Reso Amazon: restituire un prodotto acquistato

Un prodotto acquistato per errore, con difetti di fabbrica, oppure evidenti danneggiamenti non dipesi dall’acquirente: ecco la procedura per effettuare un reso Amazon e restituire l’oggetto acquistato.

Reso Amazon

Lo so, anche questa volta ti sei lasciato prendere la mano ed hai effettuato un acquisto sul tuo e-commerce preferito, ma a differenza di tante altri oggetti comprati, stavolta qualcosa è andato storto.
Può capitare – e non soltanto online – di aver acquistato su Amazon un prodotto errato, che non corrispondeva alle tue necessità, oppure ti è stato pervenuto con qualche difetto funzionale o ancora danneggiato, rotto, irreparabile.

Tanti possono essere i motivi che ti spingono a chiedere un reso Amazon, ma scopriamo in quali casi è possibile, quando ti spetta il rimborso totale e quando, invece, dovrai sostenere le spese di spedizione per la restituzione dell’oggetto.

Problemi con l’acquisto su Amazon

Hai finalmente deciso di comprare quell’oggetto tanto desiderato sfogliando pagine su pagine tra le proposte del noto sito di vendite online, sperimentato l’ansia dell’attesa della consegna, il dubbio su giorno ed ora di consegna dell’ordine e, infine, la gioia di avere quel pacchetto tra le mani.
Un buon consiglio da seguire è quello di verificare sempre le condizioni del pacco ricevuto nel momento della consegna, firmando “con riserva” la ricevuta al corriere quando sono evidenti segni di maltrattamento dell’involucro della merce – quando ad esempio il pacco presenta ammaccature, è rovinato, aperto o strappato, e così via.

Quando, però, la confezione è perfettamente integra ma quello che si trova al suo interno è danneggiato, si concretizza uno degli incubi più grandi degli acquirenti online.

Cosa fare in questo caso?

Ricorrere subito alla procedura di reso Amazon per richiedere una sostituzione o un rimborso della spesa.
Puoi fare ciò quando:

  • L’oggetto presenta problemi nel funzionamento;
  • È rovinato (ma non per colpa tua);
  • È difettoso;
  • Il prodotto ricevuto non corrisponde a quello mostrato nell’inserzione di vendita;
  • Non è conforme alla vendita;
  • Hai ripensato al tuo acquisto.

In tutti questi casi, la maggior parte dei prodotti venduti su Amazon possono essere restituiti tramite una semplicissima procedura che ti consentirà di restituire il prodotto comperato e di ricevere il relativo rimborso per la spesa affrontata.

Come fare un reso Amazon

Una volta sicuro di voler restituire il prodotto acquistato, ti basterà collegarti ad Amazon ed accedere con l’account tramite il quale hai effettuato l’acquisto. A questo punto, recati nella sezione I miei ordini cliccando sul pulsante “Il mio account”, e nell’area corrispondente all’oggetto che vuoi restituire cliccare sul pulsante giallo “Restituisci o sostituisci articoli”.

I miei ordini Amazon

Potrai quindi specificare i motivi della restituzione, tra tanti proposti da Amazon, tenendo conto però che in base al tipo di motivazione Amazon potrà decidere di rimborsarti l’intero importo del prodotto e delle spese di spedizione, oppure accollarti queste ultime per ricevere indietro l’articolo interessato dal reso.

Da questo momento, Amazon ti permetterà di scegliere se ottenere un rimborso per la cifra sborsata, oppure se avere un nuovo articolo in sostituzione di quello difettoso, ma ricorda che potrai effettuare un reso Amazon entro 30 giorni dalla data di consegna del prodotto.

Alla fine della procedura, potrai stampare l’etichetta prepagata del reso da apporre al pacco contenente l’oggetto che vuoi restituire, ed attendere le istruzioni dal sistema di Amazon che ti informerà sulle modalità di ritiro del pacco: tramite Poste Italiane o corriere.

Nota: puoi avvalerti di questa procedura anche per quanto riguarda gli acquisti di merce da venditori terzi presenti nel marketplace di Amazon.

Il diritto di recesso

Se stai pensando di effettuare un reso Amazon, ricorda che puoi esercitare il diritto di recesso gratuitamente entro i 14 giorni dalla ricezione della merce, oppure con il pagamento di una somma pari a 4€ se ti affidi a Poste Italiane, oppure con ritiro a domicilio da parte del corriere con 5.75€ quando già trascorso questo lasso di tempo.

Quando non puoi sfruttare il reso Amazon

Ci sono alcuni casi in cui non è possibile effettuare un reso Amazon?
Ebbene sì, anche se il buon senso e la buona fede del consumatore dovrebbero già permetterti di riconoscere se è il caso o meno di chiedere un reso.
Ad ogni modo, non puoi fare un reso Amazon quando:

  1. Hai acquistato prodotti personalizzati o su misura;
  2. La merce che hai ricevuto era sigillata ma hai dovuto aprirla per scoprirne il contenuto (invalidando però la possibilità di fare il reso);
  3. Si tratta di prodotti digitali di cui ha già avviato la riproduzione;
  4. Giornali, libri, riviste.

Insomma, si tratta di casi tutto sommato prevedibili, e per i quali non vale neppure la pena tentare il reso poiché lo staff di Amazon è – ovviamente – informato sulla natura del prodotto che si vuol restituire.

Cosa fare se hai problemi con un reso Amazon

In linea generale, la procedura per restituire un articolo ad Amazon è davvero molto semplice ed intuitiva anche per chi è alla prima esperienza di acquisto online. Tuttavia, se dovessi riscontrare problematiche durante la procedura di reso, puoi sempre contattare l’efficientissima assistenza di Amazon, collegandoti alla sezione dedicata sul sito ufficiale, e selezionando l’opzione preferita.

Puoi anche scegliere di essere contattato via e-mail per il tuo problema oppure telefonicamente, potendo esporre la questione all’operatore specializzato di Amazon che ti chiamerà il prima possibile.

Ti è mai capitato di dover fare un reso Amazon e se sì, sei riuscito nel tuo intento di ottenere rimborso o sostituzione dell’articolo problematico?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*