Velocizzare Chrome: 7 consigli infallibili!

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook25Tweet about this on TwitterShare on Google+4Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

come velocizzare Chrome

Nel post di oggi voglio mostrarvi alcuni accorgimenti per migliorare la reattività del famoso browser cromato: Google Chrome.

Vi conosco, siete amanti del web e siete lì a navigare tutto il giorno: controllate la posta elettronica, date un’occhiata (o forse più di una) ai social network, effettuate ricerche per il vostro settore di competenza, monitorate la quotazione del Dow Jones o semplicemente cazzeggiate tutto il tempo surfando online. E tutto questo volete farlo nel migliore dei modi, con un browser veloce e al passo coi tempi.

Per questo la vostra scelta è caduta su Gogole Chrome, browser della casa di Mountain View ampiamente diffuso grazie alla sua rinomata velocità e fluidità nell’uso quotidiano, alla reattività dall’apertura al passaggio da una scheda all’altra, e alla buona personalizzazione dello stesso in base ai gusti del singolo utente.

Ma qualcosa non torna, da qualche tempo il vostro amato Chrome inizia a fare i capricci, è più lento all’avvio, si freeza quando ci sono più schede aperte, è lento nel caricamento di una pagina online o vi chiede di attendere o terminare una specifica pagina perché non risponde.
Che cosa succede?

State tranquilli, Chrome non sta invecchiando e non ha bisogno di particolari elisir di giovinezza per ritornare agli splendori dei primi tempi! Come per tutti i software del mondo, anche Chrome con il passare del tempo può essere soggetto a rallentamenti, ma ciò non deve in alcun modo metterci in allarme.

Che cosa possiamo fare per riprendere la consueta rapidità di Chrome? Semplice: adottare alcuni accorgimenti che riusciranno a ottimizzare Chrome e a riportarlo in pole position!

Vi spiego subito come fare: vi basterà seguire questi piccoli (ma efficaci) consigli per migliorare la quotidiana esperienza d’uso di Google Chrome.

 

1. Velocizzare Chrome togliendo il superfluo

Innanzitutto, per iniziare il percorso di ottimizzazione di Chrome è necessario alleggerirlo di qualcosa. Che cosa eliminiamo? Ciò di cui non abbiamo bisogno, naturalmente!

E per farlo non dobbiamo far altro che cliccare sul pulsante in alto a destra che ci permette di accedere al  e selezionare la voce “Altri strumenti“, e successivamente cliccare su “Estensioni”.

tasto menu chrome

Tasto menu di Chrome

Da qui si aprirà una finestra contenente tutte le estensioni che abbiamo installato sul nostro Google Chrome. Procediamo a eliminare tutte quelle che non usiamo più oppure di cui possiamo fare tranquillamente a meno, a vantaggio di una maggiore velocità del browser.

Clicchiamo quindi sull’icona a forma di cestino relativa all’estensione che vogliamo eliminare e confermiamo la nostra la scelta cliccando sul tasto “Rimuovi“.

Successivamente, procediamo a eliminare il caricamento automatico dei plugin, cliccando sempre sul tasto del menu di Chrome di cui sopra, ma stavolta spostandoci nella sezione “Impostazioni“, scorrendo in basso e cliccando su “Mostra impostazioni avanzate”. Scendiamo fino a individuare l’area denominata “Privacy” e deselezioniamo la voce: Invia automaticamente a Google statistiche sull’utilizzo e segnalazioni sugli arresti anomali. Che sosa significa? Abbiamo appena disattivato l’invio automatico di statistiche sull’uso di Chrome per aiutare Google a migliorare il servizio. E non è un male? No, se vogliamo velocizzare di nuovo il nostro Chrome.

Sempre nella stessa sezione “Privacy”, clicchiamo ora sul pulsante Impostazioni contenuti e, dalla finestra risultante, scendiamo fino a “Plug-in” e selezioniamo “Click to Play“. In questo modo, tutti i plugin del browser aspetteranno un nostro cenno per avviarsi, come ad esempio il Flash Player, e così potremmo usarli solo se davvero ne abbiamo bisogno. In caso contrario, non appesantiranno Google Chrome con il loro caricamento anticipato.

Scorrendo poco più in basso, selezioniamo (se non è già selezionata come da default) la voce Non consentire la visualizzazione di popup nei siti nella parte dedicata ai “Popup“.

 

2. Velocizzare Chrome alleggerendo l’avvio

Vi ho scoperto: so che tenete una pagina web particolarmente a cuore, e che sia essa la Gazzetta dello Sport, Repubblica, il Sole 24 Ore, la pagina della posta elettronica online o la home page del vostro sito preferito non importa: dovete eliminarla.

Ok, niente panico, potrete aprirla in un secondo momento, ma all’avvio è utile partire con una “Nuova Scheda“: veloce e pulita. Per far ciò, sempre dal menu “Impostazioni” che abbiamo aperto nello step precedente, individuiamo la seconda voce dell’elenco chiamata “All’avvio” e selezioniamo apri la pagina “Nuova scheda”.

Allo stesso modo, cercate di evitare di aprire all’avvio le schede che stavate consultando prima di terminare una sessione di Chrome. Come abbiamo già detto, fate in modo che all’avvio si apra una nuova scheda, e non un’insieme di tab che rallenterebbe l’avvio di Chrome.

Cercate di limitare tale opzione solo nei casi realmente necessari, selezionando solo al momento opportuno la voce “Continua da dove eri rimasto” nelle “Impostazioni” del browser di Google, per poi ritornare all’opzione “Nuova Scheda” una volta finito.

 

3. Velocizzare Chrome facendo attenzione alle schede

Oltre a impostare una “Nuova scheda all’avvio” è importante fare attenzione al numero di schede aperte durante l’uso di Google Chrome.

schede chrome

Non lo fate. Mai.

Se sono troppe, infatti, il browser rallenterà inesorabilmente il suo lavoro, gravando sulla CPU e conseguentemente sull’autonomia residua della batteria.

Che cosa voglio dirvi con tutto ciò? Che più schede avete aperto su Chrome, più risorse vengono richieste dal pc, sia in termini di processore e memoria RAM sia in termini di consumo di batteria (o corrente elettrica, se siete attaccati alla rete di casa).

Dunque, tenete aperte solo le schede che realmente state usando, perché non ha senso sovraccaricare Google Chrome inutilmente!

 

4. Velocizzare Chrome eliminando cronologia e liberando la cache

Un altro accorgimento molto importante che possiamo adottare per velocizzare Chrome è quello di ripulirlo dalla cronologia.

Per eliminare la cronologia è sufficiente cliccare con il mouse sul tasto menu di Chrome e poi selezionare “Cronologia” o in alternativa premere contemporaneamente il tasto Ctrl della tastiera e il tasto H.

Da qui bisogna cliccare sul bottone “Cancella dati navigazione” e selezionare “Tutto” dal menu a tendina accanto alla frase Cancella i seguenti elementi da. In questo passaggio bisogna essere attenti a quello che vogliamo cancellare, e selezionare solo i campi che davvero vogliamo liberare, facendo attenzione per non perdere le password salvate su Chrome.

Selezionando “Cronologia di navigazione”, “Cronologia download”, “Cookie e altri dati di siti e plug-in”, “Immagini e file memorizzati nella cache”, possiamo star tranquilli di aver liberato gran parte della cronologia senza intaccare dati che potrebbero servirci successivamente.

Se poi volete dare una bella ripulita a tutto selezionare pure ogni voce e cliccate su “Cancella dati navigazione“. Ovviamente, con quest’operazione perderemo la cronologia della navigazione, ma poco male se vogliamo Google Chrome reattivo come prima!

Così facendo, avremo liberato la memoria cache di Chrome, vale a dire quella memoria temporanea in cui vengono immagazinati dati che, però, pesano sul caricamento del browser.

 

5. Velocizzare Chrome ottimizzandolo con programmini specifici

Sapete che è possibile liberare la memoria cache di Chrome anche con un semplice clic grazie a un’utility per Windows? Si chiama CCleaner, e oltre a velocizzare Chrome ripulendone la cache, ottimizza un po’ tutti i processi più impegnativi del pc.

CCleaner per ottimizzare chrome

CCleaner per ottimizzare Chrome

Per usarlo è necessario chiudere il browser per permettergli un’analisi accurata, e con un solo clic il tool riuscirà ad avviare la pulizia di Chrome (e non solo) in modo facile, veloce e sicuro.

Un altro programmino utile allo scopo è Speedyfox, che si scarica ma non si installa sul pc e che pesa solamente qualche KB. Questo software è in grado di ottimizzare in un colpo solo Google Chrome, Mozilla Firefox, Skype e Thunderbird, diminuendo la frammentazione nei database di questi software.

SpeedyFox per ottimizzare chrome

SpeedyFox per velocizzare Chrome

Anche Speedyfox dev’essere usato mentre i programmi appena citati sono chiusi, e per metterlo in azione basterà semplicemente cliccare il tasto Optimize! e attendere qualche secondo.

È possibile ripetere più volte l’operazione, ed è consigliabile usarlo almeno una volta a settimana per ripulire concretamente Google Chrome e tutti gli altri strumenti.

 

6. Velocizzare Chrome con un’estensione

Sì, lo so a che cosa state pensando: prima vi faccio disinstallare le estensioni superflue e ora vi consiglio di aggiungerne una per velocizzare Chrome. Ma potete solo guadagnarci, perché si tratta di un’estensione utile e che può davvero velocizzare la vostra navigazione con Chrome.

Si chiama TabMemFree, ed è un piccolo e valido aiuto se proprio non riuscite a tener aperto un numero accettabile di schede. Infatti, questa estensione vi permetterà di congelare le schede non usate dopo un intervallo di tempo di 15 minuti, liberando la memoria e velocizzando Chrome. Mica male, no?

Potete installare TabMemFree direttamente dal Chrome Store cliccando il tasto “+ Gratis” per procedere all’installazione e poi su “Aggiungi”. È possibile modificare alcune impostazioni e i tempi di TabMemFree direttamente da Chrome, cliccando con il tasto destro del mouse sulla nuova icone creata dall’estensione e selezionando successivamente la voce “Opzioni”.

 

7. Velocizzare Chrome aumentando la RAM a sua disposizione

L’ultima chicca che voglio lasciarvi oggi è dedicata a coloro che, nonostante tutto, continuano ad avere rallentamenti in Chrome (ma quanto lo usate?!). Aprite Chrome e digitate nella barra degli indirizzi il seguente testo:

chrome://flags/#max-tiles-for-interest-area

Cliccate poi su “Invio”, e successivamente alla voce Sezioni massime per l’area di interesse Mac, Windows, Linux, Chrome OS, Android cambiate il valore da “Predefinito” a 256 oppure 512, in base a quanta memoria RAM avete installato sul vostro pc.

Più memoria RAM avete, più potete salire con questo valore, dando in questo modo più memoria disponibile a Chrome con una conseguente velocizzazione nelle operazioni del browser. Dopo fatto ciò, riavviate Chrome e beneficiate della sua nuova reattività!

 

Questi sono i sette metodi che io uso per velocizzare Google Chrome in modo facile e sicuro, con risultati abbastanza soddisfacenti nelle varie situazioni di utilizzo.

E voi come avete fatto per ottimizzare al meglio il browser di Google? Fatemi sapere nei commenti se avete ulteriori suggerimenti per migliorare la velocità di Chrome!  😀

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook25Tweet about this on TwitterShare on Google+4Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*