Runcible: uno smartphone rotondo d’altri tempi

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

runcible smartphone
Avete presente gli smartphone di oggi larghi, piatti, che battagliano tra loro per il primato dello smartphone più sottile, di quello più solido costruito con vetro e metallo, dalle forme sempre standard con le opportune modifiche dei rispettivi brand come un display curvo sui lati?

Bene, dimenticate tutto ciò, perché oggi parliamo di Runcible: uno smartphone poco social e che non ha nulla a che vedere con i soliti device standardizzati di oggi.

Non ci credete?E allora iniziate a pensare a come potrebbe essere uno smartphone… rotondo!

 

Runcible è lo smartphone non convenzionale

Rotondo, sì, ma come può uno smartphone essere rotondo? Di che cosa si tratta, di uno strano aggeggio a forma di padella da doversi appoggiare al viso per chiamare? E in tasca come lo metto? Il Runcible prende ispirazione nelle sue forme dai vecchi orologi da taschino, quelli che usavano i nostri nonni per controllare lo scorrere del tempo, in eleganti “cipolle” preziose con tanto di catenella al taschino.

Solo che Rincible un po’ più grande, la cui estetica ricorda fortemente un incrocio tra una bussola e l’orologio di cui sopra, ma in realtà si tratta di un gioiello di tecnologia al passo coi tempi – anche se non lo direste.

 

Com’è fatto Runcible

Ok, abbiamo capito che si tratta di un device rotondo, ma approfondiamo la conoscenza di questo curioso non-smartphone. Non solo la forma è anticonformista, ma lo sono anche i materiali: Runcible è infatti costituito da un display che ci permetterà di interagire con lo smartphone, ma posteriormente è caratterizzato da una pregiata cover in diversi metalli, dal legno alla ceramica, dal rame allo stagno, fino ad arrivare alla moderna e diffusa plastica.

runcible cover

Cover in legno – Fonte The Verge

Un oggetto moderno che però preannuncia un ritorno al passato, o meglio, che segna l’inizio dell’era post-smartphone, così come dichiarato dal produttore MONOHM.

 

La filosofia dell’anti-smartphone

Perché creare un device del genere? Per distinguersi dalla massa ma non solo, principalmente Runcible è stato concepito per ridare il giusto valore al rapporto uomo-smartphone, che troppo spesso oggi vede i ruoli invertiti dove è l’essere umano a divenire “servo” del mezzo.

Il Runcible non passa nessuna notifica all’utente: si limiterà a starsene in religioso silenzio nel taschino della giacca senza infastidire il proprietario con assillanti bip o vibrazioni di sorta. Starà solo al proprietario la scelta di collegarsi e controllare nel momento in cui ne ha voglia, senza essere continuamente stimolato dalla tentazione di controllare il tutto con le tradizionali notifiche.

Sul sito del produttore di Runcible si legge:

Runcible is designed to help you create a more civilized relationship with your Digital Life. Runcible will never beep, alert, or otherwise interrupt you. The world-class connectivity we all came to expect in the smartphone era (LTE, WiFi, Bluetooth) is there on Runcible when you need it. For the rest of the time, you can keep your head up, your attention on the real world and real people around you, and maintain your sense of wonder about life

In soldoni: Runcible è un dispositivo concepito per aiutarci a gestire diversamente la nostra vita digitale, pur senza disdegnare le più moderne tecnologie di connessione, ma che potremo utilizzare solo nel momento del bisogno.

In generale, lo smartphone ci consente di tenere la testa alzata e di focalizzare l’attenzione sul mondo e sulle persone reali intorno a noi e di continuare a meravigliarci delle bellezze circostanti, invece di tenere la faccia costantemente appiccicata al device.

 

Che cosa si può fare con Runcible

Ma questa filosofia non vuol impedire completamente all’utente di tenersi aggiornato o connesso con il mondo social e digital, dal momento che questo speciale smartphone possiede connessione WiFi, LTE, Bluetooth, NFC per potersi collegare ad altri device o al web e controllare tramite il browser ciò di cui si ha bisogno, con un cervello basato su Mozilla Firefox OS.

Presente sulla parte posteriore anche una fotocamera per scattare foto, immancabile accessorio in uno smartphone!

Senza dimenticare che si tratta comunque di un dispositivo con capacità telefoniche: collegando un semplice auricolare Bluetooth saremo in grado di effettuare chiamate in caso di bisogno.

E i social? Ci sono anche quelli, ma senza apposite applicazioni dedicate, dal momento che questa variante del sistema operativo di Firefox non ne supporta l’uso: tramite un singolare escamotage sulla schermata che ci rivela l’orario si presenteranno dei “bubble”, ognuno dei quali corrisponderà a condivisioni, commenti o interazioni con i nostri profili social. Più sarà grande la bolla, maggiori saranno state le interazioni col nostro profilo, che potremo facilmente controllare via browser dal Runcible stesso.

runcible bubble

Runcible – Fonte Engadget

Lo strano smartphone rotondo può essere, inoltre, utilizzato come ausilio negli spostamenti: inserendo la destinazione cui siamo diretti ci indicherà costantemente la direzione da mantenere, proprio come una vera bussola.

Runcible sarà uno smartphone modulare, che cioè potrà essere aggiornato in ogni singola componente senza dover sostituire completamente il dispositivo, un po’ come accade per il Project Ara.

Del resto, non si tratterà certamente di un device a basso costo, anzi, ci sono già voci di corridoio che confermano il Runcible come uno smartphone di fascia alta e prezzo altrettanto elevato.

Vi piacerebbe provare questo tipo di device? Che cosa ne pensate della filosofia del progetto Runcible?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi

Latest posts by Maria Grazia (see all)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*