Zig Zag: non riesci a fare a meno di giocarci!

zig zagNelle ultime settimane ha letteralmente spopolato sui market di Android e iOS: si chiama Zig Zag, ed è un giochino arcade che una volta installato potrebbe facilmente creare dipendenza. Il motivo è semplice: non potrete fare a meno di continuare a provare e riprovare a giocare a questa sfida infinita alle vostre capacità di gioco e… ai vostri nervi.

Non ci credete? Calma, ora vi spiego come funziona Zig Zag!  😉

 

Zig Zag: come si presenta

Innanzitutto, per avere Zig Zag dovete necessariamente recarvi nel Play Store, se avete Android, o su iTunes per i device della Mela, provvedendo a scaricarlo e installarlo sui vostri device:

Download Zig Zag | Play Store
Download Zig Zag | iTunes

Per quanto riguarda Android, appena aprirete il gioco installato vi sarà chiesto di aggiungere un account di Google per Play Giochi, e subito dopo averlo selezionato eccovi catapultati nella realtà di Zig Zag. La schermata che vi si presenterà davanti è molto pulita ed essenziale, riempita dalla parte iniziale del percorso che vi accingerete a seguire e dalla protagonista del gioco: la pallina nera al centro del display.

Già da un primo sguardo avrete l’impressione di avere a che fare con un percorso tridimensionale in prospettiva: guardate bene quali sono i primi zig zag del percorso prima di iniziare perchè dovrete essere molto concentrati.

 

Come si gioca a Zig Zag

Facendo soltanto un paio di tentativi, sarà sin da subito chiaro che avete solo un semplice controllo sul moto della piccola sfera: spostarla a destra o a sinistra sul percorso, tappando una sola volta per farla andare nella direzione opposta a quella intrapresa. Sembra facile, no?

A complicare il tutto c’è il fatto che il sentiero a zig zag da percorrere avanzerà da solo, e la pallina andrà inevitabilmente avanti senza che voi possiate fare nulla, tranne  riuscire a dare la giusta direzione per tenerla sempre sul percorso e non farla cadere di sotto.

Per cominciare a giocare a Zig Zag sarà sufficiente tappare una sola volta sul display del vostro device, e un tocco alla volta potrete avanzare sul sentiero dirigendo la pallina a destra o a sinistra, ricordandovi che il primo tap per iniziare la partita farà andare la pallina verso destra.

 

Lo scopo del gioco

Naturalmente, l’obiettivo della partita è quello di rimanere il più possibile sul percorso senza cadere ai lati, pena la fine della partita che vi costringerà a iniziarne subito un’altra per mettervi di nuovo alla prova.  🙂

Per tenere la palla in gioco sarete costretti a premere spesso e volentieri il polpastrello sul display, per dare la giusta rotta alla palla ma attenzione, nonostante una velocità sempre maggiore che la pallina acquisterà ogni 50 punti, dovrete scegliere il momento più opportuno per cambiare la direzione, altrimenti sarà facile trovarsi sul filo del percorso, ed estremamente difficile e complicato evitare di farla cascare.

La leggenda narra che tanto più si prosegue nel gioco e maggiore sarà la velocità dello stesso, e vi accorgerete di essere avanzati di livello nel momento in cui vedrete cambiare il colore del percorso sul quale rotola la beneamata pallina.  🙂

percorso zig zag dorato

Superfluo dire che più andrete avanti in Zig Zag e maggiore sarà il livello di difficoltà, no? A complicarvi la vita ci si metteranno anche le diverse tonalità del percorso, che tenderanno a confondere sempre di più la vostra visuale traendovi in inganno per farvi rotolare giù dal muretto.

 

Effetti collaterali del giocare a Zig Zag…

È stato scientificamente provato che il pensiero ricorrente del giocatore, durante una sessione di partite interrotte a Zig Zag a causa della continua caduta della pallina, è: “Stavolta non mi freghi, sono pronto, andiamo!” seguito da immediate imprecazioni alla Homer J. Simpson ogni qualvolta comparirà sullo schermo la scritta Game Over.  🙂

Ma probabilmente non farete mai nemmeno caso a quest’ultima, dal momento che il vostro pensiero fisso sarà il pulsante Retry.

 

Trucchi e hack per facilitare Zig Zag

Veniamo al sodo: come faccio per restare in gioco il più a lungo possibile? Ci sono diversi accorgimenti che potete adottare, ma in questa tipologia di gioco è sempre l’esperienza che viene premiata, più giocate e più riuscite ad andare avanti.

Alcuni consigli:

  1. Più grande è lo schermo, più facile vi risulterà giocare:
    è vero, ho personalmente provato a giocare a Zig Zag con uno smartphone da 4.8 pollici e con un tablet da 10.1, inutile dirvi che con il tablet ho potuto vedere la pallina fare slalom sul percorso molte più volte.
  2. Tappate col dito in una parte del display che non vi disturbi troppo la visuale:
    uno degli angoli del display va benissimo, mai tappare in alto alla palla o non riuscirete a vedere il percorso!
  3. Qualcuno suggerisce di chiudere le altre applicazioni perché poi Zig Zag viene rallentato:
    uno degli elementi che innalza notevolmente l’asticella di difficoltà è proprio la velocità del gioco, quando ho riscontrato rallentamenti nell’app il gioco non è proseguito impedendomi di vedere cosa stesse accadendo, al contrario, rallentandosi il tutto riuscivo ad anticipare i cambiamenti del percorso e di gestirmi di conseguenza… senza cadere giù!
  4. Non tappate di continuo anche dopo aver perso una partita:
    anche se il retry e il tap per iniziare sono consecutivi, spesso vi ritroverete davanti dei banner pubblicitari che permettono al gioco di rimanere gratis, potreste aprirli inavvertitamente
  5. Cercando su Google i trucchi di Zig Zag potrete facilmente trovare un hack che promette non solo di eliminare la pubblicità, ma anche di settare il gioco in modo tale da non poter mai cadere giù.
    Pur non avendo provato questo escamotage vi consiglio di essere molto cauti a ciò che scaricate da internet, e di considerare che gli sviluppatori possono permettersi di offrire l’applicazione gratuitamente soltanto attraverso le pubblicità. Basta fare solo un po’ di attenzione, no? Inoltre, una volta impostata la modalità per non perdere mai la partita, che divertimento c’è?

Ok, ora voglio davvero sapere qual è il vostro punteggio più alto a Zig Zag, sappiate che non ci crederò se non con delle prove palesi, e la colpa non sarà affatto da imputare alla mia scarsa compatibilità con tipi di giochi come questo o Flappy Birds: se sono una schiappa è solo perché ci ho giocato ancora davvero poco. Stavolta non mi frega, sono pronta, andiamo!

Voglio lasciarvi con questa chicca trovata su Youtube di un maniaco di Zig Zag: chi si offre volontario per sfidarlo?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*