puoi proprio resistere alla tentazione di provare un drone talmente resistente da farti divertire anche se dovesse finire sotto un’automobile, ma se sei appassionato di certo l’unico deterrente per l’acquisto potrebbe essere il costo.
Puoi preordinare Nimbus 195 su Indiegogo a partire da 490 dollari: ti piacerebbe mettere le mani su questo indistruttibile drone FPV, o pensi si tratti di una spesa troppo esosa?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi

Latest posts by Maria Grazia (see all)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*