Stampante 3D per smartphone: l’economica OLO

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook10Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Vicina alla produzione l’attesa stampante 3D economica, portatile e gestibile da uno smartphone: ecco OLO e tutte le sue molteplici potenzialità.

La stampante 3D per smartphone

Il segmento della stampa 3D è in continua evoluzione, e grande è l’interesse manifestato dall’attenzione pubblica su questa tecnologia che di recente ha registrato un’impennata sia nella diffusione che nei campi d’applicazione.
Il concetto di base è molto semplice: a differenza delle classiche stampanti che si limitano a stampare nelle due dimensioni, una stampante 3D riesce, come dice il nome, a produrre oggetti tridimensionali.

Questo tipo di dispositivo è in grado di costruire delle vere e proprie sculture, impiegando diversi materiali a partire da uno stato quasi liquido, che poi si solidifica durante il (lungo) processo di elaborazione.

Due italiani hanno ideato una stampante 3D che funziona attraverso l’istruzione di un qualsiasi smartphone, e hanno deciso di proporla al pubblico a un costo piuttosto contenuto, proprio per renderla accessibile a chiunque: ecco come nasce e come funziona la stampante 3D OLO.

Cos’è OLO?

Dall’idea dei due italiani Filippo Moroni e Pietro Gabriele, nasce una stampante 3D portatile e utilizzabile grazie all’ausilio dello smartphone che usiamo tutti i giorni.
OLO è una stampante che, opportunamente collegata al cellulare, riesce a creare oggetti in miniatura, ed è facilmente utilizzabile da chiunque!

Questa incredibile stampante 3D è costituita da un semplice parallelepipedo da assemblare all’occorrenza, è compatta, ed costituita di tecnopolimero, per un peso totale di poco più di un chilo.
Inoltre, i produttori dichiarano che questa macchina sia silenziosa quanto basta per essere messa in moto addirittura anche mentre si sta dormendo, senza essere disturbati dal suo lavoro di creazione.

OLO stampante 3D

Annunciata già lo scorso ottobre, OLO è riuscita già ad assicurarsi le simpatie di molti, e a conferma di questa tesi vi è l’incredibile risultato messo a segno su Kickstarter.
Il progetto è stato, infatti, proposto sulla nota piattaforma di crowdfunding per trovare i fondi necessari ad avviare la sua produzione, e su quest’ultima è già riuscita a raggiungere l’obiettivo di 80000 dollari in poco più di mezz’ora.

Cosa può fare questa stampante 3D?

Ma cosa si potrebbe fare con questa stampante?
Creare oggetti, modellini, stampi, ma anche il busto in miniatura delle persone care, tenendo conto che OLO può stampare oggetti tridimensionali per una grandezza massima di 76 x 128 x 52 millimetri.
Non tantissimo, è vero, ma del resto si tratta pur sempre di una stampante 3D portatile, no?
Inoltre, OLO è in grado di stampare più copie dello stesso soggetto contemporaneamente, grandezze permettendo.

Modello stampato 3D

Come funziona

Prima di tutto, OLO per funzionare ha bisogno di un modello necessario alla creazione degli oggetti in tre dimensioni, che puoi creare con una qualsiasi applicazione di modellazione sia utilizzando il sistema operativo Android che iOS.
Una volta stabilito il soggetto da stampare, OLO necessita di un’alimentazione, fornita da quattro batterie di tipo AA per renderla davvero portatile e pronta all’occorrenza, e di un collegamento diretto con lo smartphone che dovrà fornire le istruzioni necessarie alla stampa.

In particolare, si può utilizzare un qualsiasi smartphone con dimensioni fino a 5.8 pollici, che sarà inserito in un’apposita base a display acceso, sulla quale si dovranno montare le due parti principali della stampante.

La prima, è una sorta di contenitore all’interno del quale si verserà la resina liquida necessaria alla stampa 3D, mentre con la seconda si andrà a chiudere la stampante avviando il processo di produzione.
A questo punto, la luce emessa dal display dello smartphone servirà a dare indicazioni precise sull’oggetto da creare e, grazie alla speciale Daylight Resine che è in grado di indurirsi a contatto con la luce del tuo device, il tuo modellino tridimensionale è presto fatto!

Invia il tuo messaggio tridimensionale

Ma con OLO si può fare di più, poiché è possibile scambiare speciali messaggi tridimensionali tra utenti che possiedono questa stampante e hanno installato la relativa applicazione.
In particolare, arriverà una notifica sulla suddetta app, che avviserà l’utente di aver ricevuto un nuovo messaggio 3D: a questo punto basterà collegare lo smartphone alla stampante 3D e lasciare che ci mostri cosa abbiamo ricevuto.
Un cuore dalla persona amata o forse un anello?
È possibile inviare due tipi di messaggi: quello che avvisa a priori l’utente dell’oggetto ricevuto, oppure quello a sorpresa, in modo tale che il destinatario scoprirà di cosa si tratta soltanto a stampa completata.

Come averne una

Al momento l’incredibile OLO è ancora in piena campagna di raccolta fondi su Kickstarter, con un budget che ha ormai superato il milione di dollari e che continuerà fino al prossimo 20 aprile 2016.
È possibile partecipare alla raccolta e prenotare la stampante 3D economica con la donazione di 99 dollari, con la consegna della stampante prevista per la fine dell’anno, presumibilmente intorno al mese di settembre.

Un oggetto interessante per quanti hanno sempre desiderato acquistare una stampante 3D, per conoscerne il funzionamento e produrre da sé oggetti tridimensionali, ma che magari a causa dei costi proibitivi non ha mai potuto far avverare questo sogno.
Ma grazie ad OLO il sogno può finalmente diventare realtà: e tu hai mai pensato di acquistare una stampante 3D?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi

Latest posts by Maria Grazia (see all)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook10Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*