Waze: per viaggiare in auto senza traffico

Per gli spostamenti in automobile niente è peggio degli ingorghi stradali, ma con un utile navigatore è possibile evitare traffico ed interruzioni alla circolazione: scopri nell’articolo tutte le prodezze dell’applicazione Waze.

Waze

Ci siamo: tempo di valigie, di ferie, di relax, ma se quest’anno hai deciso di viaggiare in auto, prima di tutto una terribile prova da superare. Il traffico.
Che si tratti di autostrade, superstrade o sentieri sterrati poco battuti prima d’ora non importa, ti ritroverai sempre nelle ore più calde della giornata a pregare che l’ingorgo si liberi e ti permetta di raggiungere la tua agognata meta di vacanze.

Chi viaggia spesso in auto lo sa bene, e sarebbe disposto a tutto pur di prevedere il traffico e conoscere quella scorciatoia che eviterebbe file interminabili incolonnati tra altri poveri automobilisti… Ma esiste una soluzione?

Certo, ed è più semplice di quanto tu possa pensare: si chiama Waze, è un’applicazione per smartphone, e fa il suo dovere davvero alla grande! Ma scopriamola meglio in questa piccola recensione della famosa app ormai di proprietà di Google 😉

Cos’è Waze?

Come appena menzionato, Waze è un’applicazione che può essere facilmente scaricata e installata sul tuo smartphone (o tablet), sia che si tratti di Android, che di iOS, o ancora Windows Phone 8 e BlackBerry.

Google Play Store

itunes

Microsoft Store

Quando lancerai la prima volta Waze ti ritroverai davanti la familiare schermata di un classico navigatore: una mappa con delle strade segnate, i nomi delle stesse, funzioni aggiuntive – che vedremo tra poco –, e simpatiche icone a forma di fantasmino o altro.

A cosa servono?

A cosa serve questo speciale navigatore

Quando stai per intraprendere un viaggio in auto vorresti tanto che qualcuno ti segnalasse un interruzione della strada dovuta a lavori in corso, un posto di blocco, un incidente, o altro che possa intralciare il tuo viaggio, vero?
Ebbene, Waze si occupa di fare tutto ciò, poiché sa indicarti in tempo reale:

  • Rallentamenti
  • Traffico intenso
  • Lavori in corso
  • Posti di blocco
  • Incidenti sul percorso
  • Oggetti su strada
  • Pioggia
  • Autovelox
  • Limiti di velocità
  • Stazioni di servizio nei paraggi e relativi costi del carburante

Ma come fa Waze a sapere tutto ciò?
Grazie alla community: Waze è un vero e proprio social network, dove tutti gli iscritti possono partecipare per inviare segnalazioni in tempo reale sulle condizioni delle strade appena percorse. Riesci ad immaginare il potenziale di tutto ciò?

L’animo giocoso di Waze e la possibilità di salire in classifica in base al numero di segnalazioni e ai chilometri percorsi con l’applicazione attiva, ne fanno un servizio davvero irresistibile e al quale tutti gli automobilisti vorrebbero partecipare!

Come funziona Waze

Per iniziare ad usare Waze non devi che recarti nel digital store – del sistema operativo del device in uso – e cercarlo tra le app; a questo punto scaricalo, installalo e al primo avvio segui le istruzioni che ti guideranno alla configurazione. Waze potrebbe richiederti il numero di cellulare per inviarti un codice di conferma, oppure è possibile accedere con un account di Facebook per approfittare di tutti i benefici del servizio.

A questo punto, attiva la connessione, abilita il GPS e avvia Waze: una volta dentro il suo circuito basterà tappare l’icona in basso a sinistra a forma di lente d’ingrandimento per aprire la stringa di ricerca, all’interno della quale dovrai digitare il nome della città di destinazione.

Da qui si aprirà una sorta di scheda personale, dalla quale potrai impostare una foto profilo, l’indirizzo di casa e quello del lavoro per averli tra i preferiti e richiamarli in poche mosse, pianificare viaggi, sincronizzare eventi del calendario e così via.

La ricerca in Waze

Cliccando sulla barra di ricerca potrai scrivere il nome della destinazione, oppure cercare nei paraggi

  • Parcheggio
  • Stazione di servizio
  • Ristoranti o similari
  • Bar
  • Negozi
  • Farmacie
  • Supermercati
  • Ospedali
  • Alberghi
  • Aree verdi

Insomma c’è davvero di tutto in questo mitico Waze, e ancora non siamo arrivati a parlare del suo pezzo forte: la possibilità di evitare il traffico!

Come evitare il traffico con Waze

Una volta stabilita la destinazione, e avviato il navigatore, potrai dare un’occhiata alla mappa, e in base alle icone disseminate lungo tutto il percorso capire cosa sta succedendo sulla strada che stai percorrendo. Potrai dunque distinguere altri utenti che sono in viaggio come te e che sono disposti a fare segnalazioni del tragitto, oppure riconoscere posti di blocco, venire a conoscenza di incidenti o ancora di condizioni meteorologiche che potrebbero compromettere il tuo viaggio rallentandolo.

Così facendo, sarai avvisato in tempo reale delle condizioni del percorso e cambiare in via preventiva la strada intrapresa – e tanti saluti al traffico snervante!

Ma attenzione: Waze non può essere usato durante la guida, o comunque non è possibile digitare nuove destinazioni mentre viene rilevata l’auto in movimento. Per questo motivo, potrai interagire con l’app pigiando il tasto rosso con icona a forma di microfono: Waze risponderà ai tuoi comandi vocali.

Hai mai provato ad usare questa applicazione quando sei in viaggio?
Entra nella community di Waze e diventa un wazer condividendo e apprendendo preziose info su strade e autostrade!

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*