OnePlus Two: 5 motivi per volerlo…

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook3Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Presentato ufficialmente OnePlus Two, uno smartphone potente a prezzo contenuto che vuole demolire la concorrenza più agguerrita di Samsung e Apple.

OnePlus Two

Un’estate di fuoco questa del 2015 che sta portando alla luce tanti nuovi modelli di smartphone, pronti per arrivare nelle mani degli utenti più esigenti che mai. Ma oltre alle marche più note come Samsung, Apple, HTC, LG, Microsoft e così via, inizia a farsi strada un tipo di smartphone che bada più alla sostanza che alla forma, solitamente nato dalle menti di piccole startup che rivelano poi un potenziale enorme.

È la stessa strada compiuta da OnePlus, una piccola impresa cinese che ha già superato qualsiasi aspettativa con il capostipite della sua linea, il OnePlus One, nel tentativo di doppiare lo straordinario successo ottenuto con il primo modello con una proposta decisamente molto interessante, innovativa ma senza dimenticare qualche accortenza per le tasche dei consumatori.

Perché dovreste comprare OnePlus Two? Vi do 5 buoni motivi per farci seriamente un pensierino!

 

#1. OnePlus Two è alternativo

Nella marmaglia di smartphone, phablet, e chi più ne ha più ne metta, emergere non è sicuramente facile, soprattutto se in superficie ad aspettare vi sono grandi colossi ineguagliabili nelle vendite come Samsung e Apple, ma quando l’idea è vincente state certi che riuscirà, in un modo o nell’altro, a fare strada. OnePlus Two è uno smartphone speciale e adatto a un target ben preciso, ovvero a quegli utenti che hanno una navigata esperienza nel mondo di Android, e preferiscono avere un alto livello di personalizzazione a tutto tondo del software utilizzato dallo smartphone.

Se siete alla ricerca di uno smartphone da accendere e da utilizzare così com’è, forse non avete bisogno di OnePlus Two. 🙂

E l’animo alternativo di OnePlus Two si riflette anche nella singolare presentazione del prodotto: ufficializzato il 28 luglio alle 4 di mattina italiane, tutti gli appassionati hanno potuto seguire in diretta l’evento di presentazione in una modalità alquanto singolare ma quanto mai tecnologica, nello spirito di OnePlus.

Qualche settimana fa, infatti, sul sito dell’azienda era possibile aggiudicarsi un visore Google Cardboard pagando semplicemente le spese di spedizione, per poi scaricare dal market un’applicaizone dedicata, chiamata OnePlus 2 launch, che ha permesso ai curiosi di partecipare all’evento indossando il visore per la realtà virtuale e vivere un’esperienza a 360°!

 

#2. Design e praticità fusi in OnePlus Two

Ma passiamo a scoprire OnePlus Two, partendo dal first look esterno del dispositivo. OnePlus Two si presenta molto simile a OnePlus One, e a una prima occhiata sembrerebbe un device squadrato, ma in realtà gli angoli sono piacevolmente stondati, caratterizzati da un bordo argentato che corre lungo tutto il profilo del telefono.

Particolarità assoluta riguarda la back cover, con l’effetto granuloso della speciale Sandstone black che caratterizza OnePlus Two, interrotta nella parte superiore soltanto dall’obiettivo leggermente sporgente della fotocamera e, poco sotto, dal marchio di OnePlus.

Le dimensioni non sono esattamente ridotte, parliamo pur sempre di un dispositivo con un display da 5.5 pollici (phablet), che questa volta ha un pulsante fisico per il tasto home posizionato nella parte inferiore della facciata frontale, che nasconde un lettore di impronte dichiarato due volte più veloce di quello implementato da Apple.

Ma è sul lato sinistro che si trova una vera chicca: uno slider anch’esso argentato che servirà per impostare diversi profili utente in tre diverse posizioni.

Si chiama Alert Slider, e in pratica ci permette di stabilire quali e quante notifiche desideriamo ricevere in base alla situazione in cui ci troviamo. E quindi tutte se siamo a casa in completa tranquillità, prioritarie se siamo in ufficio a lavorare e nessuna se stiamo per entrare in riunione con i colleghi.

OnePlus Two Alert Slider

Alert Slider

Sul lato opposto, invece, trova spazio il tradizionale bilanciere per il volume e uno slot per ben due nano sim, entrambe 4G.

Infine, nella parte inferiore è facilmente individuabile la nuova porta USB, con standard C che oltre a permettere uno scambio dati a velocità superiore ci permette di inserire il cavetto in una qualsiasi delle due facce.

OnePlus Two USB Type C

Porta USB Type C di OnePlus Two

#3. La scheda tecnica “wow” di OnePlus Two

Lanciamoci subito nelle specifiche tecniche di OnePlus Two, riscontrando:

  • Display IPS da 5.5 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080) protetto da Gorilla Glass 3
  • Processore octa-core Qualcomm Snapdragon 810 con frequenza da 1.8 Ghz
  • Memoria Ram da 4 GB (3 GB nel modello base)
  • Memoria interna da 64 GB (16 GB nel modello base) non espandibile via microSD
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel con apertura f/2.0, doppio flash led, stabilizzatore d’immagine, laser per messa a fuoco, registrazione video 4K
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Connettività WiFi, Bluetooth, GPS
  • Supporto reti LTE
  • Lettore di impronte digitali
  • Batteria da 3300 mAh
  • Dual Sim
  • Sistema operativo Oxygen OS basato su Android 5.1

#4. OnePlus Two e il particolare OS

Nota dovuta al singolare sistema operativo sul quale gira OnePlus Two: se il primo modello della società era mosso da un animo Cyanogen mod, ormai le cose sono un po’ cambiate. Parliamo comunque di una derivazione di Android, un sistema operativo pensato appositamente per le caratteristiche tecniche appena citate di OnePlus Two, che dovrebbe riuscire a dare il meglio da quel preciso hardware implementato.

Si tratta di OxygenOS, una personalizzazione di Android 5.1 pensata specificamente per girare su OnePlus Two, che unisce l’esperienza Android all’adeguamento per uno specifico device, che garantisce alte prestazioni, velocità, fluidità e autonomia superiori alla media. Staremo a vedere… 🙂

 

#5. OnePlus Two è accessibile

Punto forte di OnePlus è sicuramente una proposta di alto livello senza però incidere più di tanto sul prezzo finale per l’utente, strategia che mira a segare le gambe di big del settore affermati e costosissimi quali i soliti e succitati Samsung ed Apple.

Ma per mantenere i costi bassi bisogna pur tagliare da qualche parte, ed ecco che il risparmio arriva dal marketing – che nel caso specifico nemmeno serve, data l’alta attenzione riservata dal pubblico per questo dispositivo – e dai canali di distribuzione.

 

Quanto mi costa OnePlus Two?

Partendo dal presupposto che esistono due versioni di OnePlus Two, quella base con 3GB di memoria Ram e 16 GB di memoria interna a bordo costerà in Europa 339€, mentre il top di gamma con 4GB di Ram e 64 GB di memoria interna la bellezza di 399€.

Non esattamente spiccioli insomma, ma certamente parliamo di prezzi fortemente competitivi rispetto ai flagship attualmente in circolazione!

 

Come avere OnePlus Two

Anche in questo caso, OnePlus Two sarà venduto ripetendo le stesse modalità del predecessore: acquistabile esclusivamente online e, almeno per i primi mesi, soltanto grazie a un sistema di inviti. Ovvero, solo chi possiede un OnePlus Two può dare la possibilità a un altro utente di comprare un altro OnePlus Two, e tutto questo dal prossimo 11 agosto.

Sembrerebbe un sistema un po’ chiuso, ma necessario per una piccola startup che, almeno nelle prime settimane, non sarebbe in grado di soddisfare l’enorme richiesta dei consumatori, un po’ com’è successo per l’italiano top di gamma Stonex One.

Allora, sono riuscita a incuriosirvi un po’ su questo OnePlus Two? 🙂

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook3Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn3Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*