Smartphone Nokia con Android 6 all’orizzonte: sogno o son desto?

Impazzano sulla rete le ultime speculazioni riguardanti la famosa azienda finlandese, e dopo il tablet N1 sembrerebbe il momento di uno smartphone Nokia equipaggiato con Android.

Smartphone Nokia C1

A me potete dirlo: quante volte, nell’intimità del vostro studio, maneggiando il vostro attuale smartphone e con un velo di nostalgia dei vecchi e imbattibili cellulari, avete fantasticato su uno smartphone Nokia?
Sì sì, ho detto proprio smartphone.
Non Windows Phone, ma uno smartphone Nokia, ovvero un device moderno che potesse girare addirittura con l’amatissimo Android… confessate, quante volte?

Negli ultimi giorni la bramosia dei fan all’idea di uno smartphone Nokia sembra non trovare proprio pace e, complici alcuni render spuntati online accompagnati da una foto compromettente, ecco riaffiorare il desiderio di vedere sul mercato uno smartphone Nokia mosso dal verde androide.

Nota: la lettura di questo post è sconsigliata a persone particolarmente sensibili all’argomento se non accompagnati da amici scettici fino alla morte, dal momento che attualmente Nokia non ha dato conferme né ce ne aspettiamo a breve termine. Trattasi al momento di semplici speculazioni, quindi prendiamo queste informazioni con la dovuta cautela.
Ergo, non vi esaltate.

Perché uno smartphone Nokia è così seducente?

Voglio iniziare con lo snocciolare a fondo il motivo di tanto scalpore per uno smartphone Nokia, per provare a far capire a tutti coloro che pensano “e capirai, ancora uno smartphone nell’oceano infinito di aggeggi elettronici…
No cari miei non è affatto così, la questione – oltre ad essere tanto banale quanto reale – è puramente intellettuale.

Nokia 3310

L’indimenticabile Nokia 3310

Partiamo dal principio: vi ricordate di Nokia, azienda big finlandese con i suoi cellulari che hanno fatto la storia della comunicazione?
Tutti noi ci siamo innamorati almeno una volta di un Nokia, come dimenticare i mitici 3310 o 3330, cellulari piccoli quanto bastava per tenerli comodamente nella tasca dei jeans, solidi, indistruttibili, graziosi. Per non parlare poi dell’autonomia pressappoco infinita, ricordo che quella del mio 3310 durava una settimana nonostante lo usassi in modo molto intenso tutti i giorni per questioni di vitale importanza – sì, i mitici tornei di snake.
E la capacità degli stessi Nokia di prendere il segnale allo stesso modo sia in alta montagna che nelle grotte più remote? Avevamo sempre campo, nient’altro da aggiungere.

E sono proprio tutte queste caratteristiche di successo, impresse nelle menti dei consumatori che negli anni hanno amato il business finlandese, che continuano ad assetare gli stessi e a stuzzicare le fantasie più perverse di un matrimonio con Android.

Cos’altro mancherebbe a un dispositivo (quasi) indistruttibile, con una buona autonomia, sempre reperibile e dal costo accessibile, nello stile di Nokia?
Un software amato come quello di Android, open source, personalizzabile ed estremamente diffuso.
Tutto ciò si traduce nel sogno proibito di milioni di utenti in tutto il mondo, che aspettano ancora uno smartphone Nokia con Android in grado di spazzare via tutta la concorrenza più agguerrita.

Il sogno dello smartphone Nokia si infrange sulla realtà(?)

Un sogno, appunto.
Torniamo coi piedi per terra, e ricordiamo non solo che è molto difficile mantenere le stesse caratteristiche di un cellulare per uno smartphone (soprattutto in termini di indistruttibilità, per diversa natura fisica tra le due tipologie), ma soprattutto che Nokia non è più la stessa e potrebbe non riscuotere lo stesso giurassico successo che ha avuto con i cellulari.
Considerando, poi, che i render circolati in rete sono frutto della fantasia di un fan, e che gli accordi presi al tempo con Microsoft impediscono difatti a Nokia di commercializzare uno smartphone col proprio marchio prima della fine del 2016, di tempo per sognare ce n’è ancora molto.

Tutta un’illusione, dunque?
Non esattamente, forse non tutto è perduto, se consideriamo la foto trovata in internet che ritrae quello che sembra proprio un prototipo dello smartphone Nokia C1.

Scatti smartphone Nokia

E dopo il lancio di un tablet Android, tale Nokia N1, il passo successivo è indubbiamente quello del tentativo di uno smartphone, che potrebbe tranquillamente essere il suddetto Nokia C1.

Come potrebbe essere lo smartphone Nokia C1

E qui via ai rumors, che a piede libero spaziano tra le caratteristiche più disparate, ma raccogliendo le più gettonate online l’identikit del Nokia C1 inizia a prendere queste forme:

  • Display da 5 pollici con risoluzione da 1920 x 1080 pixel
  • Processore Intel Atom
  • Memoria Ram da 2 GB
  • Memoria interna per lo storage dati da 32 GB
  • Fotocamera posteriore da 8 megapixel
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Sistema Operativo Android 6 Marshmallow con Launcher Z (ma vieni!)

Naturalmente siamo nella sfera delle ipotesi più vaghe, e questo ritratto apparterrebbe senza dubbio a uno smartphone di fascia media, e forse neppure quella, dal momento che se l’uscita è davvero prevista per la fine del 2016, si tratterebbe di un device pensionabile alla nascita.

Esteticamente, invece, questo smartphone Nokia sembrerebbe rievocare sensazioni già vissute: le sue linee pulite e i bordi leggermente bombati ricordano a più di uno le forme del più famoso melafonino.
Un déjà vu già vissuto con l’arrivo del tablet N1, che in molti hanno paragonato all’aspetto dell’iPad di Apple: coincidenze?

Smartphone Nokia

Aspetti plausibili dello smartphone Nokia

Se è vero che fino ad ora abbiamo soltanto chiacchierato riguardo le solito voci di corridoio, è altrettanto vero che però un progetto simile non è da escludersi completamente.
Fonti vicine al brand riportano che alcuni accordi sono stati siglati con la Foxconn, che vanta una produzione massiccia di iPhone e dispositivi Apple, ed è già stata autrice del tablet N1 della stessa Nokia, che potrebbe quindi portare tranquillamente a termine la produzione di un eventuale Nokia C1.

Speriamo soltanto che in caso positivo Nokia non decida per la commercializzazione soltanto per l’Oriente come avvenuto per il tablet, ma apra anche al mercato Europeo coi soliti costi abbordabili che da sempre hanno contraddistinto i prodotti di qualità del brand.

 

Photo Credit: Gforgames.com

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*