Prisma è l’app che rende le tue foto più artistiche che mai

Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook16Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn10Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone

Un’applicazione russa sta spopolando in questa calda estate 2016: ecco cos’è Prisma, come funziona e perché piace così tanto a tutti.

Prisma

Impossibile non averlo notato: almeno uno dei tuoi contatti o amici ha di certo postato o reso pubblica una fotografia davvero molto speciale, un’immagine modificata a mo’ di quadro dipinto che ti ha lasciato a bocca aperta, non è forse così?
Se non hai presente il tipo di editing di cui sto parlando, ti basterà fare mente locale sulle fotografie modificate che hai visto da un mese a questa parte, con una sorta di bollino nell’angolo in basso a destra che ripotava la dicitura “PRISMA”.

Ebbene, si tratta di un’applicazione che è sbarcata prima nel negozio digitale di iOS e successivamente anche su Play Store, che ti permette di applicare filtri alle tue fotografie rendendole un vero e proprio dipinto: scopriamo di più su Prisma e sui suoi effetti artistici.

Cos’è Prisma?

Ricapitolando: c’è una nuova applicazione che sta facendo strage di cuori in questa calda estate 2016, e dopo Pokemon Go – oddio, ancora? – ecco un nuovo tormentone tecnologico di cui non potrai proprio fare a meno.
In estate gli amanti della fotografia da smartphone in genere danno il meglio di sé, sfoggiando pose artistiche per condividere sui propri canali social le escursioni effettuate e le avventure vissute durante le vacanze.
Ebbene, quest’anno non dovrai più sfidare le leggi della gravità per inventarti qualcosa di nuovo, originale e divertente da postare sotto gli occhi dei tuoi amici, ma basterà sfruttare lo scatto giusto da modificare poi ad hoc con la mitica Prisma.

Foto modificata con Prisma

Cos’ha di così speciale?

Ma dai, in fondo si tratta solo dell’ennesima applicazione per modificare foto!

Ma anche no, nel senso che si tratta sì di un servizio di photo editing (chiamiamo le cose con il loro nome!) ma che è in grado di modificare la foto in questione in un modo davvero singolare, trasformandola in una vera e propria opera d’arte.

La caratteristica dell’applicazione di Aleksey Moiseenkov (l’ho scritto giusto?), infatti, riesce a modificare l’animo di uno scatto scialbo qualsiasi, secondo le correnti artistiche di tuo maggiore gradimento.
Largo spazio quindi ad effetti che riecheggiano lo stile dei sacri nomi dell’arte come Van Gogh, Picasso, Levitan, ma anche Munk, Kandiskij o Monet, insomma c’è davvero di tutto e di certo troverai facilmente pane per la tua fame artistica.

Come funziona Prisma e perché non potrai farne a meno

La particolarità delle trasformazioni di Prisma è dovuta al concetto di base dell’algoritmo del servizio: non si tratta di filtri che vengono applicati come un livello aggiuntivo sulla foto, ma di un sistema che è in grado di analizzare la fotografia e tutti gli elementi che la compongono, realizzandone una copia con la stessa essenza ma con stile completamente diverso.

In poche parole, la foto viene ricreata seguendo le linee di base dello scatto originale, ma con i parametri propri dell’effetto visivo scelto in anteprima: colori, profili e dettagli prendono le sembianze del tracciato di un pennello.

Disponibile per Android e iOS, Prisma può essere scaricata gratuitamente per essere subito pronta all’uso: anche se non sei un esperto del fotoritocco, riuscirai subito a creare la tua personale opera d’arte con pochi e semplici tap.

itunes

Google Play Store

La schermata di Prisma

Schermata Prisma

Una volta scaricata e installata l’applicazione dal tuo app store, ti basterà tappare sull’icona relativa con il logo a forma di triangolo, ed eccoti all’interno della stazione operativa dell’artistico fotoritocco.
La schermata che ti si parerà davanti sarà costituita da due parti separate:

  1. Una superiore che sarà riempita dall’inquadratura della tua fotocamera posteriore
  2. Una inferiore con tre pulsanti di comando.In particolare, il pallino a sinistra recante un fulmine costituisce naturalmente l’impostazione della luce flash, mentre quello centrale con l’icona di una fotocamera permette di passare dall’inquadratura della camera posteriore a quella anteriore e viceversa, e infine l’ingranaggio consente l’accesso alle impostazioni dell’app.

Il cerchio centrale ti consentirà di scattare la foto che desideri modificare con i fantastici effetti di Prisma oppure, se lo scatto fa già parte della tua galleria, non dovrai fare altro che selezionare il pulsante in basso a destra e scegliere la foto da ritoccare.

A questo punto, una veloce e intuitiva schermata di modifica ti permetterà di ritagliare l’immagine potendola zoomare con un semplice pinch delle dita, oppure di ruotarla in un senso o nell’altro a tuo piacimento.
Tappando su Next, eccoci finalmente alla scelta dell’effetto desiderato, potendo contare su una gamma di circa 30 filtri da poter usare per divertirti e modificare tutte le tue foto.

Elaborazione Prisma

Bello ma… forse è un po’ troppo!

L’ideatore di Prisma ha pensato anche a questo, e se ti sembra che il risultato del fotoritocco sia un po’ troppo pasticciato e non esattamente artistico, potrai impostare il grado di intensità della modifica con un semplice swype sulla foto: passando il dito da sinistra verso destra viene aumentato l’effetto artistico del filtro applicato, mentre in direzione contraria la percentuale diminuirà avvicinando il risultato più alla foto originale.

Le applicazioni fake

Non è la prima volta che il successo di un’applicazione tanto attesa viene preso di mira da malintenzionati, che puntualmente postano sui negozi digitali delle applicazioni che riportano lo stesso nome dell’originale ma che della stessa poi possiedono ben poco.
Attenzione quindi al download dell’applicazione, potresti incorrere in applicazioni false che hanno come unico scopo quello di rubare i dati dell’utente per fini poco nobili, e provvedi a scaricare l’app soltanto da fonti affidabili (come il badge poco sopra!)

Presto nuove funzioni

Lo sviluppatore di Prisma ha reso noto che dopo lo straordinario successo dell’applicazione vorrebbe ampliare il progetto portando l’editing artistico anche sui video, ma per il momento lascia un assaggio di come potranno essere a breve le foto panoramiche a 360° modificate con un tocco d’arte.

Ora tocca a te: hai già usato quest’applicazione per il fotoritocco artistico?
Quali sono i punti di forza che ti piacciono di Prisma?

Maria Grazia
Seguimi

Maria Grazia

Content editor, giornalista e blogger fondatrice di Tecnologia 360.
Sono esperta in comunicazione online e appassionata di tecnologia, per questo motivo trascorro gran parte delle mie giornate al pc per lavoro ma anche per svago, per leggere, per gingillare sui social network o per studiare le novità del settore.
Maria Grazia
Seguimi
Fallo sapere agli amici!
Share on Facebook16Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn10Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*