I trend di tecnologia del 2016

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Sempre più connessi, sempre più tecnologici e sempre più smart, ma quali saranno le correnti che daranno una direzione alla tecnologia nel 2016? Eccoli svelati in un interessante report di Gfk.

Trend di tecnologia 2016

La tecnologia oggi rappresenta una parte fondamentale della nostra vita, siamo perennemente connessi a device di qualsiasi tipo, a partire dallo smartphone, passando per il tablet e per finire il pc, ma anche lo smartwatch ormai sta prendendo sempre più piede nelle nostre abitudini quotidiane.
La connessione sembra essere oggi una condicio sine qua non per fare qualunque cosa: ricorriamo alla tecnologia per controllare gli impegni della giornata, per sapere se pioverà o sarà bel tempo, per mantenere il contatto con i propri cari, ma anche per ordinare la cena o stabilire la meta del prossimo viaggio per le vacanze.
Non è certo un caso se, secondo l’Oxford Dictionaries, la parola dell’anno 2015 è stata una emoji, quella che ride fino alle lacrime.

Emoji

Tutte le nostre esigenze possono essere facilmente soddisfatte attraverso una veloce ricerca su internet, con il fido amico Google che ci offre su un piatto d’argento portate golose che placano la nostra fame di informazioni. Ma, com’è ovvio che sia, tutto questo movimento di query lascia tracce indelebili del nostro passaggio, raccontando a chi sta dall’altro lato dell’elaborazione dati qualcosa di noi – per non dire proprio tutto: dove siamo, cosa desideriamo, cosa acquisteremo, quali sono i nostri interessi, l’età, il sesso e i gusti in generale.

No, non spaventarti, non c’è nessun Gomblotto!!!11! alle tue spalle, non si tratta di un piano malefico dei servizi segreti, né di forme di vita aliene per tenerci sotto controllo, sei tu che con le tue semplici ricerche comunichi in qualche modo aspetti di te e della tua personalità, che ritraggono un quadro preciso fin nei minimi dettagli, che nemmeno ti sogneresti mai.

Questo è un po’ il fulcro delle preziose informazioni raccolte dal report di Gfk intitolato Tech Trends 2016, che ci suggerisce che tutti i punti cardine della tecnologia nel corso di quest’anno ruoteranno in intorno all’universo dei dati, attraversando 10 settori tecnologici che stanno entrando sempre più a far parte della nostra quotidianità.

Curioso? Scopriamoli tutti 😉

1. I dati analitici

Dati analitici

Come appena accennato poc’anzi, noi utenti lasciamo tracce ovunque relative ai nostri gusti, agli interessi, ai desideri e allo stile di vita in base ad acquisti, ricerche, prenotazioni e così via. In quanto consumatori, però, in questo modo forniamo una miniera infinita di ricchissime informazioni che le aziende potrebbero – e dovrebbero – sfruttare a proprio vantaggio, per raggiungere un target realmente interessato, e per fornire ai consumatori ciò di cui hanno davvero bisogno.

2. L’intelligenza artificiale

Intelligenza artificiale

C’è ancora molta strada da fare, è sotto gli occhi di tutti, ma il fatto che colossi come Google, Apple e compagnia bella si prodighino per lo sviluppo e la messa a punto di entità come un assistente virtuale, che impara a conoscerci attraverso algoritmi sempre più precisi e a suggerirci ciò di cui abbiamo bisogno anticipando le nostre richieste, ci fa ben sperare.

3. Realtà virtuale

Realtà virtuale

Ecco un settore che attira molto in ambito tecnologico, che vede uno sviluppo sperimentale attualmente limitato al mondo dei videogames.
Ben presto, però, potrà trovare altri campi d’applicazione decisamente più succosi, come l’istruzione, i viaggi, l’esplorazione, e la possibilità di sentirsi integrati in una realtà distante ricostruita attraverso la realtà virtuale.

Tante sono le società interessate a quest’ambito a partire da Facebook e il suo Oculus VR, ma anche Google con i suoi Glass, Gear VR di Samsung, Sony e così via, approfittando del grande entusiasmo del pubblico che prova ad avvicinarsi a un’esperienza virtuale di questo tipo anche partendo dal basso, con un economico quanto divertente Cardboard.

4. Video

Video

Le aziende dovrebbero osservare molto da vicino questo settore ed esser pronte a tenere il passo, dal momento che è stimato che quasi l’80% del traffico internet sarà indirizzato verso i video entro il 2019.
Una montagna di dati che potrebbe dire molto di più su interessi ed esigenze degli utenti, con un trend in crescita negli ultimi anni che vede sempre maggior diffusione di video e clip anche di breve durata.
Un mercato dalle potenzialità davvero importanti pronto ad esplodere da un momento all’altro!

5. Tecnologia wearable

Wearable

Dopo lo smartphone, il gingillo tecnologico più gettonato è sempre di più un wearable, vale a dire un device che si può indossare, come uno smartwatch, un braccialetto tecnologico quale fitness tracker e così via.
Bisogna ammetterlo, gli smartwatch recuperano terreno e conquistano sempre di più i nostri cuori, permettendoci di spezzare in qualche modo la dipendenza fisica con lo smartphone, ma pur garantendoci di non perdere mai notifiche e quant’altro.

Ma, a causa di prezzi quasi sempre proibitivi, sono gli smartband ad essere sempre più richiesti: i braccialetti che tengono traccia della nostra attività fisica, del sonno, delle notifiche del cellulare o dei battiti cardiaci ci fanno innamorare ogni giorno di più.

6. Pagamenti su dispositivi portatili

Pagamenti mobili

E della tecnologia applicata alle transazioni monetarie, vogliamo parlarne? Anche i pagamenti via mobile hanno la strada spianata, con le feature sempre più esemplificative non solo di PayPal ma anche di Facebook Messenger che ormai sta testando l’invio di somme di denaro agli amici, ma anche realtà nuove come 2Pay, la tecnologia NFC sempre più dilagante, Apple Pay e tanti altri che dovrebbero iniziare a collaborare per abbattere i problemi di sicurezza al fine di offrire all’utente finale un servizio sicuro e a prova di truffe.
Allora sì che i pagamenti da dispositivi portatili prenderebbero il largo!

7. Domotica

Domotica

Un termine che suona quasi strano, ormai lontano, poco utilizzato a favore di un più familiare casa smart, che denota comunque la volontà di migliorare la qualità di vita nell’ambito domestico con l’ausilio di tecnologie ed automazioni sempre più confortevoli per l’utente.

I dati sono innegabili: il 50% degli utenti si aspetta un grande sviluppo in questo settore durante il corso del 2016 a livello globale, e il 78% dichiara che l’idea di casa smart è un concetto davvero allettante.
Purtroppo, però, per il momento sono tanti gli ostacoli alla diffusione della tecnologia per avere una casa smart, come la diversificazione delle case e le differenti esigenze dei suoi abitanti, così come solo il 10% delle persone è a conoscenza di queste tecnologie e sa di cosa si tratta.
Nonostante ciò, quando si parla di casa smart le aspettative restano molto alte: i consumatori si aspettano grandi cose e preferirebbero rivolgersi a un unico grande fornitore per tutti i dispositivi di casa.

8. Auto connesse

Auto connesse

La tecnologia oggi tocca sempre più settori, e quello delle automobili non fa eccezione: la connettività a bordo ormai è un requisito necessario per chi si sposta su quattro ruote.
E non parlo soltanto di sistemi bluetooth in grado di interfacciarsi con lo smartphone e permetterci di rispondere a una chiamata o a un sms in modo sicuro e tenendo le mani fisse sul volante, ma anche di display multifuzione che non facciano soltanto da navigatori per spostarsi tra le strade di città sconosciute.
L’aggiunta di display nella parte posteriore dei sedili anteriori per i passeggeri seduti sui sedili posteriori un tempo era una tecnologia di lusso per pochi, oggi invece abbiamo la possibilità di interagire dallo smartphone con l’auto e, ad esempio, attivare l’aria condizionata o il riscaldamento prima del nostro arrivo, così come farci dire direttamente dallo smartphone qual è il motivo del malfunzionamento di qualche parte dell’automobile e tanto altro ancora.

9. Droni

Droni

Potrebbe risultare addirittura superfluo parlare della prospettiva di evoluzione e diffusione dei droni, che abbiamo conosciuto in principio per le riprese aeree di eventi importanti, e che oggi ci aspetteremmo di veder svolazzare sopra casa per consegnare un prodotto acquistato online come da esempio di Amazon, non è forse così?

10. Stampa 3D

Stampa 3D

Last but not least, la stampa 3D sarà un altro punto forte della tecnologia nel 2016, che dopo aver visto un exploit in ambito edile, medico, chirurgico, tessile e addirittura gastronomico, potrebbe davvero cambiare le nostre vite spostando la produzione di massa alla specifica esigenza del singolo.

Questi sono i punti principali sui quali verterà la tecnologia nel corso del 2016, e tu cosa ti aspetti da quest’anno tecnologico?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*