Sky Map: l’applicazione che ti fa riconoscere le stelle!

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+4Share on LinkedIn4Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Per tutti gli osservatori amanti del cielo ecco un’applicazione imperdibile: Google Sky Map aiuta a orientarsi tra le diverse costellazioni

Guardare le stelle con Sky Map

Quante notti d’estate si trascorrono col naso all’insù osservando un affascinante cielo stellato? Le serate in spiaggia passate a osservare il cielo o, meglio ancora, i meravigliosi sciami di Perseidi visibili nelle notti che precedono e seguono quella di San Lorenzo, meravigliandosi di cotanta bellezza e… cercando di azzeccare l’orsa maggiore.

Per tutti gli amanti delle stelle ecco un’applicazione utilissima firmata niente di meno che da Google stesso: ecco Sky Map.

Sky Map Google Play

 

 

Come funziona Sky Map

Si tratta di una vera e propria mappa del cielo che vi permetterà, smartphone o tablet alla mano, di individuare e riconoscere facilmente stelle, pianeti e costellazioni.

Appena aprirete Sky Map vi ritroverete dinanzi a una schermata che ritrae un cielo stellato, ma la vera chicca è la possibilità di puntare una precisa porzione di cielo che stiamo osservando dal vivo, e leggere i nomi delle stelle o delle costellazioni che stiamo osservando direttamente sul display dello smartphone. Tutto questo è possibile grazie al GPS che permette all’applicazione di sapere dove stiamo puntando il telefono, e restituirci quindi la schermata relativa a quella parte di cielo osservata.

Ma non solo, se non riuscite a scorgere la luna nel cielo o siete curiosi di sapere quale tra quelle sia Aldebaran, basterà aprire la funzione di ricerca interna all’applicazione Sky Map e digitare il nome dell’oggetto celeste in questione.

In pochi attimi saremo in grado, seguendo opportunamente la freccia che compare sulla schermata e che aiuta a orientarsi, di trovare facilmente la Luna, Venere, il Sole, il Gran Carro e tanto altro!

Ma Google ci offre anche la possibilità di non stancare la vista e di facilitare l’osservazione del cielo notturno attivando la funzione AR, che provvederà a modificare la visuale dell’applicazione nelle tonalità più rossicce. In questo modo riusciremo a non farci accecare dalla luce bianca dell’applicazione e a rendere osservazione reale e ausilio digitale molto più piacevole e gradevole.

Con un breve tap sul lato sinistro della schermata comparirà una praticissima barra che ci permetterà di selezionare facilmente le impostazioni per la visualizzazione, ossia se vogliamo vedere sulla sky map l’icona e il nome delle stelle, dei pianeti, delle costellazioni, delle nebulose e se visualizzare o meno la linea d’orizzonte, ulteriore elemento che ci aiuterà nell’orientamento notturno.

Ma il vero punto forte dell’applicazione è la feature “viaggio nel tempo” che permette di selezionare un giorno e un orario, passato o futuro, e di visualizzare sul display come si presenterà il cielo esattamente in quel preciso momento.

Nota: alcuni device (come ad esempio qualche modello di Huawei) hanno riscontrato problemi nell’utilizzo dell’applicazione, e in particolare nel movimento che offre la possibilità di scansionare virtualmente il cielo e fornire tutte le informazioni necessarie. Pare che questo non funzioni a dovere, rendendo difficile l’utilizzo dell’app.

Naturalmente non si tratta di una sky map particolarmente dettagliata o adatta a un uso professionale, ma potrebbe essere una piacevole scoperta per chi vuole osservare il cielo in modo amatoriale divertendosi, apprendendo dettagli che diversamente potrebbero sfuggire a un occhio poco esperto.

Bene, che aspettate a scaricare Google Sky Map e godervi lo splendido cielo stellato di questa calda estate?  😀

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+4Share on LinkedIn4Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*