OnePlus One: nuovo preordine a breve

oneplus one

Esaudite le preghiere di migliaia di utenti che hanno invano cercato di accaparrarsi uno splendido esemplare di OnePlus One lo scorso 27 ottobre senza però riuscirci.

 

OnePlus One: il flagship killer

Procediamo per gradi. Innanzitutto, voglio presentarvi un dispositivo dalle caratteristiche pazzesche, che sicuramente attirerà la vostra attenzione: il OnePlus One, per l’appunto.

Si tratta di uno smartphone o meglio di un phablet, date le generose dimensioni del display , che è stato davvero molto atteso dai consumatori di tutto il mondo, e che continua a farsi desiderare a causa del particolare metodo per acquistarlo.

Prima di tutto, diamo un’occhiata alle caratteristiche tecniche dell’OnePLus One, almeno potrete farvi un’idea del perché questo device è così tanto ambito.

 

Scheda tecnica OnePlus One

Il phablet della neonata società cinese monta:

  • Display LCD IPS da 5.5 pollici con risoluzione in Full HD e densità di 401 ppi, protetto da Gorilla Glass 3.
  • Processore quad core Qualcomm Snapdragon 801 con frequenza da 2.5 Ghz.
  • GPU Adreno 330.
  • Memoria RAM da 3 GB.
  • Memoria interna disponibile nei tagli da 16 e 64 GB non espandibile.
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel Sony Gen con sensore Exmor IMX214, composta da 6 lenti e con apertura f/2.0, doppio flash LED, funzionalità HDR e capacità di registrare video a 4K.
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel con angolo di 80°.
  • Connettività WiFi, Bluetooth, GPS, NFC.
  • Supporto reti LTE.
  • Batteria da 3100 mAh.
  • Sistema Operativo CyanogenMod 11S basato su Android KitKat 4.4.

OnePlus One è lo smartphone con CyanogenMod nativa

Sì sì, avete letto proprio bene, il sistema operativo di questo OnePlus One è la famosissima CyanogenMod. Di che cosa si tratta? Per chi non lo sapesse, la CyanogenMod è una ROM Android che permette di ottenere modifiche al software di un dispositivo al fine di avere disponibili funzionalità aggiuntive.

Più semplicemente, si tratta di una modifica di Android, possibile su qualsiasi dispositivo con questo sistema operativo, grazie all’acquisizione di particolari permessi sul device.

Questi permessi, chiamati in gergo root, permettono di accedere a quella parte software del telefono e di modificarne il “firmware”, ovvero i connotati interni del sistema operativo per quel preciso modello.

E che cosa ce ne facciamo della modifica di Android? Semplice, grazie a questa è possibile aggiungere funzionalità o correggere eventuali bug o errori o ancora rallentamenti dello smartphone. Concretamente, la CyanogenMod prende Android, lo modifica e lo adatta alle esigenze reali del telefono, migliorandolo e rendendolo al massimo delle sue possibilità.

Chiaramente si tratta di un’operazione non alla portata di tutti, e che per la maggior parte dei produttori di smartphone fa cadere la garanzia, ma i vantaggi potrebbero essere davvero notevoli.

In conclusione, OnePlus One monta già una versione modificata e adattata di Android KitKat 4.4, cosa che gli permette di essere davvero un gioiellino interessante.

 

Come avere OnePlus One

Per spiegare che cosa è successo il 27 ottobre scorso è necessario prima parlare della modalità di acquisto del OnePlus One. Questo splendido device, infatti, non è attualmente disponibile alla vendita, poiché può essere acquistato solo se si ha in possesso un invito per farlo.

Quindi, non sarà possibile recarsi in un negozio fisico e richiedere un OnePlus One, perché potete comprarlo soltanto online, dietro a un invito per l’acquisto del phablet.

 

Il disastro del primo preordine di OnePlus One

Ma l’azienda cinese ha deciso di concedere a tutto il mondo una possibilità davvero succulenta: il 27 ottobre scorso ha messo a disposizione un’ora di tempo, a partire dalle ore 16:00 italiane, per accedere al sito e preordinare un OnePlus One, senza bisogno di invito!

Com’era facilmente prevedibile, c’è stato il panico, decine di migliaia di utenti si sono prontamente creati una postazione di assalto al pc per collegarsi in tempo al sito e procedere con il preordine che avrebbe dato loro il diritto di acquistare e ricevere OnePlus One direttamente a casa.

E invece si è creato un enorme problema: il sito è stato spesso non disponibile, un down che ha infastidito i consumatori e che ha impedito loro di procedere con il preordine di OnePlus One.

Inutile dire che lo scontento generale ha mortificato il brand, che ha subito provveduto a inviare pubbliche scuse agli utenti che non sono riusciti a concludere il preordine dello smartphone.

 

Nuovo preordine di OnePlus One del 17 novembre 2014

Ma le scuse, naturalmente, non erano abbastanza, e dunque OnePlus ha deciso di dare un nuovo appuntamento a coloro che desiderano acquistare OnePlus One per il 17 novembre 2014, data in cui, dalle ore 17:00 alle ore 18:00 italiane, partirà un nuovo preordine del device senza bisogno di invito.

oneplus one preordine 17 novembre

 

Quanto costa OnePlus One

Ed eccoci arrivati al vero punto forte di OnePlus One: il prezzo. Potrete infatti avere il meglio delle ultime tecnologie in termini di processore, quantità di memoria RAM, reattività e fluidità di un telefono nativamente basato su CyanogenMod al costo di 269 euro per la versione da 16 GB e al costo di soli 299 euro per quella da 64 GB!

Che aspettate a fiondarvi su OnePlus One? Preparatevi al nuovo appuntamento sul sito di OnePlus One. Se siete smanettoni affascinati dal mondo Android e siete alla ricerca di un nuovo smartphone, il OnePlus One potrebbe davvero farvi felici!

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*