TV 4K: cos’è e quando conviene acquistarne uno

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Il mercato dei televisori di oggi è in continua evoluzione, ma tra tante sigle e acronimi ci si potrebbe perdere: nell’articolo troverai tante informazioni utili riguardo i TV 4K per decidere al meglio l’acquisto per le tue esigenze.

TV 4K cos'è

Non ci pensiamo spesso, eppure considerando il breve arco temporale trascorso dall’invenzione ad oggi ne ha fatta di strada l’apparecchio elettronico più amato di sempre: il televisore.
Era il 1926 quando questa strana invenzione iniziava ad avere forma, e solo un paio d’anni più tardi prendeva piede un mercato nuovo nei territori pionieri di Regno Unito e Russia, e oggi, a soli 91 anni di distanza, possiamo dire che ne abbiamo visti davvero tanti di modelli, tecnologie e risoluzioni passare sul piccolo schermo di casa.

È noto che gli italiani abbiano un particolare legame con la televisione, trascorrendo in media alcune ore della giornata a guardare la programmazione del piccolo schermo, per godere della visione di diverse trasmissioni provenienti da:

  • TV tradizionale
  • TV a pagamento
  • Streaming via internet

Infatti, con un TV di ultima generazione puoi guardare ciò che offre il palinsesto tradizionale, ma anche i servizi extra delle diverse TV a pagamento, o ancora guardare film o serie tv con un collegamento a internet, sfruttando le potenzialità di una Smart TV.

Diverse tecnologie di televisori

Sono sicura che conoscerai anche tu svariati tipi di televisori che hanno invaso la tua casa sostituendosi negli anni, e seguendo le evoluzioni delle diverse tecnologie messe a punto nel settore.
Tra i più diffusi e conosciuti, ricordiamo:

  • TV a tubo catodico, o meglio tubo a raggi catodici, di dimensioni piuttosto ingombranti;
  • TV a retro-proiezione, costituiti da una lampada interna in grado di proiettare ed ingrandire l’immagine sullo schermo del televisore;
  • TV al plasma, caratteristico per le sue dimensioni davvero ridotte e in grado di riprodurre immagini dai colori brillanti e neri profondi;
  • TV LCD, o con schermo a cristalli liquidi, la tecnologia ad oggi ancora più diffusa ed apprezzata per televisori e schermi di computer, meno avida di risorse rispetto al plasma;
  • TV LED, vale a dire quei televisori che sfruttano la retroilluminazione dei diodi ad emissione di luce, permettono un’alta resa cromatica a costi contenuti, offrendo la possibilità di realizzare schermi sempre più sottili.

A grandi linee queste sono state le diverse tecnologie dei televisori che ognuno ha avuto almeno una volta nella vita in casa propria, e grazie all’evoluzione dell’elettronica, dei pannelli e degli schermi, nel tempo abbiamo avuto la possibilità di godere di immagini con risoluzione sempre più alta.

Evoluzione e risoluzioni

Per risoluzione si intende la quantità di pixel contenuta all’interno dello schermo, ovvero quei piccolissimi punti che vanno a comporre l’immagine su un video. Va da sé che più è alto il numero di pixel, maggiore sarà la risoluzione dello schermo, che quindi risulterà al nostro occhio capace di restituire immagini più nitide e dettagliate.
Da qualche anno a questa parte siamo abituati ad avere a che fare con dispositivi con risoluzioni sempre più elevate, a partire dal noto High Definition, per gli amici HD, a salire via via verso schermi il più limpidi possibile.
Come riporta il saggio Wikipedia, è possibile distinguere tra varie risoluzioni come:

  • HD, da 1280 x 720 pixel;
  • HD 1080i, da 1920 x 1080 pixel (con frequenza a 60 HZ interlacciato);
  • Full HD 1080p, da 1920×1080 pixel (con frequenza a 60 HZ progressivo);
  • Ultra HD, da 3840 x 2160 pixel;
  • 4K, da 4096 x 2160 pixel;
  • 8K, da 7680 x 4320 pixel.

TV 4K o Ultra HD?

Soffermandoci sulla penultima risoluzione, occorre fare una precisazione: il 4K come risoluzione per i televisori non esiste.
*Segue sgranamento degli occhi e pensieri come “ma è impazzita??”*

In realtà, si tratta di una mera trovata commerciale, dal momento che il 4K – che indica la quantità di pixel nella parte orizzontale dello schermo equivalente a 4000 e più pixel –, è una risoluzione utilizzata nel campo cinematografico. Insomma, non potrai mai trovare un TV 4K, quello che invece puoi trovare è un televisore con risoluzione Ultra HD, impropriamente ribattezzato 4K dalle aziende produttrici di elettronica di consumo (per fare più scena).

Sei turbato da queste mie affermazioni?
Allora, una volta inteso che è impreciso parlare di TV 4K dal punto di vista tecnico, possiamo tornare a parlare normalmente dei televisori 4K, giusto per capirci e mantenere un certo legame affettivo verso questa tipologia di dispositivi.
Dunque, quando ti parleranno di TV 4K, o ne starai valutando uno per l’acquisto, considera sempre come risoluzione di riferimento i 3840 x 2160 pixel.

Differenze tra 4K e FullHD

Se stai cercando un metro di paragone con qualcosa che conosci già, ti basterà pensare che un TV 4K presenta una risoluzione che è pari al doppio del Full HD, vuol dire che la quantità di pixel presente nello schermo di un TV 4K sarà due volte più di quella di un televisore Full HD.

Di conseguenza, un televisore 4K sarà davvero superiore rispetto ad un semplice Full HD, ma è davvero sempre così?
Ci sono grandi differenze nella visione di un’immagine su uno schermo Full HD ed uno 4K?
Tecnicamente sì, ma in realtà questa sottile differenza non sempre viene colta dall’occhio umano, o comunque viene esaltata soltanto in alcune condizioni specifiche.

In particolare, se sei solito guardare il televisore da pochi metri di distanza, avendo a disposizione un apparecchio che supera le generose dimensioni dei 50 pollici, allora potrai beneficiare della visualizzazione di immagini molto più dettagliate rispetto al Full HD.
Viceversa, per le attuali proposte sul mercato, se sei solito guardare il televisore da diversi metri di distanza, non noterai un’enorme differenza tra un TV 4K ed uno Full HD.

In questo discorso, però, vanno tenute conto le caratteristiche di ogni specifico televisore, ed elementi come il contrasto e la frequenza delle immagini possono cambiare di molto il risultato rendendo vano il paragone teorico.

Conviene comprare una TV 4K?

Se sei arrivato fin qui, complimenti!
È probabile che tu abbia spulciato le informazioni contenute in questo post perché stai cercando di capire di più sull’argomento, in quanto l’idea di acquistare un nuovo televisore ti frulla per la testa già da un po’.
A questo punto una domanda sorge spontanea: conviene acquistare un TV 4K?
E la risposta come sempre è: dipende.

Dipende da te, dal motivo per cui vuoi comprare un televisore nuovo, e da cosa vuoi ottenere:

  • Sì, conviene se si tratta del televisore principale di casa ed ammiri i contenuti sempre più definiti. Del resto, la tecnologia 4K è di certo il futuro dei televisori;
  • No, non convinene se vorresti risparmiare qualcosina sul prezzo del televisore, non si tratta della TV principale di casa, e puoi comunque godere dell’alta definizione del Full HD

A te la scelta: hai già deciso se acquistare un nuovo TV 4K oppure se continuare sulla strada dell’ottimo Full HD?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*