Registratore di chiamate: le 5 app più efficaci

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Con l’applicazione giusta il tuo smartphone si trasforma da telefono cellulare a registratore di chiamate 2 in 1: di seguito le soluzioni più funzionali per Android e iOS.

Registratore di chiamate

Usare uno smartphone ha di certo i suoi vantaggi: con un solo dispositivo in tasca puoi portare con te svariati strumenti, dal telefono al navigatore, dalla calcolatrice al device per l’accesso a internet, dal dispositivo per gestire la posta elettronica al lettore multimediale. Insomma, questo tipo di terminali può trasformarsi davvero nel tool di cui abbiamo bisogno in qualsiasi evenienza.

Puoi aggiungere tutte le funzioni che preferisci a tuo piacimento, dal momento che (quasi) per ogni esigenza esiste un team di sviluppatori pronto a risolvere i tuoi problemi con la creazione di un’app, e per quanto il mondo di Android da questo punto di vista sia davvero ben fornito grazie alla sua natura open source, nemmeno i clienti di Apple non possono lamentarsi perché anche per iOS si riesce sempre a trovare l’applicazione giusta al momento giusto.

Ma non dimentichiamo che lo smartphone è innanzitutto un dispositivo per effettuare e ricevere telefonate, e se dovesse capitarti l’esigenza di registrare una chiamata?
Puoi optare per due soluzioni:

  1. Munirti di un registratore esterno
  2. Usare l’applicazione adatta

Per quanto la prima proposta potrebbe essere quella più semplice ed efficace, va detto che se non lo usi tutti i giorni per lavoro, o magari per registrare le lezioni all’università, difficilmente ti troverai in giro con un registratore in tasca, non è così?
Ma se possiedi uno smartphone le cose si semplificano sempre, poiché puoi scegliere l’applicazione che fa al caso tuo e lanciarla nel momento del bisogno: al resto penserà il software che in automatico provvederà ad avviare una registrazione della telefonata in corso, in entrata o uscita che sia.

Quale registratore di chiamate usare?

In questo articolo ho selezionato per te 5 applicazioni in grado di registrare le chiamate, di cui 3 per Android e 2 per iOS.
Ricorda, però, che le applicazioni si occupano della registrazione di telefonate tradizionali, ovvero quelle effettuate o ricevute sul tuo numero di telefono fornito dal gestore telefonico: le chiamate VoIP sono escluse dal discorso, eccezion fatta per un’app di cui ti parlerò a breve.

Prima di cominciare regola le impostazioni

Per usare il registratore di chiamate non è sufficiente soltanto scaricare l’applicazione giusta e lasciare che il tutto proceda in automatico, poiché prima di provare a registrare una telefonata è necessario settare le giuste impostazioni dello smartphone.
In particolare, è importante che l’applicazione in questione sia inserita nell’elenco delle applicazioni protette, per far sì che la stessa funzioni anche quando lo smartphone andrà in modalità standby, oppure quando si bloccherà. Senza questo accorgimento, i moderni smartphone potrebbero bloccarne il funzionamento per preservare l’autonomia residua della batteria, e in questo caso la registrazione della chiamata non sarebbe effettuata.

Consiglio: in linea generale è opportuno sempre effettuare delle prove prima di una telefonata importante da registrare, ma per avere un buon livello dell’audio nel file di registrazione è consigliabile attivare prima il vivavoce.

Call Recorder – Registratore di chiamate

La prima applicazione di cui voglio parlarti è Call Recorder di Green Apple Studio, che sullo smartphone sarà installata con il nome di Registratore di chiamate.
Si tratta di un’applicazione molto intuitiva e semplice da usare: una volta installata e inserita tra le applicazioni protette, non dovrai fare altro che aprirla e dare una rapida occhiata alle impostazioni dall’apposita icona a forma di ingranaggio.
Da qui potrai:

  • Attivare il registratore di chiamata
  • Dare il permesso di registrare chiamate effettuate o ricevute
  • Creare una lista di numeri da escludere dalle registrazioni
  • Proteggere l’app con un PIN
  • Scegliere il tipo di file da registrare
  • Impostare la visualizzazione di una notifica che segnali quando il registratore di chiamate è attivo

In generale Call Recorder di Green Apple Studio si presenta con un’interfaccia che ricorda molto quelle dei registri di chiamate, suddividendo tramite comode tabs quelle effettuate, ricevute, quelle importanti o tutte insieme.
Una volta lanciata l’applicazione potrai effettuare o ricevere chiamate: il registratore partirà in automatico permettendoti di ascoltare la registrazione già appena terminata la telefonata.

Google Play Store

Registratore di chiamate – ACR

Gli sviluppatori di ACR sono molto attenti alla questione privacy, e infatti prima di poter iniziare a usare quest’app ti sarà richiesto di confermare che si tratta di un’operazione legale nel tuo paese, oltre ad aggiungere la spunta alla voce Aggiungi alle app protette.
Anche qui ritroviamo l’organizzazione delle telefonate distinte in:

  • Tutte
  • Ricevute
  • Effettuate
  • Importante

Dalle impostazioni potrai scegliere se inserire un PIN per accedere all’applicazione, il tema della stessa, se visualizzare la notifica del servizio quando attivo, oppure in quale cartella salvare le registrazioni.
Una volta registrata una telefonata potrai:

  • Ascoltarla
  • Condividerla
  • Chiamare lo stesso numero
  • Aggiungere una nota
  • Aggiungere il numero ai numeri esclusi
  • Eliminarla

Una caratteristica molto utile di ACR è la funzione di ricerca attraverso il nome del contatto oppure il numero di telefono, per trovare le chiamate registrate con quel contatto all’interno del registro delle chiamate.

Google Play Store

Call Recorder

Un’app omonima alla prima della lista, ma questa volta gli autori sono il team di Appliqato: anche con questa app potrai creare note che riguardano una telefonata anche durante la registrazione della stessa, scegliere se attivare in modo automatico l’altoparlante, e selezionare quali chiamate debbano essere registrate e con quali numeri.
Devo ammettere che la prima volta che ho usato Call Recorder di Appliqato stavo per cancellarla dalla lista di applicazioni selezionate perché non riuscivo ad ottenere la registrazione delle chiamate: il segreto è fare delle prove con i diversi tipi di configurazione disponibili.
A tal proposito, apri l’app, accedi alle Impostazioni e da Registrazione prova tutte le voci finché non riuscirai a trovare quella che permette la registrazione delle telefonate.

Un po’ macchinoso, ma alla fine l’app funziona alla perfezione.

Google Play Store

TapeACall

Discorso diverso per quanto riguarda i registratori di chiamate per gli utenti che hanno un iPhone: gli ingegneri di Apple non sono molto propensi a concedere questo tipo di funzione poiché potrebbe rappresentare una debolezza per il sistema di iOS.
Per questo motivo le applicazioni che ti permettono di registrare chiamate su iPhone sono a pagamento: il team di TapeACall è riuscito a trovare un escamotage per aggirare questo problema.
Una volta scaricata l’applicazione, sarà creata una conferenza a 3 per le chiamate da registrare, i cui interlocutori saranno:

  • Chi effettua la chiamata
  • Chi riceve la chiamata
  • TapeACall

Si tratta in breve di due telefonate unite in un’unica conversazione, e mentre tu sarai intento a parlare con il tuo interlocutore, TapeACall provvederà a registrare la telefonata.
L’uso corretto di TapeACall prevede prima la chiamata all’interlocutore e poi la creazione della conferenza a 3 aggiungendo il numero di TapeACall ma, come specificato dagli stessi autori, per velocizzare il processo è possibile aprire prima l’applicazione e poi effettuare la chiamata al contatto che si desidera telefonare.

TapeACall è disponibile in versione Lite, ovvero una versione di prova che consente una registrazione di circa 1 minuto, mentre la versione completa senza limiti è TapeACall Pro, a pagamento con una quota annuale.

itunes

IntCall Call Recorder

Ultimo della lista è IntCall Call Recorder, ancora un’applicazione per iPhone che permette, però, di registrare le chiamate VoIP (vale a dire quelle realizzate attraverso la rete internet e non quella del gestore telefonico, come ad esempio le chiamate di WhatsApp o Messenger).
Quest’app permette di registrare chiamate e di ascoltarne poi la registrazione direttamente dallo smartphone, potendola condividere via mail, oppure trasferendola su un PC tramite iTunes.
IntCall Call Recorder non è a pagamento, ma per usufruire dei suoi servizi è necessario acquistare del credito per fare le chiamate da registrare.

itunes

Il problema della privacy

Terminano qui i miei consigli sulle app che trasformano il tuo telefono in un registratore di chiamate, ma prima di usare una qualsiasi di queste applicazioni è opportuno avvisare il proprio interlocutore della registrazione in corso. Infatti, nonostante non sia considerato reato registrare una telefonata alla quale si partecipa come interlocutore, probabilmente a nessuno piace essere registrati durante una telefonata senza esplicito consenso.

Hai mai provato un registratore di chiamate?
Quale a tuo avviso è quello che si è dimostrato essere migliore rispetto agli altri?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*