Nokia N1: il tablet Android di Nokia!

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

tablet nokia n1

Finalmente ci siamo. Dopo anni di lunga attesa e una pezza per tentare di placare la sete di Android dei fan Nokia con gli smartphone entry level dell’inizio del 2014, l’azienda finlandese presenta un device degno di nota con l’ultima release del diffuso sistema operativo open source: Lollipop 5.0

 

Nokia e il legame con Microsoft

Partiamo dagli inizi, perché tentare di seguire tutto il percorso della trattativa Nokia-Microsoft senza perdersi potrebbe rivelarsi un’impresa davvero ardua.

A tutti quelli che da sempre si sono chiesti perché Nokia non si è mai buttata a capofitto nel mercato degli smartphone Android, costruendo dispositivi esemplari che coniugassero la personalizzazione e diffusione di un sistema operativo come Android alla solidità da sempre nota delle produzioni finlandesi, è necessario ricordare che uno smartphone con questi connotati non ha mai visto la luce a causa di vincoli e patti stipulati con Microsoft.

Dal momento che Nokia vedeva tramontare l’era del suo dominio inconstrastato nel settore dei cellulari e Microsoft aveva realmente bisogno di lanciare sul mercato un’alternativa ai device Android da un lato e a quelli iOS dall’altro, la mossa di Redmond fu quella di puntare su un nome che da sempre è sinonimo di garanzia: Nokia, per l’appunto.

Microsoft risollevava le finanze della società chiedendo in cambio la divisione smartphone e parte dei brevetti di Nokia, con il divieto di produrre dispositivi mobili almeno fino al 31 Dicembre 2015.

E com’è possibile che, invece, il 18 novembre 2014 viene presentato un tablet Nokia? Il motivo è semplice e risiede nel fatto che in realtà questo gioiellino è prodotto da un’importante azienda cinese, tale Foxconn, che da sempre è tra i fornitori ufficiali di componenti per iPhone e iPad.

E quindi Nokia? Nokia c’entra perché in realtà presta il marchio al device, ma non ne è diretto produttore.

 

Perché questa decisione da parte di Nokia?

Dal momento che Microsoft sta ormai cancellando quasi ogni traccia di Nokia, dalla divisione mobile relativa agli smartphone, apponendo il proprio marchio sui device, e gestendo di fatto la parte software con il nuovo Windows 10 proprietario, a Nokia restano le briciole. Dunque, la volontà del brand finlandese è quella di rendere chiaro che Nokia non è Microsoft.

Sopresa! Il 18 novembre è stato presentato al mondo un nuovo tablet firmato Nokia e con sistema operativo Android.

 

Scheda tecnica Nokia N1

nokia n1 fronte retro

Passando ai raggi X questo succulento tablet di Nokia noteremo:

  • Display da 7.9 pollici IPS LCD con risoluzione da 2048 x 1526 pixel e protetto da uno strato di Gorilla Glass 3
  • Processore Intel Atom Z3580 a 64-bit con frequenza da 2.3 Ghz
  • Processore grafico PowerVR G6430
  • Memoria Ram da 2 GB
  • Memoria interna da 32 GB non espandibile con microSD
  • Fotocamera posteriore da 8 megapixel con autofocus e capace di scattare foto a 3264 x 2448 pixel e registrare video in HD
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel che filma in HD
  • Connettività WiFi e Bluetooth 4.0
  • Batteria da 5300 mAh
  • Sistema Operativo Android Lollipop 5.0

Come abbiamo appena visto, il tablet Nokia N1 non è disponibile in versione 3G, tantomeno con supporto LTE, e non supporta le schede microSD, ma agli utenti smanettoni farà piacere sapere che sarà commercializzato con bootloader sbloccato.

Sicuramente questo Nokia N1 è un device che farà parlare molto nei prossimi mesi, in quanto è già stato ribattezzato come l’anti-iPad.

 

Design Nokia N1

Di primo acchito, davanti al Nokia N1 sembra di avere a che fare con un iPad Mini: scocca in alluminio, morbidi bordi arrotondati, cornice dal nero brillante e la compattezza mista a praticità sei suoi 7.9 pollici.

L’eleganza e la maneggevolezza sono le parole chiave in questo device di soli 6.9 millimetri di spessore.

 

Il launcher di Nokia N1

L’acclamato tablet di Nokia avrà incorporato un particolare launcher pensato apposta per l’N1: Z launcher. Si tratta di uno strumento che ha incuriosito gli utenti in quanto diverso da quelli che conosciamo oggi: semplicità è la parola d’ordine di questo launcher, che abolisce la schermata tradizionale delle diverse interfacce dei produttori così come la intendiamo, a favore di una funzionalità molto schematizzata e veloce.

Il launcher del tablet Nokia N1 apprende e memorizza le abitudini dell’utente, permettendo di ordinare le applicazioni in base ai diversi momenti della giornata e a seconda delle nostre priorità.

Ad esempio, di mattina, Z launcher potrebbe presentarci per prime le applicazioni che usiamo generalmente quando siamo in ufficio, di pomeriggio quelle che potrebbero servirci per le commissioni quotidiane e di sera le app dedicate al relax.

Quando arriverà Nokia N1 sul mercato e a quale prezzo di commercio?

Presentato lo scorso 18 novembre, il tablet Android di Nokia sarà lanciato sul mercato cinese nella seconda metà di febbraio 2015. Nessuna data ancora certa sull’arrivo in Europa, tantomeno in Italia.

Ma ciò che renderà l’attesa meno amara è sicuramente un altro punto di forza del tablet androidiano di Nokia: il suo prezzo. Attualmente, infatti, il Nokia N1 è stimato a 250 dollari per la commercializzazione in Cina. Di conseguenza, potremmo ipotizzare una fascia di prezzo tra i 250 e i 300 euro per il costo europeo del device.

 

Un tablet Nokia con Android: voi l’avevate immaginato così? Che ne pensate insomma di questo Nokia N1: vi piace?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi

Latest posts by Maria Grazia (see all)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*