Snapseed: l’app definitiva per le tue foto

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook3Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Tante applicazioni possono essere utilizzate per il photo editing, ma ne esiste una firmata Google che è davvero completa, funzionale ed intuitiva: si chiama Snapseed, e una volta provata non potrai più farne a meno.

Snapseed photo editing

Ormai sembra banale dirlo, ma i nostri smartphone sono davvero intasati da scatti su scatti di momenti, emozioni, scene che ci hanno fatto provare sensazioni che vogliamo restino impresse in quella foto da mostrare agli amici scorrendo nella galleria.
Ma sono poche le immagini davvero meritevoli di sopravvivere alle future pulizie per liberare la memoria del telefono, non è così?

Per questo motivo siamo più affezionati ad alcuni scatti che ad altri, o magari semplicemente ci sembra che questa volta il selfie sia venuto davvero come conviene, e vogliamo condividerlo con gli amici.
Ma a volte capita un dettaglio, un piccolissimo particolare che potrebbe essere corretto per rendere la foto indimenticabile, ed avremmo proprio bisogno di uno strumento adatto alla modifica che sia semplice da usare ma altrettanto efficace.

Google, si sa, ha una soluzione a tutto, ed anche in questo campo non fa rimpiangere altri servizi o applicazioni di photo editing: il team di Big G ha sviluppato un’applicazione, Snapseed, capace di offrirti tutti i tool necessari alla modifica, all’ottimizzazione e alla regolazione delle tue fotografie digitali.

Come?
Te lo spiego subito 😉

Snapseed: pulita, pratica ed intuitiva

Quando si parla di modifiche alle foto, il primo impatto potrebbe preoccupare: come faccio ad intervenire su un’immagine modificandola a dovere, ma senza combinare pasticci?
Snapseed risolve questo problema grazie a un’interfaccia talmente comoda e facile da usare che chiunque riuscirà ad ottimizzare una foto in pochi tap sul display dello smartphone.

Google Play Store

itunes

Una volta scaricata ed installata, infatti, non dovrai fare altro che lanciare l’app e seguire le istruzioni: prima di tutto dovrai aprire la foto che vuoi sistemare, per avere a disposizione tutte le funzioni di Snapseed.
Tappa quindi sul display e seleziona l’immagine da Google Drive, dalla cartella Immagini, Download, Galleria, oppure Gestione file, e subito dopo conferma la scelta con il tasto a “V” in alto a destra.

Selezione foto modifica

A questo punto un mondo di possibilità ti si aprirà davanti: eccoci nella stazione di controllo di Snapseed, dove potrai modificare tutte le foto che vuoi in modo semplice ma con risultati di grande effetto.

Cosa puoi fare con Snapseed?

Sono tante le possibilità che ti offre Snapseed, che vanno dalla modifica leggera della tua foto – come ad esempio un semplice ritaglio, la rotazione, l’aggiunta di un testo –, all’azione sui parametri caratterizzanti dell’immagine stessa.
Potrai infatti modificare la prospettiva dello scatto, correggere i difetti d’immagine, gestire luminosità, contrasto, saturazione o bilanciamento del bianco in pochi e semplici comandi, solo selezionando il tipo di modifica che vorrai apportare, e strisciando il dito nella parte superiore della schermata per aumentare o diminuire l’effetto scelto.

Gli strumenti

Tantissime sono le funzioni a cui potrai accedere con Snapseed, con un tocco sul riquadro con le relative feature, come:

  • Calibra: permette di regolare luminosità e contrasto, ma anche la saturazione o “l’atmosfera” di una foto, o ancora di ricorrere alla mitica bacchetta magica per lasciare che sia Snapseed a impostare valori automatici di miglioramento dell’immagine;
  • Ritaglia: con questo comando potrai avere la foto nel formato che desideri, 3:2, 4:3, 5:4, 7:5 o 16:9;
  • Prospettiva: una funzione incredibile che ti consente di modificare la prospettiva della foto a tuo piacimento, per divertirti a stropicciare la tua immagine fino a trovare l’inclinazione giusta, mentre l’applicazione provvederà a ricostruire i dettagli mancanti facendo riferimento ai bordi della foto;
  • Pennello: per veri artisti che desiderano effettuare modifiche in aree specifiche della fotografia, con minuziosa precisione;
  • Correzione: hai presente il tasto a forma di cerotto di tanti famosi programmi per il photo editing? In Snapseed lo trovi con la funzione correzione;
  • Testo: non è la solita, banale, aggiunta di testo come se stessi usando Paint, ma l’arricchimento della tua foto con un testo divertente, moderno e sbarazzino;
  • Nitidezza: qui troverai due parametri da modificare, cioè Nitidezza e Struttura, ed entrambe ti permetteranno di migliorare la messa a fuoco dei dettagli della foto;
  • Ruota: scegli l’inclinazione che preferisci muovendo le dita sullo schermo dello smartphone per dare un tocco di originalità allo scatto – o per raddrizzare una foto storta;
  • Modifica selettiva: ancora uno strumento avanzato per modificare la luminosità in punti precisi della tua foto;
  • Vignettatura: è il comando che ti permette di aumentare o diminuire l’ombra ai bordi della foto, per dare più o meno l’effetto di una vignetta alla tua immagine.

I filtri

Filtri Snapseed

Arriviamo quindi alla parte più artistica, divertente, ed ancora più facile di Snapseed, ovvero quella che riguarda dei semplici effetti da appiccicare alle tue fotografie per renderle ancora più belle.
Ne troverai di diversi tipi, ovvero:

  • Sfocatura: ti permette di aggiungere un po’ di effetto “blur” alle tue foto, decidendo quale punto tenere a fuoco e quale, invece, sfumare un po’. Puoi scegliere la forma della sfocatura e l’intensità;
  • Contrasto Tonale: da qui potrai invece agire sui toni alti, i mezzitoni, i toni bassi, la protezione ombre o alte luci per migliorare la tua foto;
  • Enfasi: tanti filtri per trovare il giusto equilibrio di colori ed ombre;
  • Grana: per dare un tocco in più alla foto con l’applicazione di uno dei tanti effetti a grana;
  • Retrolux: se provi nostalgia delle vecchie pellicole di una volta;
  • Bianco e nero: qui avrai diverse composizioni di bianco e nero;
  • Volto: un’opzione interessante per mettere in risalto il volto dei soggetti della foto;
  • Glamour: tanti filtri per avere l’effetto desiderato con bagliore, saturazione e temperatura regolabili;
  • HDR: la funzione che gioca con i contrasti delle immagini per esaltarne i dettagli;
  • Grunge: un altro filtro per aggiungere una trama d’effetto alla tua foto e impostare la luminosità o il contrasto desiderati;
  • Vintage: ancora qualche effetto rétro? Ma sì!
  • Noir: un po’ di bianco e nero proposto in varie versioni eleganti;
  • Cornici: perché le foto più belle vanno sempre incorniciate.

In conclusione, Snapseed è davvero un’applicazione a 360° che soddisferà le tue voglie di modifica artistica e correzione delle foto, grazie alla possibilità di intervenire su diversi elementi per arrivare al risultato perfetto.
E per chi non ha voglia o tempo per smanettare con i tanti fattori, c’è sempre Prisma, no? 😉

Hai mai usato Snapseed per migliorare le tue foto e, se sì, come giudicheresti l’esperienza con questa fantastica applicazione?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook3Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*