Google: cos’è e come funziona il famoso motore di ricerca

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Nel quotidiano uso del computer non si può prescindere dall’utilizzo di un buon motore di ricerca: ecco una panoramica su Google, il leader incontrastato del settore

Logo Google

Sicuramente avrai sentito parlare di Google, famosissimo motore di ricerca usato per compiere ricerche ogni giorno da miliardi di utenti in tutto il mondo, con il fine di ricevere informazioni su una qualsiasi cosa.
Ma sai cos’è un motore di ricerca?

Da Wikipedia:

Un motore di ricerca (in inglese search engine) è un sistema automatico che, su richiesta, analizza un insieme di dati e restituisce un indice dei contenuti disponibili classificandoli in modo automatico in base a formule statistico-matematiche che ne indichino il grado di rilevanza data una determinata chiave di ricerca.

Che cosa significa? In parole povere che si tratta di un sistema che, dietro richiesta specifica di un utente, si occupa di analizzare tutto il web e restituire risultati ordinati in un’unica pagina su quel preciso argomento.

 

Che cos’è Google?

Fondato nel lontano 1998 da Larry Page e Sergey Brin e con sede a Mountain View, Google – si sa – è leader nel campo dei motori di ricerca, abilmente affiancato da altri grandi nomi come Yahoo, Bing e Ask. Partito dall’essere solamente un motore di ricerca ha costruito, anno dopo anno, un vero e proprio ecosistema di servizi digitali come Gmail, YouTube, Google Drive, ma per comprendere pienamente la mission di Google basta dare un’occhiata alla definizione che la società dà di sè sui social network:
“Google organizza le informazioni di tutto il mondo e le rende universalmente accessibili e utili a tutti.”

Una vera e propria porta d’accesso all’incredibile quantità di informazioni che vengono quotidianamente inserite online, e a cui attingiamo ogni giorno con qualche semplice clic e tocco della tastiera.

 

Come funziona Google?

Il funzionamento che sta alla base di un lavoro abnorme come quello compiuto da un motore di ricerca è piuttosto complesso, ma generalmente viene distinto in tre fasi: l’analisi dei siti web, la catalogazione degli stessi e infine la risposta alla richiesta dell’utente.

Brevemente, per usare Google basta collegarsi al sito web del servizio, digitare le parole chiave – ovvero ciò che ci interessa cercare – nel campo di ricerca, dare Invio e attendere tutti i risultati da vagliare per la nostra ricerca.
A Google puoi chiedere di tutto, è un gran sapientone e potrebbe risultare davvero prezioso il suo aiuto negli ambiti più disparati.

Puoi usarlo per chiedergli la conversione della valuta, per avere informazioni su un preciso fatto di cronaca recentemente avvenuto o un evento che ormai è storia, per fare una ricerca approfondita di scienze o per scoprire nuove tecniche di giardinaggio, così come per scoprire i prezzi di quel pezzo di ricambio per l’auto, il negozio più attrezzato per il tuo equipaggiamento da ciclista e così via.

Tutto il mondo sconfinato delle informazioni online viene indicizzato e catalogato da Google: puoi chiedere di tutto e trovare facilmente una risposta.

 

La schermata di Google e i suoi filtri

Scopriamo ora nel concreto come usare Google e sfruttare tutte le potenzialità di ricerca di questo grande strumento online.

Innanzitutto, per utilizzare Google sono necessarie 3 cose:

  1. una connessione a internet
  2. un browser qualsiasi
  3. collegamento all’indirizzo web www.google.itDa questa pagina avremo il benvenuto del motore di Mountain View con la sua classica schermata costituita dal coloratissimo logo di Google che sovrasta il riquadro di ricerca.

Schermata di Google

Come effettuare una ricerca

Nella parte alta della schermata di Google, e in particoalre sul lato destro, possiamo notare diversi comandi “Gmail”, “Immagini”, “Accedi”. Il primo serve a farci accedere direttamente alla casella di posta elettronica di Google stessa, Gmail, il secondo ad accedere al motore di ricerca di immagini di Google, e accanto visualizzeremo un tasto che servirà per farci accedere velocemente a uno dei molteplici servizi (applicazioni) messi a disposizione da mamma Google.

Infine, dal tasto Accedi potremo effettuare l’accesso con un qualsiasi account Google, che si rivela essere preziosissimo per aiutare il motore di ricerca a tenere una cronologia (privata) delle nostre ricerche, per capire i nostri interessi e le nostre esigenze, e aiutarci a trovare risultati sempre più compatibili con la nostra richiesta.

La stringa vuota sotto il logo è il campo da compilare per la nostra ricerca: se ad esempio stiamo cercando informazioni sul ciliegio in fiore, digiteremo proprio in questo spazio “fioritura ciliegio“. Per dare il via alla ricerca, basterà premere il tasto Invio della tastiera, oppure cliccare su Cerca con Google o ancora sull’icona a forma di lente di ingrandimento presente sulla destra, quando disponibile.
È inoltre possibile effettuare una ricerca vocale, laddove si possa sfruttare un microfono, cliccando sul tasto dedicato e pronunciando poi allo stesso le parole relative all’argomento di cui vogliamo avere informazioni.

E il tasto Mi Sento Fortunato?
Permette di accedere a una simpatica sezione che raccoglie tutti i doodle di Google, vale a dire gli ultimi loghi modificati o animati che celebrano particolari eventi, che durante il giorno della relativa celebrazione prendono il posto del classico logo di Big G.

Una volta completata la ricerca, Google ci darà un elenco di siti web che tratteranno l’argomento che abbiamo cercato, i quali possono essere facilmente visitati con un semplice clic sul relativo risultato.

 

Come affinare la ricerca

Filtri Google

Dopo aver visualizzato i risultati della ricerca appena compiuta, avremo la possibilità di affinare ancora di più il risultato grazie a dei “filtri” messi a disposizione da Google. Subito sotto il riquadro di ricerca, infatti, ora saranno visualizzate altre voci come:

  • Web: il contenitore di tutti i tipi di risultato
  • Immagini: serve per accedere al database di immagini raccolte da Google, o per effettuare ricerche a partire da un’immagine in particolare, cliccando sull’icona a forma di fotocamera
  • Shopping: per visualizzare tutti i siti dov’è possibile acquistare un prodotto correlato alla nostra rierca
  • Video: ci permette di vedere l’elenco di tutti i video caricati in rete su quell’argomento
  • Notizie: utilissimo se vogliamo informazioni che arrivano da fonti autorevoli come testate nazionali o locali
  • Maps: fondamentale quando siamo alla ricerca di un luogo che non conosciamo, ci mostra immediatamente sulla mappa la località cercata

Cliccando su ognuna di esse, o scoprendone altre da “Altro”, avremo un’ulteriore categorizzazione dei risultati di ricerca, quindi se stiamo cercando di capire come si presenta un ciliegio durante la fioritura cliccheremo su Immagini per vederne una fotografia, se invece vogliamo comprare dei quadri che ritraggono un ciliegio in fiore allora sceglieremo Shopping, oppure se vogliamo vedere la ripresa di un visitatore del Giappone che ha registrato e pubblicato su YouTube la sua passeggiata sotto i ciliegi cliccheremo su Video e così via.

Ma Google ci offre ulteriori Strumenti di ricerca che, a seconda del filtro impostato tra quelli appena citati, ci offrirà maggiore personalizzazione nei risultati di ricerca, come ad esempio l’impostazione del paese in cui cerchiamo quella data informazione, la lingua (ovvero se vogliamo leggere risultati tra i siti italiani, inglesi, francesi e così via…), o la data, elemento fondamentale quando stiamo cercando informazioni su una notizia molto recente.

Queste sono le nozioni principali per conoscere e iniziare a utilizzare Google: hai già compiuto la tua prima ricerca?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*