Come ritrovare il parcheggio con Google Maps

Tante funzioni dall’indiscutibile utilità fornite dall’universo di Mountain View, ma una in particolare potrà essere una vera rivelazione: ecco la funzione che ti permette di ritornare al parcheggio con Google Maps.

Trova parcheggio con Google Maps

Quanti di voi usano quotidianamente Google Maps per gli spostamenti cittadini e per rimanere aggiornato sulle condizioni del traffico in tempo reale?
Alza la mano, su, lo so che non puoi farne a meno!

Per chi si sposta spesso in auto, ma anche a piedi o con i mezzi pubblici, Google Maps può essere davvero una mano santa, poiché ti permette di orientarti facilmente in luoghi sconosciuti.
Mai conosciuto il dramma del “sto morendo di fame, mi serve un ristorante, ma dove lo trovo??
Io sì.
Ed ogni volta che mi ritrovo in una nuova città che non conosco, non faccio mai a meno del fido Google Maps: vi ricorro per monitorare il traffico – ed eventualmente ricorrere ad alternative più libere –, per recarmi in una strada precisa, per guardare il percorso in anticipo e sapere come orientarmi sul posto. Ma uso Google Maps anche per trovare luoghi d’interesse o musei, ristoranti, negozi e così via…

In principio era il sito web, una specie di cartina interattiva che aiutava i bimbi sperduti a ritrovare la strada dell’isola che non c’è, che permetteva di scoprire strade, città ma anche musei, potendoli visitare virtualmente con Street View.

Ma i tempi cambiano, le tecnologie fanno progressi da gigante, e Google inizia la conquista del mondo degli smartphone con il suo Android: al giorno d’oggi, qualsiasi device che gira con il sistema operativo del robottino verde custodisce Google Maps al suo interno.
Del resto, laddove non sia integrato – vedi dispositivi con iOS – può essere scaricato ed installato gratuitamente dallo store digitale, per iniziare da subito a usufruire delle sue mappe e, soprattutto, del suo navigatore.

In questo articolo ci focalizzeremo sull’applicazione di Google Maps, perché oggi voglio svelarti un piccolo trucchetto che ti potrà essere davvero d’aiuto se ti trovi spesso in luoghi a te poco conosciuti.
Sto parlando di una funzione che forse conosci già, ma che in caso contrario non puoi proprio lasciarti scappare: stai per apprendere come fare per ritrovare il parcheggio con Google Maps.

Come funziona l’opzione trova il parcheggio con Google Maps

Sono tante le feature che puoi trovare a bordo di Google Maps, come ad esempio l’assistente di guida che ti aiuta a scoprire informazioni utili sul percorso e orario di arrivo, oppure i comodi comandi vocali ai quali ricorrere durante la guida, per evitare di staccare le mani dal volante, o ancora il download delle mappe per sfruttare il navigatore offline.
In un post dedicato ti ho già parlato di un’interessante nuova funzione in fase di sperimentazione: la funzione trova parcheggio.
Questa funzione integrata in Google Maps ti permette di visualizzare sulla mappa i parcheggi più vicini, così da sapere sempre dove lasciare l’auto durante i tuoi spostamenti. Ma questa novità ne porta un’altra ancora più succulenta, ovvero la possibilità di memorizzare il punto in cui hai parcheggiato l’auto, e permettere al navigatore di guidarti fino ad essa.

Una comodità di non poco conto quando si è costretti a fermare l’auto in parcheggi affollati, oppure in strade sconosciute alle quali potrai ritornare non senza qualche difficoltà.
Ti basterà salvare il punto in cui l’hai lasciata su Google Maps e lasciare il cellulare in tasca, per poi riprenderlo al momento opportuno: saprai ritornare con certezza al punto di partenza.

Di cosa hai bisogno

Per sfruttare questa caratteristica, hai bisogno di:

  1. Uno smartphone con Android a bordo
  2. L’app di Google Maps
  3. Una connessione attiva
  4. Il GPS abilitato

Google Play Store

Come salvare il punto in cui hai parcheggiato l’auto

A questo punto, non dovrai che tappare sul pallino blu che indica la tua posizione, e dal menu di opzioni selezionare la voce “Salva come posizione del parcheggio“. Il gioco è fatto: il punto esatto in cui hai parcheggiato è ormai memorizzato e potrai procedere tranquillo nelle tue attività.

Allo stesso tempo, puoi anche condividere la medesima posizione con i tuoi amici attraverso l’apposito pulsante “Condividi“, ma anche aggiungere note preziose al parcheggio per annotare riferimenti, magari palazzi, un numero civico nelle vicinanze, locali nei pressi oppure il numero della fila o ancora il livello in cui hai posteggiato l’auto. Insomma, tutti piccoli dettagli che renderanno più semplice il reperimento dell’automobile, senza che tu debba poi scervellarti per ricordarti dove procedere.

Dalla stessa schermata, puoi anche inserire il tempo rimanente del parcheggio, molto utile quando si tratta di parcheggi a pagamento a scadenza: Maps ti avviserà 15 minuti prima della scadenza con un promemoria ad hoc.

Infine, se hai davvero la memoria corta, Google offre la possibilità di aggiungere una foto del luogo per ritornare facilmente nello stesso punto.
Non potrai proprio più sbagliarti!

Ritornare al parcheggio con Google Maps

Quando dovrai ritornare alla tua auto, ti basterà riaprire Google Maps e consultare la mappa dove è stato memorizzato il luogo del parcheggio: a questo punto avvia il navigatore e lascia che Google ti guidi fino alla tua macchina.

Anche a te è successo di avere difficoltà a ritrovare la macchina in luoghi affollati?
Con questa comoda opzione non avrai più problemi a tornare al parcheggio con Google Maps 😉

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*