LG G Watch R: lo smartwatch si fa tondo!

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook4Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
LG G Watch smartwatch

LG G Watch e Samsung Gear Live a confronto

Torniamo ancora una volta a parlare di smartwatch, probabilmente l’oggetto rivelazione dal punto di vista dell’elettronica di consumo di questo 2014, e torniamo soprattutto a parlare di un LG G Watch.

Ho usato l’articolo indeterminativo “un” perché, se fino a qualche settimana fa l’LG G Watch era il solo smartwatch prodotto dall’azienda coreana, tra pochi giorni non sarà più così, dal momento che la Lucky Goldstar si sta preparando a presentare in grande stile l’LG G Watch R all’IFA di Berlino.

Se l’idea di lanciare sul mercato uno prodotto simile a uno messo in commercio da appena un paio di mesi può sembrare assurda, teniamo conto che si tratta di uno smartwatch concettualmente diverso. Vediamo come mai.

 

LG G Watch R, la forma perfetta

Finora gli smartwatch si sono presentati come strani dispositivi indossabili, a metà strada tra la praticità d’uso di un orologio e le feature tecnologiche di uno smartphone, con risultati più o meno apprezzabili in base alle proposte delle diverse aziende produttrici.

Ricordiamo la forma del quadrante, sempre squadrata, con un design che spesso lasciava un po’ a desiderare a favore di una tecnologia avanzata da portare sempre al polso: è il caso di LG G Watch versione 1 e di Samsung Gear Live, dall’aspetto leggermente più curato.

Ma la vera svolta è rappresentata dalla nuova generazione di smartwatch, che sembrano voler assomigliare sempre più a discreti orologi classici: è il caso proprio dell’LG G Watch R, dove R sta appunto per “round“, ossia rotondo.

E se LG ci ha stuzzicati nei giorni scorsi con delle immagini pubblicate in Rete con un curiosissimo effetto vedo-non vedo, è in realtà oramai ufficiale l’aspetto del nuovo LG G Watch R.

Lg G Watch R

Dall’immagine sopra, è possibile notare non solo la forma rotonda tipica dei classici orologi da polso, ma anche un tasto altrettanto rotondo posizionato al posto della tradizionale rotellina che serve per regolare le lancette.

Insomma: siamo di fronte a un oggetto facilmente scambiabile per un normale orologio, con una cassa che dà l’impressione di essere particolarmente robusta e solida, e un display LCD da 1.3 pollici retroilluminato.

Focalizzando l’attenzione sui dettagli estetici, possiamo intuire che stavolta l’LG G Watch R si aggrapperà al polso del proprietario mediante un classico cinturino per orologi in pelle, scelta particolarmente azzeccata per chi vuole avere la libertà di personalizzare parte dello smartwatch secondo i propri gusti.

 

Scheda tecnica di LG G Watch R

Questo giovane smartwatch di LG possiede le seguenti caratteristiche:

  • Display Plastic OLED da 1.3 pollici con risoluzione di 320 x 320 pixel
  • Processore Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2 Ghz
  • Memoria RAM da 512 MB
  • Memoria interna da 4 GB
  • Batteria da 410 mAh
  • Certificazione IP67, protetto quindi da polvere e da immersione temporanea in acqua
  • Sistema operativo Android Wear compatibile con smartphone Android dalla versione 4.3 in poi

Ma le novità non finiscono qui, poiché LG ha anche rilasciato un video teaser in cui mostra velocemente le diverse schermate dello smartwatch:

Chiaro, no? Tutto in questo video gira intorno al concetto di tondo: una sfera di luce che urta i lati di un quadrato dall’interno fino a spingerli a formare il cerchio perfetto.

In rapida successione, sono poi mostrati diversi flash che ritraggono le schermate dell’LG G Watch, da cui si evince la possibilità di impostare diversi tipi di quadrante, da quello più classico a quello più sofisticato, che include numeri, lancette, riquadri per la data o varie sezioni appositamente pensate per ospitare il contapassi o la bussola, che rappresentano altre due classiche opzioni degli smartwatch.

 

Il paragone tra LG G Watch R e Moto 360

Inevitabile ancora una volta la comparazione dello smartwatch di LG con quello di un competitor. E se nella prima versione dell’LG G Watch il metro di paragone era il Samsung Gear Live, stavolta parliamo del primo smartwatch della società alata: il Motorola Moto 360.

L’azienda da poco rilevata da Lenovo ha infatti ingolosito molto il pubblico in attesa dell’IFA di Berlino, proponendo per la prima volta un moderno smartwatch dalla forma tondeggiante, anche se il Moto 360 risulta sì circolare nella scocca ma, una volta acceso, il display sembra tagliato nella sua sezione inferiore, per fare spazio ai driver del display e al sensore di luminosità.

Da qui l’idea di evidenziare nel video la forma perfettamente rotonda dell’LG G Watch R.

 

La presentazione di LG G Watch R

lg g watch r indossato

Come già anticipato, lo smartwatch LG G Watch R sarà presentato ufficialmente al mondo in occasione della Fiera Internazionale dell’Elettronica di consumo di Berlino, precisamente nel corso della giornata di venerdì 5 settembre, dunque un giorno dopo la presentazione di Motorola Moto G.

Stando al prezzo di listino spuntato in Germania, l’LG G Watch R è più costoso del suo giovanissimo predecessore, che attualmente si trova in commercio per 199 euro, arrivando a toccare la soglia dei 299 euro per questa versione rounded.

Molti consumatori si sono però risentiti per questa politica di marketing di LG, e hanno creato una vera e propria petizione per richiedere al brand coreano la sostituzione gratuita dello smartwatch LG G Watch prima versione con quello nuovo rotondo.

Una richiesta assurda, se si pensa che alla base di questa protesta c’è la spiegazione che i consumatori avrebbero di certo aspettato per comprare l’LG G Watch R, se solo ne avessero saputo l’esistenza.  🙂

Non resta che darci appuntamento a dopo la presentazione dell’LG G Watch R: solo allora avremo dati i e i dettagli definitivi su questo device tecnologico. Nel frattempo, ti chiedo: che cosa ne pensi di questo smartwatch? Pensi che potresti essere tra i clienti di LG che ne compreranno uno? Se sì, perché?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi

Latest posts by Maria Grazia (see all)

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook4Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*